Lo spread o la differenza tra il prezzo di acquisto più alto e il prezzo di vendita più basso di un asset, è uno dei concetti più basilari all'interno di un mercato ed è qualcosa che ogni trader di criptovaluta dovrebbe conoscere chiaramente. 

SAvrai sicuramente visto il termine diffondersi ad un certo punto, exchange o piattaforma di criptovaluta, e potresti esserti chiesto Cosa significa diffusione? Bene, una diffusione, si riferisce generalmente alla differenza tra il prezzo di acquisto (bid) e di vendita (ask) di un determinato titolo all'interno di tale borsa o piattaforma.

Se hai partecipato a una borsa oa una borsa, avrai visto che normalmente i prezzi di acquisto e vendita di attività sui mercati presentano differenze lievi o marcate. Puoi vederlo più chiaramente nel registro degli ordini della borsa. La differenza tra l'offerta di acquisto al prezzo più alto e l'offerta con il prezzo di vendita più basso è nota come spread.

Questa differenza tra il prezzo più alto al quale una persona è disposta a comprare e il prezzo più basso al quale un'altra persona è disposta a vendere, rifletterebbe il disaccordo tra i due prezzi. Tuttavia, gli spread hanno altre funzioni oltre al semplice segnare le differenze di prezzo, infatti possono essere un potente strumento per analizzare i mercati e permettere di studiarne l'evoluzione.

Come funziona davvero uno spread?

In uno scambio, il più comune è vedere tre prezzi:

  1. Il prezzo più basso a cui qualcuno vuole vendere.
  2. Prezzo più alto a cui qualcuno vuole comprare.
  3. Il prezzo dell'ultimo scambio.

La differenza tra il punto 1 e il punto 2 è lo spread. Sebbene l'ultimo scambio sia stato effettuato a un prezzo, ciò non significa che se acquisti o vendi lo farai allo stesso prezzo.

Una grande differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita è solitamente legata al cambio di case con poco liquidità. Ricordalo in criptovalute Ogni borsa ha il suo mercato. E in una casa può essere molto liquido e in un'altra no, qualcosa che di solito viene utilizzato per arbitrare.

Inoltre, uno spread riflette sempre una differenza nella percezione del valore. Insieme a questo ci sono gli speculatori che cercano sempre di ottenere vantaggi, e prima è meglio è, ecco perché cercano di spostare un prezzo dall'altro.

Naturalmente, questa azione di acquisto e vendita su uno scambio viene eseguita tra più persone e la forza di tutte è ciò che fa aumentare o diminuire i prezzi in momenti diversi. Questo è ciò che rende possibile quelli che chiamiamo prezzi medi di mercato, che sono i prezzi di mercato di un asset, e che ti consentono, ad esempio, di effettuare operazioni rapide al "prezzo di mercato".

Fattori che determinano uno spread

Un errore molto comune nelle persone che entrano nel mondo di trading ovvero acquistare e vendere criptovalute su piattaforme diverse, è pensare che lo spread sia una variabile imposta dalla piattaforma. La realtà è che i valori degli spread dipendono dall'asset negoziato e da come il mercato reagisce a quell'asset, insieme alla sua domanda e offerta.

In tal caso, alcuni dei fattori che determinano uno spread sono:

  1. Alti livelli di asset trading. Ad esempio, una criptovaluta che ha un'elevata attività di trading avrà uno spread abbastanza piccolo, mentre una che ha poca attività avrà uno spread maggiore.
  2. Il mercato è molto liquido. Che ha anche un grande impatto sui livelli di spread. Maggiore è la liquidità, gli spread tendono ad essere inferiori e accade il contrario quando c'è meno liquidità.
  3. Molti trader gestiscono l'asset. Una situazione che impatta anche sui livelli di spread.
  4. La volatilità dell'asset. A questo punto, la volatilità può portare a spread più o meno elevati a seconda dell'andamento del prezzo globale dell'asset.

Quanto sai, Cryptonuta?

Lo spread può aiutarci a determinare la migliore strategia per l'ingresso nel mercato?

Certo!

I trader che comprendono la relazione dello spread con l'asset che si sta negoziando, utilizzano questo valore per riconoscere il momento migliore per entrare o uscire dal mercato, con l'obiettivo di ottenere il massimo profitto possibile unitamente al minor costo per l'operazione da compiere.

Usi del termine diffusione

Come abbiamo accennato, il termine spread può essere utilizzato per effettuare analisi e operazioni strategiche sui mercati. In tal senso, le strategie più basilari che fanno uso degli spread sono le seguenti:

  1. Diffusione di prezzo: questa è la più comune e che inizialmente contrassegniamo come sua definizione. Fondamentalmente tutto ciò che fa è dirci la differenza di prezzo tra l'acquisto e la vendita di un titolo all'interno di un mercato. Un trader che opera su piattaforme diverse può utilizzare questo valore per riconoscere in quale mercato può acquistare un determinato titolo (con il prezzo più basso), e poi venderlo in un altro mercato con il prezzo più alto possibile, ottenendo così dei profitti. Questa strategia di analisi è ciò che ha dato origine all'arbitrato di cui abbiamo già parlato in un'occasione.
  2. Diffusione della volatilità: Questo è un altro utilizzo molto diffuso degli spread poiché consente di generare strategie di acquisto e vendita sfruttando la volatilità dei mercati associata a un titolo.
  3. Diffusione tra mercati o tra prodotti: Questa è una strategia che si vede più spesso nei mercati dei prodotti. Lo scopo è acquistare un prodotto in un determinato mercato e vendere un prodotto diverso all'interno dello stesso mercato, cercando di trarre profitto da tale operazione.
  4. Diffusione di scambio: Questa è una strategia che di solito si vede nel mercato delle criptovalute, specialmente in quei mercati con una grande diversità di coppie di trading. Fondamentalmente si cerca di acquistare una valuta e scambiarla con un'altra, ottenendo così un profitto per l'operazione, a causa delle differenze di prezzo che esistono tra le diverse coppie.