Il Block Reward (ricompensa del blocco) è l'origine di ogni criptovaluta all'interno di una blockchain. Infatti, è l'unico modo per generarle e renderle parte del sistema economico che sostiene una blockchain. 

Affinché la blockchain formi un sistema economico, è importante creare un meccanismo di ricompensa dei blocchi. In questo modo, con ogni blocco generato i miner ottengono un vantaggio economico dalla loro attività di mining. Il block reward è dato dal coinbase transaction, quest'ultima è responsabile dell'introduzione di nuove criptovalute in tutto il sistema economico delle criptovalute.

Questa ricompensa cerca di garantire quanto segue:

  1. Offrire l'incentivo economico necessario ai miner per mantenere i loro posti di lavoro in blocchi minerari e proteggere la rete.
  2. Introduce nuove valute nel sistema economico permettendone la dinamizzazione e la massificazione.

Da qui l'importanza dei block reward per mantenere e sostenere il funzionamento delle reti blockchain. Ma questo semplice compito non è così semplice come sembra. La ricompensa per blocco deve essere conforme a un sistema che tenga a freno la generazione incontrollata di monete per evitare l'inflazione dannosa. In mezzo a tutto questo, ci sono diversi aspetti di vitale importanza.

Questo è il motivo per cui questo articolo sarà dedicato a spiegare in modo semplice vengono calcolati i block reward, la loro l'importanza e il loro impatto sulle criptovalute.

Come viene calcolato il block reward?

Il block reward comprende una serie di elementi o sfaccettature che devono essere presi in considerazione per il suo calcolo. Tra queste elementi possiamo citare:

Conoscenza dell'emissione totale di criptovalute

Il calcolo di un block reward deve in prima di tutto rispondere alla domanda: quante monete verranno generate completamente sulla blockchain?. Nel caso di Bitcoin, il totale delle monete raggiungerà circa 21 milioni di BTC. Potrebbe non sembrare un numero molto elevato, ma in verità lo è, se teniamo conto che la quantità minima di BTC utilizzabile ha 8 decimali, la possibilità di utilizzo cresce.

Ma sicuramente chiederanno: perché è importante conoscere la quantità di criptovalute da emettere per calcolare il block reward? La risposta è semplice: se vogliamo dividere le ricompense, dobbiamo sapere quanto emetteremo e come divideremo quell'emissione.

Tieni presente che l'obiettivo delle criptovalute è essere un sistema completamente decentralizzato. Questo non solo nella sua gestione e controllo, ma anche economicamente. È inutile avere una criptovaluta le cui monete sono nelle mani di poche persone, la sua esistenza perderebbe senso. Di conseguenza, è meglio dividere ed espandere il più possibile le criptovalute generate. Un modo per ottenere questo risultato è dividere le ricompense cercando la loro massima espansione, con il fine che siano più persone a beneficiarne. Questo meccanismo cerca di massificarne l'utilizzo e di impedire a poche persone di poter controllare l'ecosistema, evitando la centralizzazione.

A questo punto, sapere quante monete emetterà la blockchain è molto importante, poiché un oggetto con esistenza limitata è un oggetto di grande valore. Ora puoi capire perché un collezionista può pagare così tanti soldi per oggetti di esistenza limitata e puoi sicuramente capire perché Bitcoin raggiunge questi livelli di valore.

fornitura di bitcoin

Stabilire un tempo di generazione della criptovalute

Il secondo punto importante per stabilire il valore di un block reward è sapere, quanto durerà l'emissione totale?. Questo punto è altrettanto semplice e prenderemo l'esempio di Bitcoin. Se emettiamo un blocco ogni 10 minuti e vogliamo emettere 21 milioni di monete in meno di 1 anno, la ricompensa per blocco deve essere molto alta (~ 400 BTC per blocco). Senza dubbio, si tratta di un'inflazione molto alta e comunque controproducente. Ricorda che con una maggiore offerta di criptovalute, il valore di essa si riduce e che in ogni caso vogliamo ottenere l'effetto opposto. L'idea alla base di Bitcoin è creare un sistema di pagamento globale sicuro e prezioso, di cui va controllata l'inflazione.

