Il nome Gavin Andresen è uno dei nomi più riconosciuti nel mondo delle criptovalute. È stato uno degli sviluppatori che hanno dato vita al Bitcoin come lo conosciamo ora. Così grande e riconosciuto fu il suo contributo all'epoca, che divenne il braccio destro di Satoshi Nakamoto e divenne noto come "l'uomo che ha costruito Bitcoin".

L a vita di Gavin Andresen è iniziata nella città di Melbourne, Australia l'anno XNUMX. Il suo nome originale è Gavin Bell . Alla giovane età di XNUMX anni, la sua famiglia si trasferì negli Stati Uniti, in particolare nella città di Seattle, Washington . Successivamente si sarebbe trasferito nella città di Anchorage, Alaska e infine alla Valle di Santa Ynez, California.

Durante la sua infanzia, Andresen ha mostrato un grande interesse per il mondo dell'informatica. Un interesse che si concretizzerebbe all'ottenimento della laurea in Informatica presso la Princeton University nel XNUMX . A quel punto, aveva XNUMX anni e la sua carriera lo avrebbe portato risaltare nel suo lavoro.

Inizio della sua carriera

Dopo la laurea a Princeton, Gavin Andresen ha iniziato il suo lavoro come ingegnere presso la rinomata aziendaSilicon Graphics Computer Systems (SGI) . In quella società, Andresen faceva parte del team di sviluppo dei sistemi grafici XNUMXD. Il suo lavoro si è concentrato sullo sviluppo di strumenti VRML e Apri Inventor . Entrambi facevano parte della vasta libreria software di SGI per lo sviluppo di sistemi XNUMXD, che Andresen ha contribuito a sviluppare. Tuttavia, dopo otto anni di lavoro in SGI, Andresen ha deciso di abbandonare la società. Era il XNUMX e la rivoluzione di punto com era nei suoi inizi.

Nel 1996, Andresen ha deciso di avviare un'attività in proprio. È così che ha fondato la sua azienda Software Wasabi e da lì ha creato il software SkyPaint. Questo software ha raccolto tutta l'esperienza acquisita in SGI, per formare uno strumento per la pittura e la modifica di panorami 3D immersivi. Allo stesso tempo, Andresen ha riscritto l'intera specificazione di VRML per dare origine a VRML 2.0, che migliorava le relative specificazioni.

Più tardi, nel XNUMX, Andresen con Daniel J. Woods, Alan Norton presentò la sua pubblicazione Wired for Speed: Efficient Routes in VRML XNUMX . In essa, è stato spiegato come VRML potrebbe trasformare lo sviluppo di ambienti XNUMXD attraverso i computer.

Tra gli altri sviluppi a cui ha partecipato Andresen, c'è lo sviluppo delle tecnologie VOIP per HearMe nel 2001. Ha anche sviluppato giochi online per non vedenti e vedenti in All inPlay di cui ha fatto parte fino al 2005.

Ha anche partecipato allo sviluppo di Prosper , uno strumento di gestione dei prestiti fino al XNUMX. Ha contribuito a sviluppare a CMS in Gravity Switch fino al XNUMX. Inoltre, ha lavorato nel Laboratorio di estrazione e sintesi di informazioni dell'Università del Massachusetts Amherst.

Il suo lavoro sullo sviluppo di Bitcoin

In 2009, Satoshi Nakamoto ha fatto la storia con il lancio live della sua invenzione, il Bitcoin. Tuttavia, Andresen non ne avrebbe avuto notizie fino a maggio 2010 grazie a un articolo pubblicato by InfoWorld. Gavin Andresen si interessò rapidamente al progetto e fece un acquisto di 10.000 bitcoin per la somma di $ 50 USD.

Questo primo approccio è stata una grande esperienza per Andresen. Convinto dal potenziale della tecnologia, si è subito messo al lavoro per liberare il suo primo sviluppo. Questo lavoro ha dato origine a quello che sarebbe stato il primo faucet Bitcoin nella storia del mondo crypto.

