XRP è la criptovaluta centralizzata creata dalla società Ripple Labs, finalizzata a consentire a banche e istituzioni finanziarie di ogni tipo di utilizzare la potenza della tecnologia blockchain per migliorare i propri sistemi di transazione internazionali.

Simbolo
XRP
Logo
Logo di ondulazione
Algoritmo
-
Consenso
RPCA

Ora sai cosa sono l'azienda RippleLabs e protocollo Ripple parleremo in dettaglio delle caratteristiche del suo token, l'XRP. La criptovaluta XRP (dal suo identificatore di mercato)è un criptovalutache opera sulla piattaforma open source di Ripple dal XNUMX. Le basi della sua creazione sono state molto diverse da quelle delle altre criptovalute tradizionali, essendo questa una valuta centralizzata.

ACQUISTA RIPPLE SU BIT2ME

La criptovaluta XRP è nota come la criptovaluta delle banche. La verità è che questa descrizione le calza a pennello. Il protocollo Ripple vuole essere un complemento dell'attuale sistema bancario, dove i trasferimenti internazionali per trasformare denaro fiat e oro richiedono miglia aeree. L'obiettivo alla base del suo design era rendere tali transazioni più veloci ed economiche.

XRP è una criptovaluta totalmente diverso da Bitcoin. È centralizzato e questo è discutibile. Per prima cosa, capiamo un po 'di più sulla valuta che molti conoscono come Ripple, anche se Ripple è il protocollo e XRP la valuta.

XRP è una criptovaluta che non richiede tante conferme come nel caso di il Bitcoin e il suo sistema di consenso è completamente diverso, poiché utilizza il proprio protocollo di consenso. Cerca di essere utilizzato per effettuare pagamenti internazionali quasi istantaneamente. È una valuta che alcune banche e istituzioni finanziarie cercano di adottare come strumento nei loro processi. Un'altra caratteristica di XRP è che è progettato per rendere possibile la connessione di diversi sistemi di pagamento, ciò ti consente di mobilitare rapidamente denaro in diverse denominazioni.

Tuttavia, il prezzo da pagare per tutto questo è molto alto: XRP è una delle criptovalute più centralizzate nell'ecosistema.Molte persone ritengono che non dovrebbe nemmeno essere chiamata "criptovaluta". È una valuta centralizzata e discutibile, essendo possibile porre il veto agli indirizzi, congelare i beni e manipolare l'emissione degli stessi per capriccio dei proprietari della valuta, cosa totalmente contraria alla filosofia Bitcoin. In poche parole, XRP è una criptovaluta con lo stesso potere manipolativo della moneta fiat.Solo che, in questo caso, la manipolazione è da parte di una società piuttosto che di un governo, RippleLabs, che funge da banca centrale.

Ora conosciamo un po 'di più questa criptovaluta e le sue caratteristiche sorprendenti.

Dunque si, per ora la chiameremo criptovaluta, poiché le persone la cercano come "criptovaluta" nei motori di ricerca e vogliamo che questo post sia utilizzato per far luce su di essa.

Inizio del progetto

Il protocollo Ripple è stato creato nel XNUMX come prototipo funzionante, anche se la sua vera storia inizia nel XNUMX, quando il creatore della rete EDonkey, ha invitato un gruppo di investitori di primo livello a investire nell'azienda Ripple Labs, con sede in California, Stati Uniti.

Il fondatore dell'azienda Ripple era Ryan Fugger, la cui intenzione era quella di sviluppare un sistema di scambio decentralizzato e che avrebbe consentito ai suoi utenti un effettivo rafforzamento delle proprie risorse. Nel XNUMX, il fondatore di EDonkey, Jed McCalebha assunto Chris Larseny e hanno iniziato a sviluppare l'idea di una criptovaluta le cui transazioni venissero verificate con il consenso dalla rete. Più tardi nel XNUMX, si avvicinarono a Fugger con l'idea di questa criptovaluta e, dopo diverse discussioni, Fugger ha ceduto la società. Lasciando così McCaleb e Larseny come fondatori della società OpenCom.

