Uniswap è un protocollo di scambio decentralizzato (DEX) che ha assunto un ruolo enorme nel mondo delle criptovalute grazie al suo particolare sistema operativo. Un dato che lo ha portato a una crescita costante ea diventare il più grande DEX nel mondo crypto.

Unon del protocolli di scambio decentralizzati (DEX) i più famosi che operano nel blockchain de Ethereum attualmente è Uniswap. Ma Uniswap è molto più di un DEX, infatti questo protocollo fornisce molte altre funzioni aggiuntive per gli utenti di DeFi su Ethereum. Ha anche recentemente lanciato il suo token di governance chiamato UNI con il quale cerca di aumentare la crescita e l'interesse per la piattaforma. Ecco perché Uniswap è diventata oggi una delle piattaforme più utilizzate in questo ecosistema.

In questo capitolo imparerai a conoscere in dettaglio Uniswap, il suo funzionamento e le sue caratteristiche. Così saprai tutto ciò che questo grande protocollo del mondo ha da offrirti DeFi.

ACQUISTA UNISWAP SU BIT2ME

Uniswap, l'origine

Uniswap è nato come un progetto progettato per offrire due funzioni: in primo luogo, servire come DEX all'interno dell'ecosistema Ethereum. In secondo luogo, fungere da protocollo di liquidità automatizzato (market maker automatizzato o AMM).

Il fatto che Uniswap si affidi a Ethereum e ai suoi contatti intelligenti per raggiungere questo obiettivo garantisce che non è richiesto alcun tipo di centralizzazione per il suo funzionamento. Si integra anche con il gran numero di gettoni ERC-20 quello esiste

Insomma, Uniswap è un sistema completamente autonomo che segue solo una cosa: la propria programmazione, trasparente e immutabile.

Gli inizi del progetto sono piuttosto singolari perché tutto è iniziato con una serie di post creati da Vitalik Buterin nel 2017. Il primo di loro era su reddit, dove Buterin ha immaginato la possibilità di creare DEX su Ethereum. In effetti, questo primo post è stato il trigger per diversi progetti di questo tipo. Più tardi, nel marzo 2018, Buterin ha nuovamente sfoggiato la sua conoscenza in un altro post rivolto ai market maker decentralizzati. A questo punto Hayden adams ha pubblicato la tua idea, mostrando qual è la tua primo contratto per Uniswap.

Da allora, Uniswap è stato un progetto in continua evoluzione e sviluppo, che lo ha portato a diventare uno dei più grandi sistemi Ethereum DeFi oggi.

Interfaccia utente Uniswap

Come funziona Uniswap?

Il funzionamento di Uniswap si concentra su due punti: primo, fornire un mezzo di scambio decentralizzato (DEX) ai propri utenti, E al secondo posto, fornire un mezzo per creare un protocollo di liquidità automatizzato (AMM).

Nel primo caso, Uniswap funziona esattamente come gli exchange che usiamo abitualmente. Cioè, chiediamo un cambio da una valuta all'altra, e questo cambiamento viene effettuato dalla piattaforma, in questo caso in modo completamente decentralizzato. La cosa positiva di Uniswap a questo punto è che il controllo dei fondi è sempre nelle mani dell'utente (simile al protocollo 0x), e la seconda cosa è che a causa dell'ampia base di utenti e fornitori di liquidità (LP) della piattaforma, c'è sempre una risposta rapida per gli scambi.

Tuttavia, in questo secondo aspetto c'è un cambiamento importante rispetto ad altre piattaforme AMM, e cioè che Uniswap funziona sotto un design chiamato Costante Product Market Maker (CPMM). Ciò che questo modello operativo fa è creare riserve di liquidità (o pool di liquidità) con cui i trader possono negoziare rapidamente.

Sì, stiamo parlando dei pool di liquidità che vengono mantenuti dagli utenti che desiderano assumere questo ruolo, che sono incoraggiati a investire in questi pool per ottenere commissioni per la loro partecipazione ad essi. Questo punto è ciò che ha reso Uniswap una piattaforma interessante per gli utenti, poiché l'iniezione di liquidità significa più profitti, e dando origine ad un fenomeno molto di moda attualmente, il estrazione di liquidità o estrazione di liquidità.

Creazione di mercati e profitti

L'obiettivo di questa operazione è chiaro: creare grandi pool di criptovalute pronte per essere scambiate e, di conseguenza, generare profitti per i fornitori di liquidità e la piattaforma in quanto tale. Inoltre, questi pool sono configurati in modo tale che i fornitori di liquidità debbano depositarvi due token. In genere questi token sono ETH o alcuni token ERC-20 supportati dalla piattaforma, inclusi gli stablecoin. L'idea alla base di questo è creare un sistema di liquidità bilanciato che consenta la creazione di opzioni di scambio che interessano i fornitori di liquidità e gli utenti della piattaforma.