Un faucet o fonte, è un sito web che regala una certa quantità di bitcoin a chi lo visita a determinate condizioni. L'obiettivo di questi è dare bitcoins alle persone in modo che possano usarli e testare il potenziale di detta tecnologia. Il faucet di Andresen ha inizialmente assegnato cinque bitcoin (5 BTC) a coloro che lo hanno visitato. Essi sarebbero più di $ 50.000 USD al prezzo di mercato corrente. Questo sviluppo è rimasto attivo fino al 2012. Un altro sviluppo di Andresen in quel momento è stato ClearCoin. Questo era un servizio di scambio di bitcoin tramite un sistema di deposito sicuro.

Ma tutta questa esperienza ha portato Andresen anche a sviluppare codice direttamente per l'infrastruttura del Bitcoin Core, il cervello di Bitcoin. A quel tempo, Satoshi Nakamoto era responsabile dello sviluppo e Andresen ha lavorato corpo a corpo con lui. Le comunicazioni di Andresen e Nakamoto tramite e-mail e forum erano intense e stavano rapidamente guidando lo sviluppo complessivo di Bitcoin. Questo ha rapidamente trasformato Andresen in uno dei più vecchi sviluppatori di Bitcoin. Questa situazione sarebbe stata successivamente riconosciuta da Nakamoto in un modo unico.

Satoshi scompare, Andresen al timone di Bitcoin

Nel dicembre 2010, Nakamoto ha sorprendentemente pubblicato quello che sarebbe stato il suo messaggio finale nel forum BitcoinTalk. Così velocemente come era apparso, il genio dietro la creazione della tecnologia blockchain e Bitcoin spariva.

La sorpresa dietro questo annuncio sarebbe arrivata una settimana dopo. Il Dicembre XNUMX XNUMX , Andresen ha aperto un thread in BitcoinTalk in cui ha commentato quanto segue:

Con la benedizione di Satoshi e con grande riluttanza, inizierò a fare una gestione più attiva di progetti per Bitcoin. Tutti per favore siate pazienti con me; ho avuto molta esperienza nella gestione di progetti di avvio, ma questo è il primo progetto open source di qualsiasi dimensione in cui sono stato coinvolto.

Con quell'annuncio Gavin Andresen ha detto al mondo che Bitcoin e tutto il resto lo sviluppo di esso era nelle sue mani . Era sparita l'immagine diffusa di Nakamoto che ora scompariva dal mondo dello sviluppo di Bitcoin per dedicarsi ad "altre cose". Dal punto di vista di Nakamoto, Andresen era la persona giusta per portare a compimento lo sviluppo di Bitcoin, erano "buone mani".

  • Gavin Andresen mostra una serie di carte Bitcoin
  • Gavin Andresen è una delle figure più importanti dietro lo sviluppo di Bitcoin

Il restyling di Bitcoin e la nascita di Bitcoin Core

Quando Andresen ha ricevuto lo sviluppo di Bitcoin, questo era appena un gruppo di idee che erano a malapena ben articolate. Anche se la base tecnologica funzionava, c'erano molti punti ruvidi da lucidare e punti deboli da riparare. Il lavoro di Andresen era inizialmente concentrato sull'affrontare i maggiori difetti di progettazione e sulla costruzione di una solida infrastruttura di progettazione.

Nei primi mesi di lavoro, il lavoro di Andresen si è concentrato sulla riscrittura e sul miglioramento di molte parti del software Bitcoin originale. A quel tempo, lo sviluppo era nelle mani di solo cinque sviluppatori. Il lavoro ha avuto successo, sono state eliminate sezioni ridondanti, errori e problemi di sicurezza. Dopo vari mesi di riprogettazione, non era rimasto nemmeno un terzo del codice originale di Nakamoto. Finalmente il risultato di quel lavoro è stato ribattezzato come Bitcoin Core, per differenziarlo da Bitcoin e dal significato globale che aveva.

Per questo motivo non è raro parlare di Gavin Andresen come "L'uomo che ha costruito Bitcoin". Questo, poiché è stato il suo lavoro che ha finalmente posto le basi di questa criptovaluta e ha permesso alla tecnologia di evolversi.

