Nonostante quello che molti potrebbero pensare, attualmente Bitcoin NON è anonimotuttavia, coloro che lo migliorano lavorano per un sistema finanziario globale, decentralizzato e anonimo al 100%.

Perché?

In questo nuovo articolo parleremo di anonimato e privacy, nonché delle loro diverse interpretazioni, di quanto sia anonimo Bitcoin in questo momento e spiegheremo perchè gli strumenti d'analisi Blockchain e alcuni metodi possono migliorare l'anonimato.

La privacy è morta

Quando andiamo in bagno chiudiamo la porta. Non è perché stiamo facendo qualcosa di illegale, ma per una questione di privacy. Non vogliamo che nessuno veda quello che facciamo.

Con la tecnologia, invece, non siamo così cauti, lasciamo costantemente le porte aperte, dando così tante informazioni su di noi senza nemmeno rendercene conto.

Quando ricevi un'e-mail, quando hai una conversazione, quando guardi un video, quando effettui un acquisto, ... Su Internet, tutte e assolutamente tutte le azioni che fai lasciano informazioni su ciò che ti piace e cosa non ti piace, cosa consumi, dove vai, dove e con chi vai a letto, quali campagne di solidarietà finanzi... e con gli algoritmi giusti  possono persino prevedere il futuro  e indovinare i nostri comportamenti prima che si verifichino.

Questo, che solo 20 anni fa sarebbe solo sembrato un film avrebbe terrorizzato, è oggi (dopo aver attraversato un graduale processo di normalizzazione) una realtà, qualcosa che accettiamo senza scandalizzarci.

Stiamo parlando di tonnellate (letteralmente) d'informazioni che ciascuno di noi genera ogni minuto che passa.

Internet in 60 secondi

Non siamo padroni della nostra privacy.

Che tu ci creda o no, aziende come Google sanno tutto di te; sanno cose private come chi hai votato alle elezioni, se sei infedele, se sei omosessuale, se hai qualche malattia, ... ovviamente, senza che tu abbia detto loro nulla direttamente.

Non sono solo le grandi aziende a saperlo.

Twitter, Facebook, Epsilon, Sony, Linkedin, Yahoo, Bitfinex, Apple, Banca centrale europea, ... pensa ad una qualsiasi grande azienda o a un'istituzione a tua scelta. Tutti archiviano informazioni per centinaia di milioni di persone e quasi tutti vendono informazioni (ricorda: quando qualcosa è gratis, il prodotto sei tu) o finiscono per essere hackerati.

Si stima che XNUMX nuovi siti web vengano hackerati ogni giorno.

Hackeraggi che ottengono informazioni per poi venderle nei mercati neri, o anche a società di dati legittime chiamate data broker, che li usano per creare profili "virtuali" completi per ciascuno di noi, contenenti qualsiasi tipo d' informazione che successivamente rivendono e utilizzano in modo non etico e, a volte, persino illegale.

Spesso queste "miniere" di dati non hanno nemmeno bisogno di essere hackerate per far sì che ci sia una fuga di privacy. Le aziende stesse forniscono le informazioni ai governi su base volontaria, altrimenti, creano "porte sul retro", porte che "casualmente" dimenticano di chiudere.

Alcuni governi sostengono che la sorveglianza di massa sia necessaria per la sicurezza pubblica ma ci sono motivi per dubitare della sua efficacia.

"Che differenza fa! Se non faccio niente di male! Perché dovrei nascondermi? che guardino quello che vogliono. " è quello che siamo incoraggiati a pensare.

C'è chi sostiene che non si tratti di volersi nascondere ma, semplicemente, di voler avere il controllo per mostrare ciò che si vuole e lasciare il resto privato.

In effetti, un rapporto della Casa Bianca è arrivato alla conclusione che non ci sono prove evidenti che la sorveglianza delle telecomunicazioni abbia fermato un singolo caso di terrorismo.

La privacy è voluta solo dai terroristi?

In questo video, Marta Peirano, spiega in modo eccellente e veloce quanto sia importante rimanere anonimi e avere privacy oggi.

Come starai iniziando a capire, quando si parla di privacy o di anonimato, non dobbiamo pensare solo a terroristi e trafficanti di droga, ma anche a cellule di resistenza, attivisti per i diritti umani, giornalisti che denunciano i loro governi, bambini che superano ciò che I genitori insegnano loro, cittadini che consultano (o pubblicano) storie, omosessuali o notizie e rapporti su cose che il loro governo non vuole sapere.

