Una delle domande più comuni di chi è appena arrivato nel mondo di Bitcoin è: quanto costa l'emissione totale di bitcoin e chi la controlla? In questo articolo spiegheremo con parole semplici quanto sarà l'emissione totale di bitcoin e come questo parametro viene controllato all'interno di una rete decentralizzata. 

Abbiamo tutti sentito che la quantità di bitcoin totale è limitata a un'emissione di XNUMX milioni di monete. Lo abbiamo visto in molti articoli dedicati a spiegare in modo semplice come funziona Bitcoin.

Tuttavia a questo punto vale la pena chiedere, Quanto è vero questo? Cosa garantisce davvero una quantità così limitata di bitcoin? Quanto tempo ci vorrà fino alla completa emissione? Cosa succederà dopo l'emissione totale dei bitcoin? Queste domande al riguardo sono totalmente sensate e in questo articolo le esamineremo insieme ad altri fatti interessanti sull'emissione di bitcoin.

Quanto costa l'emissione effettiva e totale di bitcoin?

Quando Satoshi Nakamoto presentó al mondo la tecnología del Bitcoin, molti rimasero meravigliati per la sua creazione. In modo particolare, per il sistema economico decentralizzato, così ben realizzato, che la sosteneva criptomoneda. Data la natura economica decentralizzata del Bitcoin Nakamoto progettò un sistema di emissione controllata. Questo sistema di emissione è pensato per permettere un'inflazione di moneta controllata in forma completamente autonoma. Nessuno interviene in essa, l'unico che la controlla è un pezzettino di codice del computer le cui istruzioni sono la Legge assoluta. Di conseguenza, De hecho, man mano che passa il tempo il Bitcoin tende alla deflazione.

Questo sistema mantiene un marcato equilibrio tra i diversi attori all'interno di Bitcoin. Passando attraverso il lavoro e il tempo mining ricompensa "molto vicino"dei XNUMX milioni di Bitcoin, ma non raggiungerà tale importo esatto.ricevuti da ogni blocco e dalla circolazione totale delle monete. Tutto questo è controllato in autonomia dal protocollo operativo Bitcoin ideato da Nakamoto. In questo senso, l'emissione controllata di Bitcoin è programmata per raggiungere "circa" 21 milioni di Bitcoin, ma non raggiungerà esattamente questa quantità.

Per vederlo più in dettaglio e capirlo, diamo un'occhiata al riquadro seguente:

Emissione totale di Bitcoin nel tempo

Durante i primi 4 anni di Bitcoin (2009-2013) è stata raggiunta un'emissione di 10,5 milioni di BTC; ciò grazie al fatto che la ricompensa per i blocchi era di 50 BTC e c'erano un totale di 210.000 blocchi con quella ricompensa. Quindi la ricompensa è stata dimezzata per il primo halving di Bitcoin e l'emissione dei successivi 210.000 blocchi è stata equivalente a 5.250.000 BTC.

La politica di riduzione della ricompensa dimezzata controlla l'inflazione e riduce la quantità di bitcoin emessi. Se continua a emettere normalmente, quando arriva il dimezzamento # 34, che dovrebbe avvenire nell'anno 2144, ci sarebbero 20.999.999,9993 BTC in circolazione e la ricompensa per blocco sarà pari a zero BTC. Questo è un importo molto vicino a 21 milioni di BTC, ma "Non esattamente" quell'importo.

A quel punto, Bitcoin avrà 135 anni. Durante questo periodo, la tecnologia blockchain si evolverà sicuramente in qualcosa di completamente nuovo.

È interessante avere una certa prospettiva su quale sarà l'evoluzione del Bitcoin in futuro per comprenderne il valore. Nella tabella seguente hai la vera previsione iniziale dell'emissione di bitcoin fino al trentaquattresimo dimezzamento:

#HALVING # BLOCCO RICOMPENSA ATTIVA # BTC INTRODOTTO ANNO
0 0 50 10500000,00000000 2008
1 210000 25 5250000,00000000 2012
2 420000 12,5 2625000,00000000 2016
3 630000 6,25 1312500,00000000 2020
4 840000 3,125 656250,00000000 2024
5 1050000 1,5625 328125,00000000 2028
10 2100000 0,04882813 10253,90625000 2048
15 3150000 0,00152588 320,43457031 2068
20 4200000 0,00004768 10,01358032 2088
25 5250000 0,00000149 0,31292439 2108
30 6300000 0,00000005 0,00977889 2128
34 7140000 0,00000000 0,00061118 2144
BITCOINS TOTALI 20.999.999,99938880

Cosa garantisce l'emissione di bitcoin?

Come abbiamo menzionato prima l'emissione totale di Bitcoin è una caratteristica che è integrata nella programmazione stessa; è stato creato in questo modo e si è mantenuto durante tutto questo tempo. Gli attuali sviluppatori di Bitcoin hanno avuto la cura e la chiarezza per non alterarlo; poiché alterarlo significa fare hard fork di Bitcoin con tutti i problemi e le situazioni che questo comporta. In questo punto, la comunità di sviluppo del Bitcoin è stata dichiarata molte volte come “purista” o “estremista“. Pero la verità è che hanno voluto mantenere l'esperito originale di Bitcoin assieme alle sue peculiarità.

