L'acronimo ASIC descrive una serie di apparecchiature informatiche progettate dall'inizio alla fine per offrire le massime prestazioni durante il mining di criptovalute.

Iminer ASIC rappresentano il modo più comune di minare bitcoin. ASIC è l'acronimo di Application Specific Integrated Circuit.

Attualmente la potenza di calcolo della rete Bitcoin è così alta che risulta impossibile fare mining in un altro modo. Gli ASIC non sono altro che apparecchiature informatiche basate su circuiti integrati o chip e sviluppate per svolgere funzioni molto specifiche.

Gli ASIC hanno iniziato a diventare popolari con Bitcoin, divenendo l'insieme per eccellenza di processori specifici ottimizzati per il mining dei blocchi. Il primo ASIC al mondo per Bitcoin è stato sviluppato dalla società cinese Avalon (ora nota come Canaan), il 17 settembre 2012. Recentemente, gli ASIC hanno iniziato a dedicarsi ad altri protocolli di mining e altre criptovalute. Tra questi possiamo evidenziare Ethereum, Monero, Zcash, fra le altre.

Questi sistemi hanno caratteristiche uniche a seconda della valuta a cui sono destinati. La maggior parte di questi sistemi sono compatti e forniscono grande potenza al mining. I miner ASIC sono progettati specificamente per fornire le migliori prestazioni possibili alle criptovalute cui sono destinati. Sono progettati esclusivamente per l'estrazione di criptovalute; a parte questo, la loro potenza è di scarsa utilità.

Grazie al mining di Bitcoin tramite ASIC, la rete ha mantenuto un tasso di crescita e una potenza di mining sempre maggiori. Ma esiste anche un lato negativo poiché queste apparecchiature informatiche specializzate presentano molti svantaggi.

Principali svantaggi degli ASIC

Le principali obiezioni che vengono loro rivolte sono:

  1. Centralizzazione del mining: Le grandi mining farm, soprattutto in Cina, impediscono agli utenti meno importanti di minare.
  2. Difficoltà di acquisto: Di solito è abbastanza difficile ottenere un ASIC nuovo o di seconda mano poiché questi si vendono rapidamente.
  3. Costo: Sono macchine specializzate e piuttosto costose.
  4. Monopolio: Ora Bitmain controlla più del 90% del mercato e questo le permette di produrre dispositivi quando vuole e al prezzo che vuole. Nessuno sa se questi ultimi minano più velocemente di altri con modelli superiori.
  5. Consumo energetico: Questo è uno degli aspetti più criticati della tecnologia. Questi computer consumano grandi quantità di energia. Per questo motivo generano molto calore e quindi necessitano di potenti sistemi di raffreddamento.
  6. Temporalità: Data la rapida evoluzione dell'hardware, gli ASIC diventano rapidamente obsoleti. Questo non solo li rende un'opzione costosa, ma anche poco duratura.
  7. ASIC Resistant: Alcuni progetti di criptovalute rifiutano la centralizzazione che questi dispositivi comportano: ecco perché si basano su algoritmi resistenti contro gli stessi. Tale resistenza impedisce a chi li possiede di trarre maggiori profitti dal mining nella loro blockchain.

Predecessori

Prima dell'avvento degli ASIC, il mining veniva realizzato utilizzando processori CPU , GPU e FPGA . Tra questi, quelli che offrono ancora buoni margini di profitto sono gli FPGA, soprattutto per la loro potenza e versatilità. Gli FPGA sono dispositivi programmabili che contengono blocchi di logica la cui interconnessione e funzionalità possono essere configurate al momento, utilizzando un linguaggio di descrizione specializzato. La logica programmabile può riprodurre funzioni semplici, come quelle svolte da una porta logica o da un sistema combinatorio, così come sistemi complessi su un chip.

Sebbene la potenza degli FPGA sia minore di quella degli ASIC, lo sono anche il loro fabbisogno di energia elettrica, la produzione di rumore e il prezzo. Questo li rende ideali per accordi di mining di criptovalute su piccola scala.

I migliori ASIC nel mondo delle criptovalute

Canaan (Old Avalon)

Questa società si occupa della produzione dei criptominer Avalon. Questi criptominer ASIC specializzati nel mining di bitcoin hanno la caratteristica principale di essere molto economici e di avere una potenza elevata. Il suo nome originario era Avalon e, il 17 settembre 2012, ha creato i primi ASIC per bitcoin al mondo.

Un minatore ASIC Avalon

KNC

Questa è una società svizzera fondata nel 2013, specializzata nella creazione di miner ASIC e FPGA. Il suo principale vantaggio era che progettava per proprio conto i suoi chip, avendo così un'elevata partecipazione nel mining di bitcoin. Inoltre, è stata la prima a produrre in serie i chip da 28 e 20 nm.

L'azienda ha anche costruito infrastrutture per il mining di dimensioni industriali che funzionavano con energia idroelettrica, approfittando così della buona immagine che offriva l'utilizzo di energia rinnovabile e traendo vantaggio all'ora di vendere i suoi servizi. Tuttavia, a causa di problemi di liquidità e altri problemi di progettazione dei suoi dispositivi, che hanno portato a cause legali milionarie, KNC ha deciso di dichiarare fallimento e cessare tutte le attività.

I suoi due modelli più apprezzati sono stati Nettuno e Titano.

BitFury

Questa società è stata creata nel 2011, nei Paesi Bassi. L'azienda ha iniziato inizialmente con la progettazione di hardware ASIC e in seguito ha iniziato a elaborare soluzioni software. Alcune delle soluzioni software includono: risorse digitali PaaS, analisi dei dati, Lightning Network, registrazione di diritti di proprietà, voto e un centro di distribuzione.

Per quanto riguarda gli hardware, fornisce: semiconduttori e microelettronica, server, costruzione di data center, data center di container marini e raffreddamento a immersione. Inizialmente, l'hardware di mining ASIC di Bitfury si è concentrato solo sul mining su piccola scala, una situazione che si è evoluta grazie alla crescita e ai nuovi investimenti ricevuti dalla società.

Cointerra

Questa azienda è stata fondata nel XNUMX, nella città di Austin, in Texas, negli Stati Uniti. Si dedicava alla progettazione e alla produzione di sistemi ASIC per il mining di bitcoin. I suoi prodotti più apprezzati sono stati GoldStrike e TerraMiner . Entrambi erano sistemi di mining di bitcoin ad alte prestazioni. Tuttavia, nel XNUMX la società ha dichiarato bancarotta.

Bitmain

Bitmain Technologies Ltd., o semplicemente Bitmain, è una società privata con sede a Pechino, Cina, con uffici a Shenzhen, Shanghai, Chengdu, Hong Kong, Fuzhou, Stati Uniti, Israele, Paesi Bassi e Svizzera. È la più grande progettista al mondo di chip ASIC per il mining di bitcoin. La società gestisce anche Antpool, storicamente uno dei più grandi pool di mining di bitcoin.

Bitmain è stata fondata da Jihan Wu e Micree Zhan nel 2013. Prima di fondare Bitmain, Wu era un analista finanziario e amministratore di fondi di capitale privato e Zhan era un dirigente di DivaIP, una startup che consentiva agli utenti di poter vedere la televisione sullo schermo di un computer attraverso un decodificatore. Si sono conosciuti quando Zhan stava cercando di raccogliere fondi per avviare la startup.

Tuttavia, dopo aver scoperto Bitcoin ed essere diventato la prima persona a tradurre ai cinesi il White Paper di Bitcoin di Satoshi Nakamoto , si è avvicinato a Zhan alla ricerca di un nuovo chip ASIC in grado di minare bitcoin: a quel punto è stata fondata Bitmain.

Tra i miner ASIC più importanti dell'azienda c'è la serie Antminer. La linea più famosa di criptominer nel mondo delle criptovalute. Hanno una grande versatilità e varietà di modelli, nonché una comunità molto attiva nello sviluppo di proposte per migliorare le prestazioni e i servizi.

Un minatore ASIC Bitmain modello AntMiner S9

Spoondoolies

Questa è un'altra società dedicata alla produzione e alla progettazione di attrezzature di miner ASIC. Ha iniziato a operare nel 2014 e il suo amministratore delegato è Assaf Gilboa. Il suo miner più noto è la linea SP, progettata per creare mining rack.

Altre società

Se vuoi conoscere altre società e i modelli di miner ASIC che offrono, puoi fare click sul seguente link.

Un minatore ASIC di Spoondoolies

Quanto ne sai, Cryptonauta?

L'avvento degli ASIC ha migliorato la sicurezza delle criptovalute?

Certo!

Nonostante il rischio di centralizzazione che si corre, mettendo un'enorme quantità di potere di mining nelle mani dei loro proprietari, l'arrivo degli ASIC ha permesso di migliorare la sicurezza delle criptovalute a nuovi livelli. Ciò è stato possibile aumentando la potenza e la difficoltà generale della rete, impedendo ai cybercriminali di attaccarla in modo semplice ed economico.

Problemi derivati ​​dai miner ASIC

Nonostante l'intero sviluppo della tecnologia ASIC, questi dispositivi devono lottare con una serie di problemi derivati ​​dalla loro fama, tra cui spiccano i seguenti:

Truffe pre order

A causa del costo e della fama di questi dispositivi, molte persone senza scrupoli hanno colto l'occasione per portare avanti con grande successo varie campagne di truffe nei confronti degli utenti che volevano acquistare apparecchiature ASIC.

Parliamo di società fantasma e poco conosciute che offrivano ASIC a prezzi ridicoli oppure ASIC crowdfunding di alta gamma con prezzi conformi alle specificazioni ma che sono rimasti solo sulla carta e le parole sono state portate via dal vento. Le truffe pre order degli ASIC erano originariamente il modo più comune per ingannare coloro che erano interessati alla tecnologia di mining di criptovalute.

Falso cloud mining

Questo è un altro rischio legato all'evoluzione degli ASIC. Molte aziende promettono di moltiplicare i piccoli investimenti realizzati nei loro sistemi di cloud mining. Anche se i costi potenziali di queste aziende sembrano molto interessanti, la verità è che solamente usano questi dati affinché le vittime cadano nella trappola e perdano i loro soldi.

Alcuni esempi sono le aziende HashOcean, CloudThink o Bitcoin Cloud Services. Un'altra azienda segnalata da molte persone come una truffa piramidale, con la scusa di minare bitcoin nel cloud, è Bitclub Network.