Ma devi anche pensare a me e a te, a tutti.

Si potrebbe pensare che chi non è un attivista o un dissidente non abbia nulla da nascondere, tantomeno da temere politicamente; tuttavia, poiché non possiamo prevedere i governi che ci saranno in futuro, non possiamo sapere se un giorno avremo qualcosa da nascondere.

In questo momento, la sorveglianza del computer consente la ricerca con il senno di poi, poiché i nostri dati vengono archiviati.

Con un piccolo sforzo, quasi ogni individuo, azienda o governo può sapere di più su di noi oggi di quanto qualsiasi agenzia di intelligence sia mai stata in grado di scoprire sugli individui in passato.

I dati non scadono, non marciscono. Sono lì per sempre, inalterabili. Non è come quando dici qualcosa a qualcuno, che può o non può dimenticarlo, modificarlo più o meno inconsciamente.

Oggi miliardi di registri di informazioni vengono analizzati in tempo reale e confrontati e collegati a dati passati che ora iniziano ad essere elaborati con l'intelligenza artificiale basata su reti neurali capaci di portare l'analisi a livelli prima inimmaginabili. Nessuno sa se ad un certo punto qualcuno li userà contro di te.

Sì! Ci sono molti posti su questo pianeta dove attualmente se hai opinioni diverse da quelle del potere e senza privacy puoi essere, nel peggiore dei casi, morto; questo è un caso estremo, ma ci sono molti punti intermedi.

Anche qualcosa di stupido come ballare può farti finire in prigione in alcuni posti.

Edward Snowden (in particolare), ex agente della NSA, ha insegnato pubblicamente come i governi "democratici" tradiscono i loro cittadini, violando sistematicamente la loro privacy in tutti i tipi di comunicazioni, spesso in collaborazione con grandi aziende.

La mancanza di privacy porta alla censura.

La sorveglianza informatica è già stata utilizzata per prevenire proteste e imprigionare persone per differenze ideologiche in TurchiaEgitto, MessicoRegno Unito, Cina o Spagna tra gli altri.

Privacy anonima

Non è solo la tua posta elettronica oi tuoi documenti a essere vulnerabili alle violazioni della privacy.

Cose normali come la fotocamera e il microfono del tuo computer e del tuo cellulare possono essere gli occhi e le orecchie del governo o di criminali, o comunque di estranei, a casa tua.

Durante i tuoi momenti più intimi possono essere accesi e registrare senza che tu te ne accorga e ,nemmeno, senza che si accenda la luce del macchina fotografica, indicando che sta funzionando.

Allora a cosa ci riferiamo con tutto questo? Non si trattava di Bitcoin?

Vogliamo sottolineare che la privacy è estremamente importante per chiunque;

e la tua attività finanziaria, i dati dei tuoi movimenti economici, definiscono molto bene il tipo di persona che sei e anche dove ti trovi.

Dunque, se Bitcoin vuole essere il sistema finanziario globale, deve prendere una posizione.

Ecco perché Bitcoin, con il suo design sconvolgente, ha detto: basta!

Bitcoin (dalla mano dei suoi sviluppatori che seguono l'eredità del suo creatore, Satoshi Nakamoto) non vuole danneggiare l'individuo e vuole che la privacy sia garantita al 100% per impedire ad altre persone di approfittare delle tue informazioni finanziarie a tuo svantaggio ma offrendo anche trasparenza verificabile se il proprietario lo desidera.

Nessuno dovrebbe sapere, se tu non lo vuoi, per quali aspetti della tua vita privata spendi i soldi, tanto meno trafficare con queste informazioni alle tue spalle.

Privacy su Internet

Bitcoin, alla ricerca della privacy finanziaria

Bitcoin = Denaro anonimo = Falso.

È uno dei primi errori che quasi tutti fanno a causa delle voci dei mass media. Bitcoin NON è anonimoo perlomeno, non lo è ancora.

Ora, a differenza delle aziende che legittimamente cercano un vantaggio economico e in cambio di un servizio senza costi economici, commerciano con le tue informazioni private, il software Open Source è gratuito, pubblico ed è generalmente sviluppato da persone in modo altruista.

Questo è il caso di Bitcoin, che può permettersi di non aver bisogno del traffico delle tue informazioni personali poiché non cerca un beneficio economico.