Ad esempio, se i fornitori di liquidità creano un pool DAI / ETH, devono inserire il valore in ETH e DAI. Una volta creato il pool, apparirà elencato in Uniswap e gli utenti potranno richiedere scambi al suo interno.

Ad esempio: se Maria vuole scambiare i suoi 100 DAI con ETH, tutto ciò che dovrà fare è andare al pool DAI / ETH, fare una richiesta di scambio e attendere che venga elaborata. Il risultato è che il pool DAI / ETH prenderà il 100 DAI di Maria e le invierà $ 100 in ETH. Alla fine, questo cambiamento si rifletterà sulla liquidità del pool ETH / DAI, poiché ha guadagnato 100 DAI e perso $ 100 in ETH. Tuttavia, María riceverà il totale meno la commissione di servizio, che rimane in Uniswap e viene distribuita tra i generatori di liquidità.

Sistema di controllo prezzi e creazione pool

Tuttavia, in Uniswap è importante considerare alcune situazioni. Prima di tutto, qualsiasi token può essere elencato in Uniswap. Per fare ciò, tutto ciò che serve è creare una coppia di scambio insieme al rispettivo pool e aggiungere liquidità. Quindi, ad esempio, potremmo essere in grado di creare il nostro token $ MONEY (questo è un token fittizio) ed elencarlo in Uniswap creando un pool $ MONEY / ETH. A questo punto, quello che dobbiamo fare è aggiungere liquidità che in questo caso potrebbe essere $ 20 nel token $ MONEY e $ 20 in ETH. Con questo avremo creato un pool pronto per operare in Uniswap.

Chi determina il prezzo di cambio?

Il prezzo di acquisto e vendita è determinato dal software, lo stesso smart contract lo determina. Per fare ciò, usa questa equazione costante:

x * y = k.

Qui xey si riferiscono al numero di token ETH ed ERC-20 all'interno del pool e k è un valore costante. Questa equazione utilizza l'equilibrio tra i token ETH ed ERC-20 e l'offerta e la domanda per determinare il prezzo di un particolare token.

Ogni volta che qualcuno acquista $ MONEY con ETH, l'offerta di $ MONEY diminuisce mentre l'offerta di ETH aumenta, il che alla fine si traduce in un aumento del prezzo di $ MONEY.

Di conseguenza, il prezzo dei token su Uniswap può cambiare solo se vengono effettuati scambi. Fondamentalmente ciò che Uniswap sta facendo è bilanciare il valore dei token e scambiarli in base a quante persone vogliono acquistarli e venderli.

Inoltre, questo aiuta anche a non esaurire la liquidità del pool ad un certo punto. Il motivo è che questo equilibrio di prezzo cerca sempre di offrire il miglior prezzo di scambio nei pool, consentendo a tutti loro di avere livelli di partecipazione all'interno dello scambio in base all'interesse mostrato da utenti e fornitori nel loro utilizzo.

Generazione di token pool

Un altro punto importante nel funzionamento di Uniswap è la generazione dei token pool. Prima di tutto, dovresti tenere presente che ogni volta che nuovi token vengono iniettati in un pool di liquidità Uniswap, il fornitore di liquidità (LP) riceve un "token pool", che è anche un token ERC-20. .

Ciò significa che i pool di token vengono creati ogni volta che i fondi vengono depositati nel pool di liquidità e, come token ERC-20, i pool di token possono essere liberamente scambiati, spostati e utilizzati in altre DApp. Quando i fondi vengono recuperati, i gettoni pool vengono bruciati o distrutti.

Quale profitto distribuisce Uniswap in cambio dei token Pool?

Ogni token pool ricevuto rappresenta la quota dell'utente del totale delle attività del gruppo e la quota della commissione di negoziazione dello 0,3% del gruppo o pool di liquidità a cui partecipa. In poche parole, il gettone pool è il mezzo con cui gli LP ricevono le loro ricompense all'interno di Uniswap.

Quando un utente desidera ritirare i propri vantaggi, deve trasferire i token del pool al contratto intelligente del pool, ricevendo la sua quota dello 0.3% delle commissioni che il pool ha raccolto.

Quanto sai, Cryptonuta?

Il token UNI mira a trasformare Uniswap in una piattaforma più ampia?

Certo!

La nascita del token UNI è sicuramente una strategia per attrarre più fornitori di liquidità consentendo loro uno strumento con cui migliorare il proprio mining di liquidità e rendere le operazioni di agricoltura sulla piattaforma. Il risultato? Uniswap si è fortemente apprezzato dal lancio del token e l'attività di scambio e liquidità è aumentata costantemente.

Uniswap V2, migliorando il protocollo e guardando al futuro

Nonostante Uniswap sia un ottimo protocollo, nasce con una particolarità: la necessità di utilizzare wETH (ETH avvolto) per le sue operazioni, come con il protocollo 0x. wETH funge da ponte per utilizzare Uniswap, tuttavia, il suo utilizzo rende l'utilizzo del sistema più complesso e lo rende più costoso.