Ecco perché viene preso in considerazione il tempo in cui durerà l'emissione di criptovaluta. Nel caso di Bitcoin, la sua emissione terminerà nell'anno 2144, 135 anni dopo l'inizio dell'estrazione. In questo modo, la generazione di nuove monete in BTC viene controllata e diretta in modo che il loro valore aumenti come parte della legge della domanda e dell'offerta.

Ci sono altri casi, ad esempio, in cui l'emissione di monete è infinita. Ethereum y Monero sono due casi ben conosciuti. Ma questi sistemi all'inizio hanno anche un'emissione controllata temporaneamente che viene successivamente estesa all'infinito con ricompense minori.

L'uso del dimezzamento

Questo terzo passaggio è strettamente correlato alla tempistica della questione discussa sopra. Anche in questo caso il caso facile da comprendere. Se vogliamo emettere una quantità limitata di valute riducendo l'inflazione, dobbiamo ridurre il valore dei premi nel tempo. A questo punto entre in azione l' halving, un'azione che dimezza il block reward ad ogni certo numero di blocchi.

A questo punto, l'utilizzo del dimezzamento indicherà il valore iniziale della ricompensa e di quelle successive. Generalmente il primo è abbastanza alto da iniettare un gran numero di monete. Questo cerca di dinamizzare rapidamente l'economia delle criptovalute. Da quel momento in poi, l'halving dividerà la ricompensa a metà. Questo cerca di continuare a iniettare nuove valute a un tasso inferiore; un'azione che normalmente fa apprezzare la criptovaluta.

blocco-ricompensa-dimezzamento

La programmazione economica della criptovaluta

Il raggruppamento del resto delle fasi è fornito qui: il calcolo della ricompensa in quanto tale ricade sul codice sorgente del software blockchain; è a questo punto che tutto si riunisce e il software indica a tutti nodi il valore effettivo del block reward in quel momento esatto. Nel caso di Bitcoin, la programmazione che calcola il valore della ricompensa si divide in due parti:

  1. Calcolo della coinbase transaction A questo punto si tiene conto dell'emissione totale, del tempo di emissione e del dimezzamento. Questi tre valori sono ciò che dicono ai programmatori quanto varrà la coinbase transaction. Il risultato di quell'analisi sarà scritto nel codice sorgente dove nessuno potrà cambiarlo facilmente. Questa è la parte più importante del block reward. In Bitcoin, la coinbase transaction ha iniziato a generare 50 BTC per blocco come ricompensa. Il programma afferma anche che ogni 210.000 blocchi (~ 4 anni) ci sarà un dimezzamento per ridurre la ricompensa dalla coinbase. Attualmente, il coinbase genera 12,5 BTC come block reward per ogni blocco e sarà ridotto a 0 nell'anno 2144. A quel punto Bitcoin si sarà evoluto o potrà continuare a utilizzare la raccolta delle commissioni come parte del suo sistema d'incentivi economici.
  2. Calcolo delle commissioni. Il calcolo delle commissioni è la parte più complessa dei block reward. Si tratta di un mezzo creato per integrare il block reward iniziale. In effetti, il sistema di commissioni potrebbe essere l'unica cosa che mantiene in vita Bitcoin dopo che tutte le sue monete sono state emesse. Le commissioni vengono calcolate dinamicamente tenendo conto dell'utilizzo della rete, della potenza di mining disponibile e del valore di Bitcoin in quel momento.

Quanto sai, Cryptonuta?

La ricompensa del blocco può avere un valore?

FALSO!

Il block reward non può avere un valore qualsiasi. Questo perché il valore di quella ricompensa sarà quello che permetterà all'economia delle criptovalute di decollare e mantenersi in modo sano.

Importanza di un block reward

Come abbiamo accennato prima, l'importanza del block reward è la generazione di nuove monete. In effetti, è l'unico modo che esiste per creare nuove valute all'interno di una blockchain. Inoltre, la sua generazione e il suo controllo consenteno la creazione di un sistema economico decentralizzato, in cui i miner investono denaro per aggiungere più potenza di calcolo per estrarre bitcoin. Con i loro investimenti monetari e tecnologici, i miner decentralizzano e proteggono la rete per evitare attacchi e allo stesso tempo, generano monete che altri possono utilizzare per i loro scambi.