La decentramento è uno dei pilastri della costruzione dei servizi Web3 al fine di coCostruisci servizi che sfruttano le nuove tecnologie come blockchain, e quindi fornirci il controllo totale del contenuto, una migliore sicurezza e privacy.

Lun Web3, Web semantico o Web decentralizzato, è una costruzione in cui la tecnologia blockchain e smart contract sono i protagonisti. Pertanto, Web3 è una nuova evoluzione del Web che ci consente di leggere-scrivere-adeguare ciò che scriviamo in questi servizi Web. Servizi che, a loro volta, evolvono da sistema centralizzato a sistema completamente decentralizzato.

La Web3 È l'unione di tecnologie come il Web semantico, l'intelligenza artificiale, l'introduzione della tecnologia 3D, la realtà virtuale, nonché l'arrivo della tecnologia blockchain, delle reti e dei servizi. P2P per accedere a queste nuove potenti applicazioni.

Quindi, la base del funzionamento di Web3 è il decentramento ed è lì che la tecnologia blockchain fa la sua comparsa. La capacità della blockchain di fungere da database decentralizzato consente alle applicazioni Web di interagire con gli utenti. In questo modo, gli utenti possono eseguire operazioni che verrebbero registrate nella blockchain in modo tale che in ogni momento avremmo quanto segue:

  1. Una cronologia di ogni azione dell'utente.
  2. Una pseudo-identità collegata a quell'utente.
  3. La possibilità per gli utenti di acquisire, trasmettere, creare e modificare qualsiasi cosa all'interno dell'app in modo sicuro attraverso l'uso della crittografia.
  4. Pertanto, con ogni operazione in un'applicazione Web3, faremmo effettivamente una transazione registrata nella blockchain.

Per consentire l'integrazione tra il mondo Web e la blockchain, era necessario creare un ponte che permettesse di unire entrambi i mondi. Questo bridge utilizza, da un lato, le tecnologie Web già note come JavaScript progettare interfacce e logiche in modo che gli utenti possano interagire con l'applicazione dal proprio browser o smartphone. Dalla blockchain, invece, ci sono i smart contract in grado di creare e gestire tutta la logica blockchain.

Perché è necessario il decentramento in Web3?

Il decentramento in Web3 è essenziale per costruire servizi a cui è possibile accedere senza alcun ostacolo. Pertanto, interagire con le applicazioni Web3 (o DApp) può essere semplice come aprire un'applicazione desktop, mobile o Web, che si collega a una rete blockchain o alla propria rete P2P, per rendere disponibili i prodotti e i servizi forniti da tale applicazione .

In tutta quella relazione, la tua interazione con detta applicazione ti rende parte di quella rete decentralizzata. In questo modo, la rete non può censurare o vietare completamente l'accesso a quella rete. Prendi, ad esempio, la rete BitTorrent, che, pur non essendo un esempio di Web3, è un chiaro esempio di decentramento.

Condividere i dati attraverso questa rete è semplice come condividere un file .torrent o un collegamento "magnet". Pertanto, da qualsiasi parte del mondo per avere accesso a detto file, scaricarlo e continuare a condividere lo stesso file con altri che desiderano accedervi. Nella rete BitTorrent, il peer banning o la blacklist è possibile, ma è così disapprovato e la sua incidenza è così piccola che la sua pratica può essere trascurata. Questo chiarisce una cosa: BitTorrent ti consentirà di scaricare il file che desideri, senza chiedere nulla al riguardo.

Con la blockchain, le possibilità di creare applicazioni come BitTorrent crescono in modo esponenziale. La possibilità di creare applicazioni eseguite in modo decentralizzato. Applicazioni sempre attive e alle quali possiamo accedere senza impedimenti, è un passo in più verso il decentramento. Un esempio di questo può essere visto in applicazioni come Aether, che funziona come una sorta di Reddit totalmente decentralizzato. Altri esempi possono essere visti in DTube (uno YouTube decentralizzato), Web3Torrent, tra gli altri che ci consentono qualcosa di molto importante: avere il controllo dell'accesso a detta applicazione in ogni momento.

Decentramento sul Web3

La decentralizzazione in Web3 e la sua relazione con il metaverso

Un punto in cui il decentramento di Web3 gioca un ruolo chiave è la costruzione di metaversi. I metaversi non sono una novità al mondo, tuttavia la loro costruzione in quanto tale è sempre stata limitata e soprattutto centralizzata. Progetti come Habbo Hotel o Second Life sono un esempio dell'enorme interesse e potenziale dei metaversi, ma anche dei limiti che la centralizzazione esercita su di essi.

