Il DeFi Boom o DeFi Explosion è qualcosa che stiamo vivendo, e per il quale devi conoscere il buono e il cattivo di questo momento, come l'ICO Boom, ci sono opportunità per fare soldi, ma anche tanti pericoli per perderlo tutti.

ENegli ultimi mesi, un termine che è diventato molto popolare nel mondo delle criptovalute è DeFi (finanza decentralizzata) o finanza decentralizzata. Non è da meno, e di più quando vediamo che questi protocolli hanno raggiunto capitalizzazioni di mercato che lasciano molti indietro criptovalute con grande traiettoria.

La DeFi sta assumendo una rivoluzione perché molti intermediari in prodotti finanziari come prestiti, scambi, crediti vengono eliminati. Tutto questo attraverso smart contract, essendo tutto trasparente ed eliminando le barriere di accesso che ne consentono l'utilizzo da parte di chiunque abbia una connessione internet.

Ma non è poi così bello nel mondo DeFi e, come tutte le nuove tendenze, ci sono mascalzoni che predano i neofiti. Alla conoscenza "Boom DeFi" sono arrivati ​​anche gli opportunisti. Sì, quelli che ti promettono il paradiso, ma ti bendano gli occhi e ti danno un biglietto senza ritorno diretto all'inferno delle perdite economiche.

Esatto, truffe, furti, protocolli inutili e idee inutili abbondano anche nel mondo DeFi. E infatti stanno crescendo a un ritmo preoccupante. Basti dire che ci sono più protocolli che cercano di mantenere i tuoi soldi rispetto a quelli che ti offrono davvero un valore reale.

In questo senso, ti chiediamo una cosa Tutto questo ti è familiare? Sicuramente coloro che sono in giro per le criptovalute da alcuni anni diranno di sì. Quell'evento simile a quello che viviamo in DeFi, lo viviamo con l'appello "Boom ICO". Ed è che il 2017 è stato l'anno delle ICO, in cui le ICO hanno promesso di conquistare l'intero universo. Tutto, all'improvviso, aveva una soluzione blockchain, tutto era un progetto fattibile e per realizzarlo bastava un PDF chiamato whitepaper, un sito web economico e un ICO.

Ma non solo con le ICO, in precedenza era successo con i cloni di Bitcoin e l'aspetto di progetti che copiavano e incollavano solo il loro codice. Lo stesso è accaduto con il cloud mininge successivamente agli ICO, masternodese ora DeFi. Sono tendenze che si generano dopo il vero successo di alcuni progetti, e dove emergono rapidamente opportunisti.

Ma Di cosa parliamo esattamente quando parliamo del boom della DeFi? Facciamo sapere un po 'di più su questo.

Il boom della DeFi

Il web DeFi Pulse è forse uno dei canali di notizie economiche più riconosciuti al mondo DeFi oggi. Su questo sito web, possiamo vedere che la storia dell'ecosistema DeFi inizia nel 2017 con un valore bloccato di soli $ 4. Sì, solo $ 4 erano bloccati nei protocolli DeFi a partire dal 2 agosto 2017. Sembrava che la DeFi fosse un'idea folle, con poco futuro davanti.

Tuttavia, entro l'11 settembre dello stesso anno, la DeFi aveva già accumulato più di 1 milione di dollari bloccati. A quel tempo, progetti come MakerDAO e DAI, ETHLend (ora AAVE) e le cose cominciarono a migliorare. Pertanto, alla fine del 2017, il valore bloccato in DeFi aveva raggiunto i 45 milioni di dollari. In soli 5 mesi, era passato dal nulla a un'attività multimilionaria, ed era solo all'inizio.

L'anno 2018 è stato un anno difficile per il mondo delle criptovalute. L'inizio del mercato ribassista (un mercato con prezzi in calo) ha portato tutti a cercare un rifugio sicuro nell'hodling (mantenere le proprie criptovalute). Altri, invece, si sono cimentati nella nuova proposta, la DeFi ha promesso di darti profitti, minimi, ma guadagni alla fine, anche nel peggiore dei casi. Y Cosa c'è di meglio che generare profitti nel bel mezzo di un mercato ribassista che fa affondare i mercati delle criptovalute? Sicuramente l'idea è meglio che aspettare che le proprie monete diluissero il loro valore, e comunque generare anche qualche gettone aggiuntivo non andava male, soprattutto se si poteva scherzare in attesa del prossimo mercato rialzista (mercato con prezzi in aumento).