Anche durante lo sviluppo di Bitcoin Core, Andresen è stata la prima persona a parlare di Bitcoin al governo degli Stati Uniti. Ciò lo ha fatto nel modo più sorprendente possibile: in una conferenza tecnologica guidata dalla CIA.

La Bitcoin Foundation

Parallelamente allo sviluppo di Bitcoin Core, Andresen ha presentato alla comunità l'idea di creare il file Fondazione Bitcoin. L'idea alla base della fondazione era quella di consentire lo sviluppo di strategie che porterebbero a sfruttare al massimo le capacità di Bitcoin. Con quello in mente Andresen ha proposto la formazione di questa organizzazione senza scopo di lucro, per fungere da entità centralizzata che interagirebbe con il sistema legale per quanto riguarda questioni quali il controllo del marchio e del dominio bitcoin.org.

Inoltre, la Bitcoin Foundation fungerebbe da libreria per ottenere informazioni accurate sul progetto. Tra le altre sue funzioni, servirebbe a mantenere l'economia necessaria per lo sviluppo di Bitcoin.

A settembre XNUMX, la Bitcoin Foundation era già una realtà . Nei suoi inizi,Gavin Andresen è stato nominato come scienziato, Roger Ver, Charlie Shrem, Peter Vessenes, Mark Karpeles e Patrick Murck come membri originali.

Tuttavia, l'idillio della Bitcoin Foundation è stato rapidamente contaminato. Charlie shem che nel 2014 ha ricoperto la carica di Vice Presidente della Fondazione, è stato coinvolto in uno scandalo di riciclaggio di denaro e nello scandalo di SilkRoad. Nello stesso anno scoppiò lo scandalo sui cambi Mt.Gox, che ha colpito Mark Karpeles.

La reazione dopo l'incontro con la CIA

Il mio discorso alla CIA è andato bene oggi. I corridoi sono VERAMENTE ampi e pieni di cose interessanti.

Il suo allontanamento dal progetto

Il distacco di Gavin Andresen dal progetto è iniziato dopo aver voluto intraprendere azioni di sviluppo che altri membri non hanno ricevuto bene. Lo sviluppo "Veloce e tempestoso" di Andresen ha condotto a discussioni sul fatto che le sue decisioni fossero le migliori per il progetto.

Una di queste decisioni era legata al fatto di aumentare la dimensione del blocco Bitcoin. Questa misura servirebbe a migliorare la scalabilità di Bitcoin, che iniziava ad essere limitata dalla crescita della rete. I conflitti interni hanno portato Andresen ad allontanarsi gradualmente dallo sviluppo del Bitcoin e a delegare le sue funzioni. Wladimir Van der Laan era chi prendeva la maggior parte delle decisioni nell'ambito dello sviluppo. Nelle parole di Van der Laan, Andresen "Non solo non stava scrivendo codice, non stava discutendo di sviluppo su IRC o GitHub, né rivedendo il codice."

La situazione si è accentuata al punto che Andresen ha presentato per proprio conto il noto BIP-101. Questo BIP aveva lo scopo di gettare le basi per aumentare le dimensioni del blocco Bitcoin, ma la comunità ha rifiutato la modifica. Di fronte a una situazione di fiducia compromessa, Andresen ha deciso di lasciare la direzione del progetto. Il suo successore sarebbe Van der Laan, già da tempo impegnato in questo compito.

Da allora, il lavoro di Andresen all'interno di Bitcoin è stato mirato a migliorare le sue capacità. Nel 2016 ha presentato il suo studio An Analysis of Attacks on Blockchain Consensus. Quello stesso anno, sarebbe stato nel mezzo di una controversia affermando che Craig Wright in realtà era la persona dietro lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Tuttavia, si ritratterebbe, dato che Wright non gli ha mai mostrato prove di questa affermazione. Attualmente sta lavorando attivamente su Grafene, un protocollo per la propagazione delle informazioni da parte di nodi di Bitcoin.