Bitcoin, seguendo la filosofia delle correnti ideologiche, come il Criptoanarchismo e il Cypherpunk, è stato ideato con l'obiettivo di creare un sistema finanziario che, fra le altre cose, fosse in grado di consentire transazioni finanziarie tra persone lontane e sconosciute.

Tuttavia, il tuo anonimato è compromesso dal "rebound".

L'attuale design di Bitcoin rende davvero difficile essere anonimi.

Nel mondo delle transazioni, una transazione anonima è intesa come quella in cui le terze parti non conoscono né l'emittente né il destinatario, mentre si parla di transazione privata per quelle in cui le terze parti non conoscono la quantità di denaro e la data, nonché il motivo per cui viene pagato.

In altre parole, la privacy e l'anonimato non sono la stessa cosa.

Questo consente di rappresentare Bitcoin su un grafico insieme ad altri mezzi di pagamento. Sopra più privacy, sotto meno privacy. A destra più anonimato, a sinistra meno anonimato.

privacy bitcoin

Ad esempio, una transazione con contanti non lascia alcun record su nessun sito, nulla che possa essere analizzato da terze parti. Solo il mittente e il destinatario sanno quanto, quando, dove, chi e per cosa sia stata effettuata la transazione.

In questo Bitcoin è in ritardo quando si tratta di privacy: mostra quanto e quando; tuttavia, a differenza dei contanti, l'anonimato migliora (o almeno così potrebbe sembrare) al punto che né il mittente né il destinatario hanno bisogno di conoscersi.

Quali informazioni restano in Bitcoin?

Per avere un portafoglio bitcoinse lo si desidera, non è necessario aprire un account utente su qualsiasi sito Web o in qualsiasi tipo di provider; è un programma gratuito, libero e PXNUMXP. Lo installi e punto. Inoltre, non vi è alcun limite per titolare al numero di indirizzi Bitcoin che possono essere posseduti, poiché migliaia di indirizzi possono essere creati in un solo secondo. Infine, lo spostamento di denaro tra di loro può essere effettuato a un costo molto basso e persino automatizzato perché Bitcoin è programmabile.

Ma, come abbiamo già spiegato parlando del funzionamenti delle transazioni, Bitcoin funziona grazie a un libro mastro che conserva tutto e che chiunque può vedere.

Questo significa che le transazioni di Blockchain possono essere viste in tempo reale e che sono disponibili i dati di proprio tutti quelle che sono stati effettuate, dalla prima nel 2009 fino all'ultima. Tutte appaiono e sono impossibile da manipolare, quindi quello che è registrato in essa non c'è modo di cancellarlo mai.

Ciò che viene memorizzato nella Blockchain sono dati che, a prima vista, possono sembrare complicati da comprendere e ancora di più da mettere in relazione.

Informazioni sulla transazione Bitcoin

Alcuni indirizzi di origine e destinazione di Bitcoin, alcuni importi e date ... Dove sta scritto chi sono? In linea di principio da nessuna parte.

Sono quindi anonimo? No.

Dobbiamo prima capire che un indirizzo Bitcoin è uno pseudonimo per te, come il nome utente che puoi usare su Twitter. Se ad un certo punto qualcuno scopre chi c'è dietro a quel nome utente, automaticamente avrà collegato tutti i messaggi che hai pubblicato.

Lo stesso avviene con l'indirizzo Bitcoin e le sue transazioni. Un indirizzo è uno pseudonimo per te, se conoscono il tuo indirizzo possono vedere tutti i pagamenti che hai effettuato, le date e il saldo; ma a differenza di Twitter, le informazioni rimarranno lì per sempre, non puoi fare clic su una sorta di pulsante come "elimina account".

"Va bene, ma allora che importa? Se non viene indicato nulla sulla logica di queste transazioni." Starai pensando.

Esattamente. Nel registro Bitcoin, né le identità né il motivo del pagamento sono registrati da nessuna parte ma al di fuori di Bitcoin rimangono molti dati.

Se abbiamo 3 premesse in mente, è una questione di tempo prima di poter avere le informazioni necessarie:

  • I dati non scadono.
  • Le macchine funzionano molto velocemente e non si stancano.
  • L'essere umano non è una macchina: commette errori, lascia ogni giorno tonnellate d'informazioni, si stanca e agisce lentamente

Sebbene sia vero che ci sono pochissimi casi in cui le transazioni sono state tracciate in modo efficace, con l'arrivo dei Big Data e degli algoritmi questo sta iniziando a cambiare: Blockchain sta cominciando a rivelare segreti.