La verità è che l'idea è rimasta ferma e, a giugno 2018, DeFi stava già bloccando un totale di 150 milioni. Non male, una crescita di 3 volte il suo valore in 6 mesi. A dicembre 2018, il mercato ha chiuso con $ 295 milioni bloccati e una crescita del numero di progetti. Fu lì che DeFi iniziò a fare molto rumore. E, sebbene i loro rendimenti fossero piuttosto bassi, erano comunque rendimenti in tempi di siccità (parlando del mercato orso attivo in quel momento).

Boom della DeFi o della finanza decentralizzata

L'arrivo del boom

In arrivo nel 2019, molti si aspettavano segnali di ripresa nel mercato orso, e molti già l'hanno visto arrivare. Il mondo DeFi da parte sua prendeva piede con nuovi protocolli e idee. Così è arrivato giugno 2019 ei 570 milioni bloccati in DeFi hanno già dimostrato chiaramente qualcosa: La DeFi è qui per restare e sembrava voler crescere. Lì divenne la parola d'ordine, piattaforme di prestito, pool di liquidità, scambi decentralizzati guadagnando sempre più trazione, hanno indicato che la DeFi sta diventando rilevante nel futuro delle criptovalute e della tecnologia blockchain.

Alla fine del 2019 aveva 690 milioni di dollari in blocco, ma il 5 febbraio 2020 DeFi è diventata un miliardario. Per essere esatti, con $ 1,02 miliardi bloccati. Tuttavia, la gioia per i fan della DeFi non è durata a lungo, poiché la correzione del mercato tra metà febbraio e inizio marzo 2020 l'ha portata a metà di quel valore.

Nonostante questo, il 12 marzo tutto è cambiato. La DeFi è entrata in un trend rialzista e il suo valore bloccato ha iniziato a crescere. Ad oggi (ottobre 2020) non ha smesso di crescere, passando da 562 milioni a oltre 11 miliardi di dollari. Molti credono che il mercato continuerà a crescere e, a causa dei venti che soffiano, sembra di sì.

A questo punto, i protocolli come MakerDAO, Uniswap, Composto, AAVE, Yearn Finance, Balancer, Curve, hanno svolto un ruolo fondamentale nel consolidamento di questo settore. Sono diventati la punta di diamante del settore DeFi e hanno mantenuto quel posto al centro di un settore che cambia ogni secondo. Ora, non tutto è certamente perfetto nel mondo DeFi. Per questo motivo, qui esamineremo i rischi e le opportunità presentati da questo nuovo settore del mondo crypto.

Opportunità nel boom della DeFi

Da un lato, l'ecosistema DeFi o Decentralized Finance è arrivato con la promessa di consentire a tutti l'accesso agli strumenti finanziari, senza grosse difficoltà e, soprattutto, in modo aperto e decentralizzato.

A questo punto, la DeFi ha (in una certa misura) servito al suo scopo. Sono stati sviluppati strumenti finanziari, l'accesso è gratuito, decentralizzato (alcuni progetti) e funziona. Ciò consente di utilizzare il denaro rappresentato nelle criptovalute per qualcosa di più del semplice HODL, per generare opportunità economiche per chi ne ha bisogno, creare nuovi casi d'uso e aumentare il loro valore.

Vediamola in questo modo: maggiore è l'uso di grandi criptovalute, maggiore sarà il dinamismo e questo avrà un impatto sulla loro escalation di valore. Lo vediamo già oggi, Bitcoin ed Ethereum sono state due valute i cui prezzi hanno oscillato molto nel bel mezzo del boom delle criptovalute, e in effetti, i loro prezzi si sono consolidati nel mezzo del boom della DeFi. Questa realtà non sarà diversa per altre valute che sfruttano la DeFi per rivalutare e guadagnare spazio.

D'altra parte, DeFi è un'ottima opportunità per spingere la tecnologia blockchain oltre le sue nicchie fondamentali. Nel 2013 era un sogno avere meccanismi decentralizzati per gestire prestiti come quelli che abbiamo ora. In effetti, era ancora un sogno offrire opportunità finanziarie per la popolazione priva di banche come quelle che DeFi presenta oggi. Sì, Bitcoin ti ha permesso di inviare denaro ai confini dell'Universo in sicurezza, ma non ti permette di fare prestiti garantiti, a un prezzo stabile, su una piattaforma decentralizzata e sicura usando solo Bitcoin.

Quanto sai, Cryptonuta?

Il Test of Authority segue uno schema di consenso decentralizzato?

FALSO!

La Proof of Authority (PoA), a differenza della PoW, segue uno schema di distribuzione centralizzato. Questo, insieme al suo basso impatto energetico, lo rende ideale per blockchain private.

I rischi del boom della DeFi

Ma poiché tutto ha il suo lato negativo, la DeFi non potrebbe essere l'eccezione. Con il crescente interesse per questa tecnologia, gli occhi degli attori maligni del mondo sono caduti su di essa e su tutto ciò che è correlato ad essa.

Dagli hacker che trascorrono ore alla ricerca di vulnerabilità in contratti intelligenti, piattaforme blockchain, biblioteche o qualsiasi possibile mezzo che dia loro accesso alle enormi quantità di denaro che questi protocolli gestiscono, ai truffatori professionisti che migliorano le loro strategie, si travestono da uomini d'affari un'idea DeFi rivoluzionaria, per far cadere le sue vittime in una vile rapina.

Questi sono solo alcuni dei modi che conosciamo già nel mondo delle criptovalute, conosciamo bene e li combattiamo continuamente. In effetti, nel boom delle ICO abbiamo visto molto di questo e imparato molto su come identificare e allontanarsi da questi imbroglioni per mestiere.

Ma che dire dei nuovi rischi che arrivano solo dal mondo DeFi in quanto tale? Lì il problema è più complesso, perché la DeFi è un nuovo mondo totalmente sconosciuto. Questo è tutto nuovo, anche la piattaforma più simile a una banca in DeFi è qualcosa di nuovo, completamente sperimentale e quindi può fallire.

Può fallire non solo perché i suoi principi sono mal costruiti, ma perché la stessa piattaforma è costruita su una tecnologia sperimentale e in via di sviluppo.
Sì, 11 anni dopo la sua costruzione, la blockchain è ancora una tecnologia in costruzione, ma anche così, è la migliore che abbiamo di fronte alla centralizzazione e al suo modello con millenni tra noi.

D'altra parte, forse uno dei maggiori rischi della DeFi è che serve a costruire strutture che finiscono per distruggere la fiducia nella blockchain. L'arrivo di protocolli come YAM o HOTDOG sono un esempio di questo caso. Crescere un'idea come massimo esponente della DeFi, catturare l'attenzione delle persone, farle investire e da lì rendersi conto che quello che hanno venduto è fumo, erode la fiducia in questi progetti e nella blockchain.

Ovviamente, la blockchain non è da biasimare per questo, tanto meno per le cattive decisioni di investimento, ma dipingere una tecnologia di nero può aiutare a ucciderla e ce ne sono molti interessati.

Ponzinomics, sembra il ponzi, ma non lo è

Uno dei punti più curiosi della DeFi (e di molti dei suoi progetti) è la sua somiglianza con uno schema Ponzi, in quella che chiamano strategia "Ponzinomics". Per mantenere le cose semplici, La ponzinomica è una strategia economica utilizzata da alcuni progetti supportata da aspetti di uno schema ponzi, ma in fondo il sistema non lo è.

Qualcosa di simile a: "Uso strategie ponzi, ma non preoccuparti, non sono un ponzi". Ciò ha sollevato dubbi da parte di alcune persone nella comunità crittografica. Soprattutto perché vedono con preoccupazione come queste strategie siano diventate molto comuni nel mondo DeFi. In effetti, il boom della DeFi è dovuto in gran parte a questo tipo di pratica. Per questo motivo, da Bit2Me Academy abbiamo deciso di creare una sezione speciale per questo rischio per quanto è diffuso, e spiegare chiaramente perché questo è forse il rischio peggiore di tutti nel mondo DeFi.

Siamo tutti ben consapevoli dei pericoli di uno schema ponzi, schemi fraudolenti che danno benefici che derivano dai soldi di altre persone che entrano nello schema.

Vitalik ButerinUltimamente ha espresso opinioni su Twitter riguardo alla DeFi e alla sua crescita eccessiva. Fatti come la mancanza di trasparenza di alcuni protocolli, l'eccessiva crescita del loro valore, la concessione di tassi di interesse fino al 90% all'anno (e alcuni fino a 4 milioni di% all'anno) e le ricompense per aver accumulato fortuna in detti protocolli, sono segni di avvisi di questo tipo di strategie. In effetti, molti vedono in estrazione di liquidità questo tipo di pratica, dal momento che i token ricevuti come ricompensa non hanno alcuna reale utilità al di fuori della piattaforma e il loro valore è meramente speculativo.

A questo punto, è chiaro che questi tipi di schemi non sono sani e i progetti che focalizzano il loro funzionamento su questo tipo di strategie sono pericolosi. Ecco perché da Bit2Me Academy facciamo la seguente raccomandazione:

Analizza MOLTO bene il progetto. Osserva e impara come funziona, guarda la tua comunità e soprattutto comprendi i benefici ei rischi che può darti. Questo è il modo migliore per proteggerti dallo "scenario peggiore" e allo stesso tempo può darti la migliore strategia per goderti la DeFi con il minor rischio possibile. Se non hai la capacità di capire dove metti i tuoi soldi, NON FARLO.