Benvenuto in un altro tutorial di Bit2Me Academy. In questo articolo parleremo di come calcolare la commissione per effettuare una transazione in bitcoin o in un'altra criptovaluta. Scoprirai il valore della comissione che dovrai pagare affinché la tua transazione venga accettata.

Dobbiamo ricordare che, per poter confermare tutte le transazioni Bitcoin, è necessario fare una "donazione" alla rete. Ciò significa che bisogna pagare una piccola commissione che il miner riceverà per convalidare la tua transazione.

Le commissioni su Bitcoin, così come per quasi tutte le criptovalute, non vengono pagate in base al valore dell'importo inviato. Cioè, se invii 1000 bitcoin, non paghi di più che se ne inviassi 0.1: non è una percentuale o una valutazione. Può capitare, infatti, che si paghi di più inviando 0.1 bitcoin, che 1000 o un milione di BTC.

A questo punto ti chiederai perché sia così. Bene, in questo nuovo tutorial di Bit2Me Academy imparerai a capire in dettaglio quali fattori determinano il costo di una transazione. Oltre a capire in che maniera far sì che una commissione permetta che la transazione Bitcoin arrivi nel minor tempo possibile.

Cosa determina il costo di una transazione?

Su Bitcoin, dal momento che parliamo di denaro puramente digitale, la commissione di una transazione è determinata dalla quantità di spazio che questa occupa sul disco. Questa grandezza è data in unità di byte. Pertanto, non importa quale sia il valore della transazione. Ciò che importa è la sua dimensione a livello informatico.

In tal senso possiamo dire che:

La commissione non è fissa né imposta; è l'utente che determina quanto è disposto a pagare in base alle proprie necessità.

In base a quanto detto su come funzionano le transazioni, non è necessario che una transazione abbia un'unica entrata e un'unica uscita. Piuttosto, può essere costituita da vari input e output. In base a ciò, la transazione avrà più o meno contenuto, ovvero occuperà più byte sul disco.

È come se fosse un'azienda di trasporti: non ti fanno pagare per il valore del contenuto, ma per la dimensione della scatola. In ogni caso, il costo del trasporto è determinato dalle dimensioni della scatola necessaria per trasportare ciò che desideri.

Quanto tempo ci vuole per confermare una transazione?

Un'altra domanda che i nuovi arrivati ​​nel mondo delle criptovalute spesso si pongono è: quanto tempo ci vuole per ricevere la conferma o la convalida delle nostre transazioni?. Ebbene, per quanto riguarda Bitcoin (e altre criptovalute) questo punto è strettamente correlato al valore della commissione pagata e al livello di carico della rete dei miner.

Quando la rete dei miner Bitcoin è sovraccarica, la conferma della transazione tende a tardare. Questo perché la capacità della rete viene superata dalla domanda di transazioni che vengono eseguite. In poche parole, viene generata una lunga lista d'attesa di transazioni che aspettano di essere confermate. Una lista d'attesa che possiamo vedere riflessa nel MemPool.

Allora, cosa succede se paghiamo una commissione più alta?. Bene, avrai semplicemente una priorità più alta. Il motivo è molto semplice: i miner vogliono guadagnare e quindi quanto più alte sono le commisisoni che paghi, più velocemente prenderanno in carico la tua transazione per confermarla. In poche parole, maggiore è la commissione, più velocemente riceverai una conferma. Ma certamente, il fatto che tu paghi di più non renderà più preciso l'orario di conferma, ti darà solo una priorità più alta. Questo perché entrano in gioco anche altri fattori, che possono incidere sulla velocità delle conferme.

Questo è il motivo per cui, quando Bitcoin viene utilizzato molto in determinati periodi, e dato che un blocco su Bitcoin può avere una determinata dimensione (fino a 4 MB utilizzando SegWit), i miner danno la priorità a coloro che pagano di più. Di conseguenza inizia un'escalation del costo della commissione. Questo perché ci sono persone che hanno bisogno che la loro transazione venga consegnata il prima possibile e pertanto aumentano il prezzo (pagano più commissioni). Chi paga poco resta in fondo al mempool.

Cioè, la dimensione del blocco su Bitcoin fa sì che in determinati momenti il ​​costo di una transazione sia esorbitante poiché i miner sono liberi di scegliere quali transazioni prendere dal mempool per aggiungerle a un blocco; non seguono l'ordine di arrivo.

Infine, bisogna capire che Bitcoin non aggiunge blocchi ogni 10 minuti, ma in media ogni 10 minuti. Forse il prossimo blocco a partire da adesso sarà in 8 minuti o 35, 10 minuti come media degli ultimi blocchi del 2016. Cosa significa questo? Bene, potresti pagare la commissione consigliata, la rete non è sovraccarica e la transazione richiede 35 minuti, ad esempio.

In sintesi, ci sono tre variabili principali che determinano quando una transazione potrà essere confermata:

  • La grandezza della transazione.
  • Sovraccarico di rete.
  • Il tempo in cui i blocchi vengono minati.

Di che commissione ho bisogno per l'elaborazione della mia transazione?