Il nuovo oro si chiama Big Data. Si dice che Donald Trump abbia vinto le elezioni americane grazie ai Big Data.

4 punti di perdita della privacy in Bitcoin

A causa delle continue fughe di notizie, governi e criminali informatici spiano impunemente i dati dei cittadini o della concorrenza, di conseguenza in molti hanno compreso l'importanza della privacy e pagano per i server crittografati per dati e comunicazioni vocali o scritte.

Sebbene Bitcoin cerchi di risolvere questo problema dal suo nucleo, questi sono i principali punti di fuga d'informazioni che esistono oggi:

Il nostro IP

Dobbiamo capire che Bitcoin è una rete P2P: il nostro computer (o cellulare) è connesso ad altri. Ogni dispositivo connesso a Internet ha un indirizzo IP e un computer sa chi è connesso ad esso in ogni momento.

Se quel computer è impostato per spiare, quando il tuo computer trasmette una transazione per la prima volta verrà registrato con il tuo IP. Una volta ottenuto l'IP, può essere combinato con altri tipi di database per iniziare a ottenere informazioni su chi sei, cosa ti piace, ...

Ora si sospetta che molti governi abbiano creato nodi e che memorizzano le informazioni nel caso in cui ne abbiano bisogno in futuro.

Usa un portafoglio web o leggero (mobile o desktop)

Non sono raccomandabili. Con tutti questi tipi di portafogli, stai delegando la tua privacy a una terza parte (e anche i tuoi bitcoin nei portafogli web).

Quando utilizzi questo tipo di portafogli, quantomeno il tuo IP sarà esposto; ciò significa che se, ad esempio, utilizzi un servizio web, il servizio web e i suoi partner conosceranno il tuo IP, il tuo browser, il dispositivo e il sistema operativo, quali siti web hai visitato... Lo stesso accade se utilizzi un telefono cellulare con un portafoglio leggero, ...

Compra e vendi bitcoin

Alcune piattaforme per l'acquisto e la vendita di bitcoin possono condividere informazioni sui propri utenti o essere violate, rivelando le identità associate agli indirizzi e alle transazioni Bitcoin.

Bitcoin correlati

È ormai sempre più semplice tracciare una transazione Bitcoin. La nascita dei Big Data e le tecniche d'analisi di trilioni di dati al secondo fanno “cantare” Blockchain. Di conseguenza, tutto ci suggerisce che stia nascendo una nuova professione, che abbiamo battezzato come: Forensic Blockchain.

Anonimato e privacy di Bitcoin

9 Strumenti per l'analisi di Bitcoin

Dalle società di marketing alle istituzioni (come Europol, FBI e simili) usano quotidianamente strumenti di analisi Blockchain per capire chi sta dietro e dare un senso alle transazioni Bitcoin.

Alcuni degli strumenti per questo scopo noti al al momento della stesura di questo capitolo, sono:

Ogni tanto appare un nuovo strumento di analisi, in grado d'analizzare le transazioni Bitcoin in un modo ancora più incredibile, applicando vari livelli d'intelligenza artificiale e mescolando grandi fonti di dati e questo nuovo campo ha aperto una nicchia molto redditizia dove compaiono nuove professioni.

Forse in soli 3 o 5 anni la quantità di informazioni che si potranno ottenere indicando un solo indirizzo Bitcoin sarà incredibile. Senza dubbio, gli strumenti più incredibili saranno segreti, operando nell'ombra giorno e notte.

Come fan della tecnologia che siamo in Bit2Me, siamo consapevoli che dare un senso a ciò che accade sulla Blockchain è una sfida entusiasmante e meno divertente e che può servire per cose positive. Tuttavia, la violazione dell'anonimato diventerà una realtà molto semplice da mettere in pratica per chiunque.

Ecco perché si consiglia l'uso di buone pratiche quando si utilizza Bitcoin.

8 modi per migliorare la tua privacy in Bitcoin

Ci sono molti suggerimenti e buone pratiche, ma ecco una selezione dei più importanti.

Attualmente, gli utenti di Bitcoin godono di un certo livello di privacy e questo dipende dalla quantità d'informazioni che rivelano sulla loro vera identità, da quali tecniche di anonimato utilizzino e da quante ne applicano quando usano Bitcoin, nonché da quanto spesso le usano.