Qui inizia lo sviluppo del protocollo Ripple e della sua rete di pagamento e scambio. Nel 2013, la società OpenCoin ha cambiato il suo nome in Ripple Labs Inc e in quel anno ha lanciato ufficialmente la criptovaluta. Più tardi nel 2015 ha apportato un altro cambiamento lasciando l'azienda con il nome di Ripple, come è attualmente conosciuta.

Nel 2016, Ripple ha ottenuto la licenza come valuta virtuale dal Dipartimento dei servizi finanziari dello Stato di New York e nel 2017 ha annunciato che diverse società e istituzioni bancarie avevano aderito al suo progetto, fra queste, il gigante bancario spagnolo BBVA.

Pertanto, Ripple è stato istituito non solo come criptovaluta, ma anche come mezzo di pagamento; in cui le tue transazioni richiedono solo circa 4 secondi per essere completate, diventando così una rete internazionale semplice e veloce, ma anche altamente centralizzata.

Come funziona XRP?

Al contrario di Bitcoin e di altre criptovalute, Ripple non funziona con la tecnologia blockchaincome tale; utilizza invece, la tecnologia DLT (Distributed Ledger) insieme al proprio protocollo di consenso. Questo sistema li aiuta a convalidare le transazioni che vengono eseguite all'interno del sistema RippleNet. Il nome di questo protocollo è Ripple Protocol Consensus Algorithm (RPCA). In questo modo, RippleNet dispone di server speciali incaricati della convalida delle transazioni e dei token XRP.

Questi server non offrono una ricompensa come nel caso di Bitcoin, formano piuttosto una rete gestita da server indipendenti. Questo tipo di struttura è ciò che rende Ripple altamente centralizzato. Inoltre, la maggior parte dei nodi della rete di XRP sono di proprietà delle stesse banche che fanno uso del sistema e della società Ripple Labs. Inoltre, si stima che oltre il XNUMX% dei suoi token sia nelle mani dei propri sviluppatori.

D'altra parte, sin dal suo lancio, Ripple ha avuto un “pre-mining” per un totale di XNUMX miliardi di token XRP; anche se, se necessario, possono essere creati o emessi molti più gettoni. La cosa più curiosa di questo "prefinito" è che l'XRP non viene estratto e la sua emissione è controllata interamente da Ripple Labs. Attualmente, gli sviluppatori di Ripple possono rilasciare fino a XNUMX miliardi di token XRP ogni mese, grazie a un sistema di contratti intelligenti (CFD). Questo sistema garantisce inoltre che l'XRP non utilizzato venga restituito al deposito di garanzia.

Con tutto questo sistema, Ripple Labs garantisce in ogni momento il pieno controllo su XRP, sulla sua emissione e sul valore di mercato. Questi sono tutti fatti che la comunità crittografica vede come una chiara interpretazione snaturata dei principi di base delle criptovalute.

Conoscere l'algoritmo di consenso del protocollo Ripple (RPCA)

Il protocollo di consenso che rende possibile il funzionamento di XRP, è noto come Ripple Protocol Consensus Algorithm o RPCA. L'RPCA era un protocollo progettato da David Schwartz, Noah Youngs e Arthur Brittonel XNUMX .Il ruolo di RPCA è quello di offrire alla rete RippleNet e a XRP un protocollo con una certa capacità di Byzantine Fault Tolerance (BFT). Per renderlo possibile, RPCA lavora in una serie di round che ora descriveremo:

  1. Inizialmente, ogni server considera valide tutte le transazioni prima di avviare il processo di consenso.
  2. Successivamente, ogni server raccoglie una serie di transazioni candidate da tutti i server e vota sulla veridicità delle stesse.
  3. Le transazioni che ricevono una percentuale di voti "SI" superiore alla percentuale minima vengono riportate alla voce successiva. Mentre le transazioni che non ricevono abbastanza voti vengono scartate o saranno incluse nel pool di candidati per l'inizio del processo di consenso nel turno successivo.
  4. Il round di consenso richiede una percentuale minima dell'80% del consenso dei server su una transazione. Tutte le transazioni che soddisfano questo requisito vengono applicate alla contabilità generale.