Tenendo conto che una transazione con 1 input (o accesso da cui provengono questi bit) e 2 output (uscita) occupa circa 250 byte, circa 150 satoshi / byte dovrebbero bastare affinché la transazione venga elaborata il prima possibile.

Ma attenzione! Devi tenere in considerazione i tre punti sopraindicati. La stima precedente è teorica, non ha alcuna validità, se non un calcolo approssimativo, perché ogni transazione può essere composta in modo diverso e lo stato della rete può essere diverso in ogni momento. Se, ad esempio, una transazione ha molti input poiché il saldo del portafoglio è distribuito in tanti indirizzi con un piccolo importo, probabilmente la commissione da pagare per la transazione deve essere più alta.

Ovviamente si è sempre liberi di aggiungere la commissione desiderata, così come miner sono liberi di convalidare le transazioni che vogliono.

Come viene calcolata la commissione appropriata?

La commissione (o fee) ottimale affinché una transazione Bitcoin venga confermata rapidamente (in 1 blocco) è imposta dalla rete e NON è sempre la stessa.

  • Ogni transazione Bitcoin occupa uno spazio, cioè pesa X byte.
  • La rete è sempre in uno stato di sovraccarico.
  • Questo peso viene moltiplicato per il rapporto satoshi / byte che la rete contrassegna come il migliore in quel dato momento e si ottiene la cifra totale della commissione appropriata per una rapida conferma.
  • Il risultato viene dato in satoshi.

Per determinare l'etità della transazione dobbiamo eseguire una procedura tecnica relativamente semplice. Innanzitutto, per calcolare il peso bisogna prendere le entrate e le uscite firmati con la chiave privata, convertirli in esadecimali e ricavarne la dimensione in byte.

Dopo questo passaggio, se la transazione pesa 226 byte e la tariffa impostata dalla rete è di 220 satoshi / byte, ci resterà da fare quanto segue:

226 byte * 220 sat / byte = 49720

Ciò significa che la commissione ottimale per questa transazione è di 49720 satoshi. Il che equivale a 0,0004972 bitcoin.

Ovviamente, questo è molto più semplice quando si usano i wallet o portafogli, poiché essi hanno già delle calcolatrici incorporate. Quindi non romperti la testa, ti lasciamo alcuni strumenti che possono aiutarti per queste operazioni.

Servizi indicativi della commissione consigliata

Il modo migliore per sapere che commissione pagare per una transazione è quello di seguire i suggerimenti di servizi specializzati. A volte i portafogli stessi offrono dei suggerimenti (ma non tutti i portafogli eseguono il calcolo correttamente).

Al fine di stimare le commissioni a seconda dell'urgenza con cui si vuole portare a termine la propria transazione, sono stati sviluppati diversi strumenti da poter consultare per calcolare la commissione approssimativa per la transazione.

Che strumenti sono? Ecco i nostri 5 preferiti:

  • Bitcoin Fees di earn.com: Uno dei migliori servizi. Offrono la rappresentazione in satoshi, bit, mBTC o BTC della transazione più veloce ed economica da realizzare. Come abbiamo fatto in precedenza, ricordiamo che questa commissione è del tutto approssimativa. E sebbene il web realizzi un calcolo molto accurato, quest'ultimo varia a seconda delle altre transazioni sulla rete. Ecco perché può essere utile controllarlo di tanto in tanto.

Commissione di transazione Bitcoin

  • Unconfirmed-tx di btc.com: dall'idea di Bitcoin Fees, questo strumento statistico del portale btc.com ci permetterà di ottenere consigli sulle attuali commissioni di transazione in satoshi / byte e BTC / KB.
  • Bitcoinfees Feesim: questo portale permetterà di filtrare per: 1 minuto, 30 minuti, 3 ore o 1 giorno e vedere il rapporto di commissione in satoshi per kB per avere un 90% di probabilità per confermare 1, 2, 3, 6 e più di 6 blocchi.Bitcoinfees Feesim
  • Fee estimates di statoshi.info: portale dove è possibile vedere graficamente le commissioni di transazione consigliate per confermare 2, 3, 4, 5, 6, 10, 20 e fino a 25 blocchi nel caso in cui non si abbia fretta di confermare.
  • Fee estimation di p2sh.info: molto simile a statoshi.info ma in questo caso è possibile solamente vedere le commissioni per una conferma nei prossimi 1-2 blocchi, 3 o 6.

Alcuni portafogli in cui è possibile modificare la commissione

  • Bitcoin Core: Con lo stimatore Bitcoin Core , che è un portafoglio desktop, si può vedere quanto bisogna aggiungere in termini di commissione per avere una probabilità del 95% di essere confermato in N blocchi.
  • Bitcoin Wallet sviluppato da Schildbach: in questo portafoglio si può scegliere tra 3 modalità di priorità. Economica, media e veloce. Ognuna di esse aggiungerà la commissione consigliata per la transazione.
  • Electrum: questo portafoglio è anche il preferito di molti utenti e ha un controllo dinamico. Ciò consente di impostare la commissione desiderata ogni volta che ci si prepara a effettuare un pagamento con BTC. L'hai mai provato?
  • Altri portafogli, come Bit2Me Wallet calcolano la commissione consigliata per entrare nel blocco successivo al fine di semplificare agli utenti le operazioni.