Timothy May è nato il 21 dicembre 1951 a Bethesda, negli Stati Uniti. Era un prolifico e noto tecnico informatico, scrittore ideologico, ingegnere elettronico e scienziato senior presso Intel all'inizio della società. Conosciuto anche come Tim May e per essere il leader più agitato del gruppo Cypherpunks.

Unessuno dei primi lavori che lo fecero conoscere, nella sua lunga carriera di ingegnere e tecnico, lo fu "Un nuovo meccanismo fisico per errori lievi nei ricordi dinamici". Questo lavoro è stato presentato insieme a Legno di Murray durante la tua permanenza in Intel. In questo lavoro vengono discussi i problemi che l'azienda ha presentato con i suoi circuiti integrati.

Successivamente, May è riuscita a identificare la fonte di questi problemi. Questi erano causati dalle particelle alfa che interagivano con le varie parti dei circuiti integrati. Le particelle alfa sono una forma di radiazione che influisce sull'affidabilità di questi circuiti. Questo perché queste particelle possono alterare il funzionamento di un circuito integrato. Sotto questo effetto, queste particelle potrebbero cambiare lo stato di un valore memorizzato. Con questa causa alterazioni negli eventi al suo interno. Ciò ha un forte impatto sull'affidabilità di questi componenti. Soprattutto in ambienti altamente radioattivi come centrali nucleari, tecnologia aerospaziale e medicina.

L'imballaggio di Intel

Grazie al lavoro investigativo di Timothy May, il problema potrebbe essere identificato e risolto. Il suo lavoro è stato in grado di verificare che il guasto fosse causato dalla confezione in ceramica che Intel e altre società utilizzate nei loro circuiti. Questo era generalmente fatto di argilla e non era adatto per deviare questo tipo di radiazioni. Ciò ha portato alla modifica delle proprietà di detto materiale. Per migliorare la loro efficienza, hanno aumentato il carico su ogni cella per ridurre la sua suscettibilità alle radiazioni.

Più tardi Timothy C.May y Legno di Murray, hanno presentato il loro lavoro congiunto "Errori morbidi indotti da particelle alfa nei ricordi dinamici" (Le particelle alfa inducono errori nelle memorie dinamiche) . Questo lavoro è stato pubblicato sulla rivista Transazioni IEEE su dispositivi elettronici nel gennaio 1979. Con questo lavoro May e Wood vennero premiati IEEE WRG Baker in 1981.

Come riportato nel 1993 dalla pubblicazione Wired, Timothy May si è "ritirato" da Intel all'età di 34 anni e aveva abbastanza scorte per "non dover mai lavorare a girare hamburger da Wendy's" (la terza catena di fast food d'America)

Tim May, il leader cypherpunk

Successivamente T. May è diventato un membro fondatore (insieme a Eric Hughes e John Gilmore) dall'elenco di posta elettronica di Cypherpunks. Tra gli anni 1992 e 2003, è stato uno dei membri più attivi della lista, scrivendo ampiamente su crittografia e privacy. Come si è detto, nel mezzo di 1988, Pubblicato in maggio "The Crypto Anarchist Manifesto" (The Cryptoanarchist Manifesto) e lo distribuì quell'anno alla CRYPTO'88 e alla Hackers Conference. In questo testo, May promuove attivamente la necessità di un mondo connesso tramite mezzi crittografici a proteggere la privacy y mantenere l'anonimato. Tutto questo per evitare che i governi e le istituzioni di regolamentazione nel mondo violino la cosa più importante di ogni cittadino: la tua libertà e i diritti civili. Questo documento diventerebbe la base fondamentale del pensiero criptoanarchico e la base per l'emergere delle criptovalute.

Nel settembre 1992 Timothy May lesse questo testo alla prima riunione ufficiale del Cypherpunks e successivamente, nel settembre 1994, T. May ha pubblicato "Il progetto Cyphernoil mico" lavoro dove ha incluso anche il Manifesto. Cyphernomicon ha la forma di "Domande frequenti", è organizzato per sezioni e contiene molte brevi note con idee e domande spiegate da una prospettiva cypherpunk, che sostiene l'uso di una crittografia avanzata per garantire la privacy negli scambi di valore e informazioni. nel mezzo digitale.

Nel dicembre 1994, ha anche pubblicato la scrittura "Crypto Anarchy and Virtual Communities" (Cryptoanarchia e Comunità Virtuali). In questo documento May ha parlato apertamente della necessità di sistemi crittografici forti e tecnologie correlate. Ha anche raccontato l'impatto delle comunità virtuali, comprese le reti, le comunicazioni anonime, MUD, MOO, e realtà virtuali del tipo "Multiverso". In seguito a questi risultati iniziali, le attività di May si sono concentrate principalmente sul servire come attivista per il criptanarchismo.

Visionario e anche controverso

Timothy May morto per cause naturali, nella sua casa situata in California il 13 dicembre 2018. Dopo essere morto, New York Times, dedicato un reportage della sua vita in cui spicca quanto segue:

“Il signor May si è mantenuto a una certa distanza dal mondo reale, conducendo una vita isolata. Scriveva spesso su armarsi e aspettare che comparissero agenti del governo. Dopo il declino dei Cypherpunk all'inizio degli anni 2000, ha iniziato a esprimere opinioni razziste ad altri gruppi online.

Nonostante abbia alienato molti dei suoi ex alleati, alcune delle sue idee sono tornate in auge con la recente ascesa di WikiLeaks e Bitcoin e la crescente preoccupazione per la sorveglianza del governo ".

Timothy C. May, primo sostenitore della privacy su Internet, muore a 66 anni 

Nathaniel Popper - New York Times

Da Bit2Me abbiamo voluto fare almeno un cenno simbolico alla settimana della sua morte e abbiamo pubblicato questo breve thread:

Fino ad oggi, non c'è dubbio che è stato un personaggio controverso ma con una prospettiva molto influente.

"Timothy May era in anticipo sui tempi, sapeva come capire cosa sarebbe successo e cosa le tecnologie nascoste avrebbero portato con sé".

Steven Levy su Timothy C. May dopo aver scritto su di lui per Wired e nel suo libro Crypto (2001)