VPN

Una VPN o Virtual Private Network consente di connettere due o più computer tra loro in modo sicuro. Con una VPN è possibile instradare tutte le comunicazioni da un computer a un altro. Ciò ti consente di mascherare il tuo IP reale, ma il servizio VPN potrebbe essere danneggiato o dare il tuo IP.

TOR

L' Onion Router è un software gratuito che installi sul tuo computer e ti permette di creare una rete di comunicazioni distribuita dove, in linea di principio, una persona può navigare in Internet con un grado di anonimato molto alto.

La maggior parte dei client Bitcoin completi consente l'uso di TOR.

Ma devi essere consapevole che, come in Bitcoin, potrebbero esserci nodi spia in TOR.

Mixer

Sono servizi che consentono di mescolare i bitcoin di una persona con i bitcoin di altre persone prima che raggiungano la destinazione. In questo modo, i bitcoin che ciascuno invia vengono mescolati in piccoli pezzi, ognuno riceve ciò che ha ma da più fonti d'origine e in periodi di tempo diversi.

Normalmente questi tipi di servizi seguono schemi facilmente identificabili dagli strumenti di analisi blockchain. Possono anche diventare servizi corrotti, creati dalle autorità o semplicemente da criminali che rubano bitcoin a chi li usa.

Software non infetto

Fare attenzione a non scaricare programmi che potrebbero essere sviluppati da persone o istituzioni malintenzionate. Un consiglio è quello di utilizzare un software aperto, scaricarlo da fonti ufficiali e verificare che l' integrità del software sia corretta.

Diversi indirizzi Bitcoin

Consiste nel dividere il tuo denaro su più indirizzi e nell'utilizzare un indirizzo diverso per ogni pagamento.

Se tutti i tuoi soldi andassero in una direzione, quando effettui o ricevi un pagamento l'altra persona potrebbe sapere se hai molti o pochi soldi, ad esempio, se hai molti soldi puoi essere una persona interessante da attaccare.

Non è raccomandabile usare un solo indirizzo, ma più indirizzi Bitcoin.

Normalmente i programmi che fungono da wallet generano nuovi indirizzi per ogni transazione dove inviano i restanti bitcoin (gli indirizzi di cambiamento), tuttavia alcuni lo fanno in modo prevedibile, consentendo d'associare facilmente gli indirizzi: se qualcuno riesce ad associare uno degli indirizzi ad una persona, il resto degli indirizzi verrà automaticamente collegato.

Agenzie di cambio

Permettono di nascondere ad occhio nudo le tracce dei bitcoin, poiché si mescolano a tanti altri; successivamente potrai effettuare il ritiro ad un nuovo indirizzo.

Tieni però presente che quando si utilizza un servizio centralizzato, che conserva i record, potrebbe verificarsi una perdita di informazioni.

Portafoglio con il proprio nodo Bitcoin

Una delle migliori pratiche è avere il tuo nodo bitcoin. Ti dà controllo e e si può montare in pochi minuti.

È importante per la privacy non utilizzare portafogli leggeri o servizi web. Come nel caso precedente, ogni volta che deleghi qualcosa a una terza parte, stai eliminando livelli di privacy.

Ciò significa che se ad esempio utilizzi un servizio web, il servizio web o i suoi partner conosceranno il tuo IP, il tuo browser, il dispositivo e il sistema operativo, quali siti web hai visitato... Lo stesso se utilizzi un telefono cellulare con un thin client ...

Lo svantaggio del nodo è che aggiunge livelli di complessità all'uso di Bitcoin e non tutti vogliono farlo.

Browser

Il tuo browser può informare terze parti sui siti web che visiti, sia che si tratti del browser stesso che delle estensioni che potrebbe aver installato.

Ad esempio, se vuoi vedere il saldo di un certo indirizzo su blockchain.info, e lo fai a una certa ora, poco prima o poco dopo che la tua prima transazione è stata ricevuta, guadagnerai sicuramente punti per essere legato a quell'indirizzo.

In questo link vi lasciamo alcuni esempi di browser che rispettano maggiormente la vostra privacy.

“CHE COMPLICATO !! Questo non lo fa nessuno. Beh sì! Lui sa che si sta giocando molto” potresti pensare.

È vero.

Queste buone pratiche implicano passare del tempo per comprenderle e prepararle e a volte anche spendere soldi ... Di conseguenza, ovviamente, è normale e comprensibile che, come abbiamo detto, quasi nessuno lo faccia.