Tuttavia, questo problema è stato risolto con il rilascio di Uniswap V2, la seconda versione del protocollo. Uniswap V2 consente lo scambio diretto di ETH con ERC-20, rimuovendo Wrapped Ether (WETH) dall'equazione quando possibile. Grazie a ciò e al crescente interesse per la DeFi, l'avvento del yield farming e del liquidity mining, Uniswap stava guadagnando sempre più trazione nell'ecosistema.

Infatti, recentemente Uniswap V2 ha avuto il suo aggiornamento più rilevante del 2020: creando il tuo token UNI.

Con questo proprio token, Uniswap consente ai propri utenti di guadagnare token iniettando liquidità nel protocollo, consentendo un sistema di estrazione di liquidità più in linea con le tendenze attuali in altri protocolli come Compound o Balancer che hanno fatto movimenti dello stesso tipo.

Inoltre, questo token servirà per collaborare alla governance del protocollo, potendo votare nel processo decisionale del protocollo. Tuttavia, il token è molto recente e questo deve ancora essere dimostrato.

Uniswap che mostra le informazioni sul protocollo

Il token UNI, un token per la governance decentralizzata di Uniswap

Il lancio del token UNI è stato effettuato il 16 settembre 2020, ed è stato distribuito tramite un airdrop seguendo questi parametri:

Creazione di 1.000 milioni di UNI nel suo numero di genesi, che sarà disponibile nel corso di 4 anni. L'assegnazione iniziale durante questi quattro anni è la seguente:

  • 60,00% per i membri della community Uniswap (600.000.000 UNI)
  • 21,51% per i membri del team e futuri dipendenti con un premio di 4 anni (215,101,000 UNI)
  • 17,80% per investitori aventi diritto a 4 anni (178.000.000 UNI)
  • 069% per consulenti con diritti acquisiti oltre 4 anni (6,899,000 UNI)
  • Un tasso di inflazione perpetuo del 2% annuo inizierà dopo 4 anni, assicurando la partecipazione e il contributo continui a Uniswap a spese dei titolari passivi di UNI.

Inoltre, chiunque abbia utilizzato Uniswap prima del lancio del proprio token UNI può richiedere 400 token UNI. Questo in effetti ha significato che molte persone sono state in grado di richiedere fino a $ 1000 USD in token il loro primo giorno, portando a un alto grado di utilizzo della piattaforma.

Raggiungere i giganti e spingere Ethereum al limite

Un altro punto importante di Uniswap è che con il lancio del suo V2, è stato in grado di battere alcuni record nel mondo delle criptovalute. Prima di tutto, è diventato uno degli exchange decentralizzati più utilizzati. Ma non finisce qui, il 1 settembre 2020 Uniswap supererebbe i mille miliardi di dollari di volume scambiato all'interno della piattaforma. A questo punto Uniswap avrebbe un volume ancora maggiore dell'exchange centralizzato Coinbase, rendendo molto chiare le potenzialità di questa piattaforma.

Il ritmo degli scambi all'interno di Uniswap è stato mantenuto per 5 giorni consecutivi, superando una media di 600 milioni di dollari. Ciò, tuttavia, ha portato a nuovi livelli di saturazione nella rete Ethereum, con un ampio impatto sulle transazioni del resto delle applicazioni che fanno uso di questa blockchain.

Pro e contro di Uniswap

Vantaggi

  1. È un sistema completamente decentralizzato.
  2. L'accesso al protocollo può essere effettuato utilizzando qualsiasi portafoglio web3 (MetaMask) e creare applicazioni personalizzate su di essi.
  3. Possibilità di creare uno scambio per qualsiasi token ERC-20.
  4. È un progetto senza scopo di lucro e completamente open source.
  5. Il trading all'interno della piattaforma è poco costoso.
  6. I pool di liquidità offrono buoni livelli di profitto per i loro fornitori.

Svantaggi

  1. L'utilizzo del gas dalla piattaforma è elevato. Dati gli attuali problemi di scalabilità di Ethereum, le tariffe per il sistema e le sue operazioni sulla blockchain risultano essere piuttosto costose.
  2. Uniswap è altamente sperimentale come quasi tutte le attuali tecnologie DeFi. Per questo motivo, devi essere consapevole che tutto può andare storto, molto storto con il rischio di perdere i tuoi soldi se non sai cosa stai facendo.
ACQUISTA UNISWAP SU BIT2ME

Link di interesse

Web Ufficiale

Uniswap - UNI

Web informativo

Uniswap - UNI

Twitter ufficiale

Uniswap - UNI

GitHub ufficiale

Uniswap - UNI

GitHub ufficiale

Vai al GitHub Uniswap

Forum ufficiale

Uniswap - UNI

Forum ufficiale

Vai al forum ufficiale

Discussione Reddit

Uniswap - UNI