Tuttavia, l'arrivo della blockchain e la sua capacità di decentralizzare il mondo ha completamente cambiato la portata di questo tipo di costruzione. Prima di tutto, l'accesso ai metaversi decentralizzati è possibile per chiunque. Inoltre, questi metaversi decentralizzati sono generalmente costruiti per mezzo di Software Libero e organizzazioni con governance comunitaria, che vigila sullo sviluppo del metaverso e la sua espansione funzionale e tecnologica. Pertanto, i metaversi sostanzialmente decentralizzati garantiscono interazioni libere e sviluppo intorno alla comunità.

A questo punto, il decentramento di Web3 è essenziale, perché fornisce non solo gli strumenti per costruire il metaverse in quanto tale, ma anche altri elementi che vi vengono aggiunti. Ad esempio, puoi costruire un metaverso come Decentraland sulla tecnologia blockchain, contratti intelligenti e mantenerlo decentralizzato.

Ma grazie a questa natura, chiunque può creare un'app o una funzionalità speciale in grado di interfacciarsi con Decentraland e aggiungere una funzionalità che è ben (o male) accolta dalla community. Fondamentalmente, il decentramento di Web3 dà alla comunità la possibilità di creare nuovi spazi e funzioni che possono interagire e persino interconnettersi con altri metaversi, su altre catene e molto altro. Pertanto, l'innovazione e la costruzione di questi spazi possono crescere in modo esponenziale e avvantaggiare entrambi i concetti senza alcun limite.

Il decentramento di Web3 e la sua relazione con il metaverso

Quanto sai, Cryptonuta?

La decentralizzazione totale è impossibile da ottenere in Web3?

FALSO!

Raggiungere il decentramento completo in Web3 non è impossibile. Tuttavia, se è un lavoro duro per il quale devono ancora essere compiuti molti passaggi. Progetti come Ankr sono solo un piccolo passo avanti, ma nella giusta direzione.

L'attuale Web3 è davvero decentralizzato?

Tuttavia, a questo punto in cui possiamo già interagire con molte applicazioni Web3, dobbiamo porci la domanda: l'attuale Web3 è davvero decentralizzato? La risposta breve è: No. E per quanto scioccante possa essere, questa è la realtà oggi, una realtà che deve essere accettata, rivista e superata.

Mettiamo per esempio OpenSea. Questa conoscenza mercado delle NFT è considerata una delle DApp (Applicazioni Decentralizzate) più importanti dell'ecosistema Ethereum, Poligono y solario. E diciamo "DApp", anche se la verità è che OpenSea così com'è, è lontano dal decentramento. Se provi ad accedere a OpenSea da un paese bandito dagli Stati Uniti, non potrai entrare e goderti i suoi servizi, che, tra l'altro, non sono né militari né di spionaggio né malevoli. Un mercato semplice NFTs pone il veto all'accesso ai propri utenti perché dipende da infrastrutture di terze parti create per filtrare chi può e chi non può accedere a detto sito Web e quindi alla DApp, il tutto per volontà di una terza parte.

Di fronte a questa realtà, molti nella comunità tendono a rispondere che la "DApp" di OpenSea è presente Ethereum e i loro contratti intelligenti sono disponibili per tutti. Quest'ultimo è vero, ma dimenticano che interagire con uno smart contract non è affatto facile e, per un principiante, è come gestire un aereo passeggeri in picchiata, a motori spenti e senza comandi di volo. OpenSea non è solo "i contratti intelligenti su Ethereum", è la sua interfaccia e tutto il lavoro che rende l'utilizzo di OpenSea facile per tutti coloro che utilizzano l'applicazione.

Un problema fondamentale da superare

D'altra parte, i problemi del decentramento di Web3 oggi sono molto più grandi e centrali. Per esempio, MetaMask è un portafoglio Web3 molto facile da usare e apre le porte a molte DApp su reti diverse. Ma la verità è che il suo uso è la cosa più centralizzata che esiste a questo punto. se usi MetaMask Sulla rete Ethereum, tutto ciò che fai passa nelle mani di ConsenSys. Ciò include la sua infrastruttura del servizio Infura, la sua Informativa sulla privacy e i Termini di servizio. In effetti, in un'occasione "per errore" hanno posto il veto all'accesso a diversi paesi del mondo. Relazione? Tutti i paesi bloccati hanno il veto imposto dagli Stati Uniti e, comprensibilmente, ConsenSys è una società americana.

È chiaro a questo punto che l'attuale Web3 non è completamente decentralizzato e, sebbene ci siano molti progressi nel realizzarlo, abbiamo ancora molta strada da fare per ottenere un vero decentramento in Web3.