Ad esempio, miglioramenti come SegWit o Lightning Network migliorano la scalabilità e la sicurezza del sistema, ma non rompono questo equilibrio economico. Possiamo quindi dire che la garanzia dell'emissione totale di Bitcoin non è solo nel codice, ma anche nella comunità. Una comunità molto attiva che da vita nell'ecosistema Bitcoin e che lo sostiene in tutto il mondo. Una comunità che è d'accordo con il sistema e lo protegge. Qualsiasi cambiamento nell'emissione di monete da parte di una delle parti spezzerebbe questo equilibrio e ogni fiducia; questo comporterebbe inevitabilmente l'indebolimento e persino la caduta di Bitcoin. Una situazione finale indesiderabile per tutte le sue parti in quanto rappresenterebbe perdite multimilionarie su scala globale.

Quanti bitcoin sono stati persi?

Senza dubbio, nonostante tutta la programmazione e i mezzi creati per garantire la corretta emissione di bitcoin ha avuto piccoli errori nel procedimento.  Per esempio, il primo blocco di Bitcoin estratto il Genesis Block ha una transazione coinbase che non può essere utilizzato. Questo significa che in questo blocco ci sono XNUMX BTC que nessuno può utilizzare, neppure il suo miner, Satoshi Nakamoto. Altri errori per esempi, si possono vedere nel blocco XNUMX. In questo blocco si è provato a reclamare intenzionalmente XNUMX BTC in meno di quanto concesso, però accidentalmente non furono reclamate le commissioni, perdendo XNUMX BTC.

Un altro errore nella programmazione si può vedere fra i blocchi en la programación puede verse entre los bloque XNUMX e il blocco XNUMX ​Un totale di XNUMX blocchi reclamarono meno di quanto concesso, il che risultò in una perdita dovuto totale di XNUMX BTC. Lo stesso è accaduto, per esempio, fra i blocchi XNUMX e il blocco XNUMX. Fra questi ci fu un totale di XNUMX blocchi che reclamarono meno di quanto concesso, questo comportò una perdita totale di XNUMX BTC. Il blocco XNUMX non ebbe risultati di transizione (eccetto un impegno del valore XNUMX) perdendo la totalità della ricompensa  12,5 BTC.

Ognuno di questi errori ha aggiunto bitcoin che non sono all'interno dell'ecosistema economico di Bitcoin. Nessuno può usarle o recuperarle, sono le cosiddette "monete perse" di cui nessuno potrà mai usufruire.

Quanto sai, Cryptonuta?

L'emissione totale di criptovalute in Bitcoin è qualcosa che può essere facilmente modificato?

FALSO!

Certamente alterare la programmazione di Bitcoin o di qualsiasi altra criptovaluta per portarla a un nuovo livello di emissione è qualcosa di molto semplice da fare. Tuttavia, questo porta a una serie di azioni precedenti molto complesse da eseguire. È necessario discutere il cambiamento, analizzare e anticipare l'impatto positivo e negativo di tali azioni da parte degli sviluppatori e della comunità, creare un consenso e apportare il cambiamento. Tutto ciò, evita che la modifica sia fatta unilateralmente e con leggerezza di questo sistema, garantendo la stabilità e la continuità nel tempo.

Una situazione replicata

Ma Bitcoin non è l'unica criptovaluta con queste caratteristiche. Tutte le criptovalute hanno preso come base la tecnologia di Bitcoin e l'hanno adattata o migliorata. Molti di loro sono in realtà ancora guidati dallo stesso sistema economico che sostiene Bitcoin, altri l'hanno messo da parte e hanno preso la decisione di avere emissioni infinite con altri sistemi di controllo delle emissioni e dell'inflazione.

Ad esempio, Litecoin ha un sistema di emissione di monete molto simile a Bitcoin. Il suo dimezzamento avviene ogni XNUMX blocchi e le sue ricompense sono divise a metà. Il suo tempo tra i blocchi è di XNUMX minuti invece di XNUMX minuti come Bitcoin; ciò si traduce in un'inflazione leggermente superiore rispetto a Bitcoin, ma deve affrontare lo stesso problema dell'emissione totale. In Litecoin questa emissione totale è vicina a XNUMX milioni di monete. Infatti, se esaminiamo questi dati in modo più globale, vedremo che Litecoin quadruplica solo le sue emissioni e dimezza i numeri e riduce la generazione di ogni blocco quattro volte.

Nel caso di Ethereum, il cambio d'emissione è completamente distinto. L'emissione è infinita e con aggiustamento inflazionistico dinamico. Altri aggiustamenti dell'emissione sono presentati per esempio Monero. Monero ha un'emissione simile a Bitcoin ma molto più rapida. In realtà, l'emissione totale di Monero si raggiungerà nel XNUMX. Pero in questo momento, si attiverà la “emissione di coda” (tail emission). Questa è un'emissione di monete infinita che manterrà un'inflazione di Monero molto bassa. Tutto questo con il fine di mantenere un incentivo per i miner di Monero. Come potete vedere ciascun progetto e criptovaluta ha la sua particolare forma d'emissione e la formula per controllarla in maniera autonoma e decentralizzata.