Ecco perché Bitcoin deve continuare a migliorare per prendersi cura della privacy e per averla come standard centrale.

Eduard Snowden e la privacy

7 proposte per migliorare l'anonimato di Bitcoin dal core

Per migliorare Bitcoin, hai bisogno d'idee e anche di proposte su come fare le cose, in altre parole, hai bisogno di PIF (Bitcoin improvement proposal), ovvero, ciò che in Bitcoin suole precede un miglioramento del suo protocollo o del suo funzionamento.

CoinJoin

CoinJoin sarebbe la versione più vicina a un mixer bitcoin, ma senza intermediari. Questo processo utilizza smart contract che automatizzano la combinazione dei bitcoin a livello di protocollo. Alla Bit2Me Academy abbiamo un'interessante guida che ti mostra passo passo come utilizzare CoinJoin.

TumbleBit

Simile a CoinJoin, utilizza smart contract per combinare automaticamente transazioni simultanee.

BIP 151

Attualmente i nodi non comunicano tra loro in modo sicuro, con comunicazioni criptate; questo consente a qualcuno che sta ascoltando le comunicazioni di sapere se una persona sta utilizzando o meno Bitcoin in base al tipo di dati trasferiti.

Grazie a BIP151 questo piccolo GRANDE GUASTO verrebbe evitato.

Indirizzi "Stealth"

Servono a proteggere la privacy del destinatario. Pubblicare il tuo indirizzo Bitcoin ovunque non è una buona idea, soprattutto quando hai grandi quantità di fondi lì.

Lo stesso accade se vuoi ricevere donazioni. Pubblicare un unico indirizzo in cui tutti donano crea falle di privacy. Questo tipo d'indirizzo, in pratica, consente ad ogni persona di ricevere un indirizzo univoco in cui entrambe le parti accettano una comunicazione tramite il protocollo Bitcoin. Pochi wallet li hanno e sembra essere abbastanza trascurato.

BIP 47

Simile agli indirizzi Stealth ma con alcune differenze che gli consentono di essere un po 'più pratico. L'obiettivo è lo stesso: poter pubblicare un "indirizzo" che permetta a terzi di pagarti ma senza che questi conoscano l'indirizzo finale che riceve i fondi. Tra le tante differenze, spicca che le transazioni che coinvolgono indirizzi Stealth possono essere rilevate e censurate dai nodi perché differiscono dai normali indirizzi, mentre con la proposta BIP47, agli occhi di Blockchain e dei nodi, si tratta di una transazione tra due normali indirizzi Bitcoin.

Il suo svantaggio è che non attualmente non sarebbero compatibili con indirizzi multi-firma, svantaggio che sicuramente non permetterebbe a questa proposta d'andare avanti.

Confidential transaction

Questa proposta consentirebbe di mascherare gli importi di bitcoin associati a ciascuna transazione. In questo modo sarebbe molto più complicato sapere qual'è la direzione del cambiamento in ogni operazione e quindi sarebbe molto più complicato poter analizzare le transazioni. I suoi creatori sostengono che con questa proposta e CoinJoin il settore privato possa essere portato a livelli molto alti.

BIP 75

Questo è un esempio di come la comunità che lavora allo sviluppo di Bitcoin si preoccupi che la propria privacy venga mantenuta in tutti gli angoli del proprio software. BIP75 si concentra sul protocollo di pagamento (BIP70) che consente a un'altra parte d'inviarti una richiesta di pagamento, ma ha un problema: può essere richiesto solo ai portafogli il cui proprietario è online, cioè consapevoli che questa richiesta arriva.

Ecco perché sono stati aggiunti i cosiddetti server "Store-and-forward", che consentono anche di operare nei casi in cui l'altra parte sia offline per questo motivo, questo server invia costantemente la richiesta. Se il problema arrivasse ora, questi server potrebbero memorizzare i dati d'entrambe le parti durante la comunicazione, mettendo a rischio la privacy.

Con BIP75 viene stabilita una comunicazione completamente crittografata tra l'emittente e la destinazione del pagamento, mantenendo la privacy anche attraverso il server intermedio che fa questo lavoro.

Ricordiamo che Bitcoin è in costante miglioramento, la versione 1.0 del programma non è nemmeno uscita, quindi i miglioramenti vengono sviluppati quotidianamente.

Ma i cambiamenti in Bitcoin sono lenti, a volte troppo lenti, e c'è chi decide di prendere la propria strada per mettere in pratica le proprie idee.