Tuttavia, questo protocollo non è sicuro come lo è, ad esempio, la Proof of Work, Proof of Stake e persino la Delegate Proof of Stake. Questo è dovuto all'elevato livello di centralizzazione della rete e alla maggiore possibilità di alterare il risultato del consenso della rete.

La partnership di RippleLabs con le banche

RippleLabs ha stretto alleanze con molte delle principali banche del mondo. Tra loro ci sono BBVA, Santander, Axis Bank, Yes Bank, Westpac, Union Credit, NBAD, UBS e Itaú. Possiamo anche esaminare la partnership che ha con la Banca federale dell'Indiaun importante centro finanziario e fra ii più grandi in questo paese asiatico. Tutte queste banche hanno deciso di utilizzare la tecnologia di Ripple per effettuare pagamenti internazionali, dove possono relazionarsi al mercato delle rimesse che gestiscono.

Un'altra importante alleanza di Ripple è con il Gruppo finanziario SBI del Giappone, con il quale ha implementato un'applicazione di pagamento chiamata MoneyTapche è già autorizzato per l'uso dai regolatori finanziari giapponesi. Allo stesso modo, la rete delle banche di Reisebank in Germania, ha iniziato a testare l'applicazione della rete RippleNet con cui è possibile effettuare trasferimenti tra banche della rete stessa e altre situate all'estero. Questi test hanno generato un grado di accettazione abbastanza ragionevole, poiché consentono d'effettuare trasferimenti in un tempo medio abbastanza breve.

D'altra parte, la criptovaluta XRP è l'unica, per ora, compatibile all'interno della rete di pagamento universale Corda Settler, sviluppato dalla società R3; a sua volta, questa rete è la stessa che viene esplorata dall'azienda SWIFT, lo stesso sistema che le banche utilizzano attualmente per effettuare spedizioni transfrontaliere. Possiamo renderci conto dell'accettazione nel mercato finanziario che questa criptovaluta e le sue molteplici applicazioni hanno avuto.

Ripple XRP

XRP è una truffa?

Molte persone nell'ecosistema delle criptovalute hanno alzato la voce denunciando che XRP è una truffa. Ma a questo punto è bene chiedersi quali elementi esistono per una simile accusa? Bene, esaminiamo alcuni elementi ampiamente noti su XRP che possono chiarire questo:

  1. XRP utilizza un aggressivo schema di puma&dump  con cui cerca di manipolare il prezzo di XRP.
  2. L'emissione di XRP è controllata da Ripple Labs a suo piacimento, che consente la manipolazione dei token.
  3. I fondatori di RippleLabs affermano che: "XRP è open source e non è stato creato dalla nostra azienda, quindi esisteva come tecnologia open source"; tuttavia, sono loro che controllano il 60% di tutti i token di criptovaluta e possono crearne di più se lo desiderano. 
  4. XRP manipola costantemente l'opinione pubblica spacciandosi per un sistema decentralizzato e con sempre più clienti. In effetti, la maggior parte dei suoi "clienti" sono in realtà "partner" che XRP paga per tale partnership. Questo fatto si verifica nel Programma d'accelerazione RippleNet, che offre una ricompensa unica per le istituzioni finanziarie che fanno parte di RippleNet.
  5. XRP funziona più come una sicurezza che come una criptovaluta. Tuttavia, questo fatto cerca di essere manipolato da Ripple Labs. Prima di tutto, XRP non è decentralizzato, poiché la valuta è manipolata da Ripple Labs. In secondo luogo, Ripple Labs è colui che gestisce il suo sviluppo e non una comunità aperta. