Dal momento in cui hai incontrato Bitcoin, ti sarà sicuramente capitato di chiederti: Cosa posso fare per dare una mano in tutto questo? Come posso contribuire alla rete? Cos'altro posso fare per collaborare con Bitcoin?

Le risposte a tutte queste domande sono molto più semplici di quanto pensi poiché basta solamente installare un nodo Bitcoin sul tuo computer per collaborare attivamente alla sicurezza di Bitcoin.

Successivamente ti spiegheremo come creare il tuo nodo per rendere Bitcoin più forte.

Perché i nodi Bitcoin sono importanti?

Affinché la rete Bitcoin convalidi e trasmetta le transazioni, sono necessari più elementi oltre ai miner. Utilizzando un numero di nodi selezionati casualmente, la rete può ridurre le possibilità di un problema come la doppia spesa: e mantenere la sicurezza e l'integrità della rete in modo completo.

Se non l'hai ancora fatto, ti consigliamo di leggere il capitolo dedicato all' Attacco del 51% per comprendere in dettaglio l'importanza della tua partecipazione alla rete.

Un nodo Bitcoin può svolgere ruoli diversi a seconda della funzione che vogliamo assegnargli. Le più frequenti sono:

  • Database di blockchain: qualsiasi portafoglio che abbia una copia della blockchain completa può fungere da nodo.
  • Mining: affinché un team di mining possa lavorare ha bisogno di richiedere anche una copia dell'intera blockchain, di conseguenza potrebbe funzionare come nodo.

La rete di nodi è raddoppiata negli ultimi 2 anni.

Montare il tuo nodo Bitcoin

Requisiti di preinstallazione

Essere in possesso dell'ultima versione del portafoglio Bitcoin Core installata sul tuo sistema operativo. Se non sai come fare e hai bisogno di una guida ai primi passi con questo portafoglio, puoi consultare il nostro articolo dedicato a tutte quelle persone che non l'hanno mai usato.

  • Computer o dispositivo con versioni recenti di Windows, Mac OS X o Linux.
  • Almeno 250 GB di spazio libero su disco.
  • 2 GB di memoria RAM.
  • Una connessione Internet con almeno 400 kilobit (50 kilobyte) / secondo.
  • Se vuoi avere un nodo completo, deve essere disponibile per un minimo di 6 ore al giorno e fungere da nodo. A quel punto puoi fare altre cose mentre hai il portafogli aperto.
  • Verifica che il tuo dispositivo non vada in modalità di sospensione e che riduca le sue capacità.

Una volta verificato di possedere tutti i requisiti necessari per poter avere un nodo Bitcoin senza problemi hardware, potrai seguire i passaggi che citiamo di seguito con i quali potrai supportare direttamente la rete in meno di 10 minuti.

Passi da intraprendere

Spiegheremo la teoria per un computer di casa. Dopodiché ti spiegheremo le alternative con un clic se vuoi metterlo su un server Amazon, Google, OVH o su un altro tipo di server.

  1. Apri il portafoglio e attendi che venga scaricato e verifica i blocchi dalla blockchain al 100%. Vedrai che sarà stato completamente scaricato quando un segno di spunta di verifica apparirà nella parte inferiore del portafoglio. Questo richiederà ore o giorni a seconda della velocità di Internet nel momento in cui l'intera blockchain verrà scaricata per la prima volta (che attualmente supera i 175 GB).
  2. Scarica ed esegui un client Bitcoin su un computer.
  3. Rivolgi la porta 8333 del tuo router verso l'IP interno del computer.

Per poterlo fare, devi accedere al pannello di configurazione del router del tuo provider Internet inserendo l'IP 192.168.1.1 o 192.168.0.1 nel tuo browser preferito. Da lì devi andare alla sezione "Port Forwarding" o simile (a seconda del tuo router) e aggiungere la porta 8333 TCP.

Quest'ultimo passaggio può essere il più complicato se non hai mai cambiato nessun aspetto del tuo router, ma non preoccuparti! Non influisce affatto sulla tua connessione Internet, né subirai cambiamenti nella tua navigazione quotidiana. Una volta terminate con esse, dovrai riavviare il router e il client Bitcoin, attendere un paio di minuti e verificare che tutte le righe dell'indicatore di segnale presente nella barra inferiore del portafogli siano attive.

Per una maggiore sicurezza, puoi anche accedere a  Bitnodes e verifica se il tuo nodo è operativo dalla casella di controllo inserendo il tuo IP.

controlla se il tuo nodo è operativo

Infine va sottolineato che avere un nodo Bitcoin non ha un costo di elettricità notevole, tutt'altro (ricorda che avere un nodo non è mining), quindi puoi usare il tuo computer. Tuttavia, se non vuoi usare il tuo computer, e poiché a parte l'hard disk non hai nemmeno bisogno di un computer potente, un raspberry pi da € 25 può fungere da nodo, e consumerà anche meno luce anche di un tipico PC tower. Ovviamente assicurati di avere una memoria che supporti la quantità di dati necessaria per la sincronizzazione iniziale, di circa 200 GB. Alla fine, se vuoi, puoi sfoltire la blockchain e memorizzarne solo una parte, e da quel momento in poi archiviare tutta la storia futura.

Avvia un nodo su un server

Noleggiare un server virtuale o dedicato per 3 € al mese e mettere al lavoro un nodo Bitcoin è davvero semplice.

Inoltre esistono anche diverse alternative per eseguirlo con un paio di comandi.

Ad esempio, il sito di Bitnodes stesso ci lascia un comando per eseguire un nodo Bitcoin Core:

curl https://bitnodes.earn.com/install-full-node.sh | sh

D'altra parte puoi distribuire un nodo con Docker su qualsiasi server: Vedi le opzioni.

Ambienti come Google Cloud, IBM Cloud, Microsoft Azure o Amazon Web Service hanno già opzioni per eseguire un nodo Bitcoin con un clic senza digitare alcun comando.

Ma se sei uno di quelli a cui piace vedere il manuale passo dopo passo in dettaglio, puoi vedere le istruzioni ufficiali dove l'intero processo è spiegato in modo semplice: Vedere le istruzioni.

Nel complesso, ci sono un sacco d'alternative!