3 Altcoin con anonimato e privacy come marchio di fabbrica

Normalmente le proposte per migliorare Bitcoin non possono essere troppo radicali, in quanto devono potersi adattare al protocollo attuale.

Questo è il motivo per cui gli Altcoin assumono importanza, sono un modo relativamente semplice per creare una nuova criptovaluta; hai dunque la libertà assoluta d'innovare. Se ancora non sai cosa sono, ti consigliamo questo capitolo della Guida Bit2Me Bitcoin su Altcoins.

Infatti, molte delle criptovalute che vengono create hanno un obiettivo specifico, non sono un semplice clone di Bitcoin. Alcune, ad esempio, posseggono nuove funzionalità mai viste prima o semplicemente migliorano le funzioni in cui Bitcoin è carente.

Diverse sono le criptovalute che sono nate con l'obbiettivo di migliorare i livelli di privacy e d'anonimato, due punti che sono stati ampliamenti dibattuti.

A seguire vi lasciamo con la top 3 delle criptovalute che portano la privacy e l'anonimato a un nuovo livello, sponsorizzando transazioni praticamente impossibili da rintracciare.

Benvenuto nell'età d'oro delle criptovalute.

Monero

Uno dei primi ad apparire. È conosciuta come la criptovaluta che ha la massima privacy. Con Monero solo il mittente e il destinatario possono vedere lo stato di una transazione sulla loro Blockchain; per questo usano un metodo crittografico che hanno chiamato Ring Signature.

C'è chi pensa che Monero non sia scalabile.

ZCash

Lanciato a gennaio 2016 ha iniziato a funzionare solo nell'ottobre 2016, è noto come uno dei più giovani ma conta di un grande sostegno. Il suo funzionamento interno utilizza un modello crittografico chiamato zk-SNARK (Zero-Knowledge Succinct Non-interactive Argument of Knowledge).

Il modo in cui è stata creata questa moneta è avvolto da controversie e c'è chi crede che ZCash possa essere una truffa.

Dash

Dash porta la teoria CoinJoin al centro sotto il nome di "PrivateSend"; in questo modo tutte le transazioni vengono automaticamente mixate prima di arrivare a destinazione.

Dash ha anche detrattori che pensano che si tratti di una frode.

Con i loro vantaggi e svantaggi (ci sono dei paranoici in ogni casa), queste criptovalute si stanno facendo strada con valutazioni già piuttosto elevate. Il tempo dirà cosa ne sarà di loro, ma se i risultati nei prossimi anni saranno positivi, alcuni dei miglioramenti che implementano finiranno probabilmente per essere adattati a Bitcoin.

I portafogli bitcoin con più privacy

Ledger, DarkWallet o Breadwallet sono alcuni dei portafogli più apprezzati in termini di privacy. L'organizzazione OBPP (Open Bitcoin Privacy Project) ha pubblicato un report che analizza la privacy dei wallet.

Valutazione del portafoglio Bitcoin

E se succede qualcosa? Da chi andiamo a lamentarci?

Ma allora, cosa succede quando qualcuno approfitta della privacy per danneggiare un'altra parte?

La grande discussione. Siamo arrivati all'altro lato della medaglia.

Se da un lato la mancanza di privacy consente eccessi per alcuni, la privacy al 100% consentirebbe eccessi per altri.

Ricorda che in Bitcoin l'obiettivo è realizzare uno scenario di assoluto anonimato, e questo significa che le transazioni saranno impossibili da tracciare.

Evasione fiscale, finanziamento del terrorismo, rapine ... accadrà tutto questo. Ma questi crimini non accadono già quotidianamente con tutte le forme di denaro esistenti?

È compito di Bitcoin curare la decadenza morale del mondo? O il suo compito è quello di migliorare la nostra esperienza con il denaro nel 21 ° secolo?

È vero che, siccome Bitcoin facilita i trasferimenti di denaro a qualsiasi tipo di persona, li facilita anche ai malintenzionati. Improvvisamente Bitcoin consente a un lavoratore d'inviare denaro a casa in modo rapido ed economico, ma anche al criminale di nascondere denaro.

La realtà è che più Bitcoin viene utilizzato, più sarà coinvolto in tutti i tipi di crimini e truffe. Non serve però prenderci in giro, come qualsiasi altra cosa su questo pianeta: più automobili ci sono, più crimini vengono compiuti utilizzandole; allo stesso modo più telefoni ci sono, più vengono utilizzati per commettere reati, più coltelli, etc ...

Bitcoin sta esplodendo, continuerà a crescere e i reati con Bitcoin aumenteranno.

Il problema è Bitcoin?

Quando andiamo in bagno chiudiamo la porta. Non è perché stiamo facendo qualcosa di illegale, ma per una questione di privacy. Non vogliamo che nessuno veda quello che facciamo.

Beh, potremmo fare qualcosa d'illegale dietro quella porta, ma non metteremmo in discussione le porte per questo.

Dovremmo distruggere tutti i coltelli del pianeta perché ci sono persone che li usano per uccidere? sarebbe un'assurdità, vero? Questo perché siamo consapevoli della loro utilità.

Il denaro è la fine di molti crimini, non è il crimine.

E la privacy e l'anonimato, come quasi tutto su questo pianeta, sono armi a doppio taglio.

Il dibattito è servito. Bisogna bilanciare il bene e il male che comporta e rifletterci, ma non possiamo essere superficiali.

La polizia non attraversa

Cosa ne pensano le autorità e le istituzioni di tutto questo?

In primo va detto che quasi tutti i governi considerano Bitcoin legale.

L'anonimato fornito da Bitcoin è sia un'attrattiva che una sfida per la regolamentazione finanziaria.

Man mano che il ritmo d'adozione della valuta cresce e il controllo dei sistemi legali e finanziari aumenta, in particolare in relazione alla compliance, contro il riciclaggio di denaro (anti-money laundering AML), agli statuti e ai controlli di know-your-customer (KYC), il tuo reale livello di anonimato diventerà un argomento sempre più studiato.

Nonostante le sue controversie, l'Ufficio europeo di polizia (Europol) non è del tutto contrario alle criptovalute, ammettendo i loro numerosi impieghi positivi. Ecco cosa può essere tradotto dall'Internet Organized Crime Assessment (IOCTA) pubblicato alla fine del 2016.

La "riserva federale" del Regno Unito ha pubblicato un rapportonel XNUMX sul rischio rappresentato da Bitcoin.

Mostra come Bitcoin e altri mezzi (come banche o contanti) aiutino il riciclaggio di denaro. La conclusione dell'analisi evidenzia che Bitcoin non rappresenta un rischio superiore a quelle esistenti, infatti, è quella con il minor rischio.

Grafico sul riciclaggio di denaro

Non lo dimenticare: prenditi cura della tua privacy

Comunque sia, una cosa è ovvia: la privacy è molto importante e dobbiamo essere in grado di garantirla completamente nella nostra quotidianità.

Probabilmente avremo paura quando ce ne renderemo conto.

I tuoi dati non scadono e dicono di te più di quello che sai di te stesso.

L'utente medio dovrebbe essere consapevole che Bitcoin è indubbiamente meno anonimo dei contanti. Finché persisterà l'ignoranza sulla sua analisi, sarà davvero difficile tenere traccia di una transazione, ma ricorda, la tua transazione sarà registrata per sempre nella Blockchain e sicuramente presto quella transazione potrà darle un senso.

Il problema è che la privacy, così come i diritti umani o la difesa degli animali, non toglie il sonno quasi a nessuno; di conseguenza i criminali rappresenteranno la maggioranza, fra coloro che vorranno trarne attivamente profitto. Ecco perché è importante che tutti si sforzino per aumentare la consapevolezza sulla violazione della privacy e per adottare rapidamente degli strumenti, accessibili a tutti, per proteggerla.

Bitcoin deve garantire assoluta privacy di default e trasparenza solo quando le persone coinvolte la richiedono (ad esempio un consiglio comunale).

Senza dubbio dovremo ripensare a molte cose. Non ha senso che per aver finanziato un'opzione democratica in un paese dittatoriale o per aver fatto una donazione a wikileaks ti additino come terrorista; tuttavia, non possiamo peccare di buonismo e trascurare che esistono persone che non si fanno scrupoli (con o senza privacy) a violare i diritti umani internazionali di terzi (o solamente a truffare) e la privacy sarà un incentivo.

Cosa pensi? Faccelo sapere sui social media.

Infine vi lasciamo un capitolo de La Sexta Columna (Dal minuto 3) e un video del famoso informatico Chema Alonso, che attualmente è il CDO di Telefónica, in cui ci parlano della privacy.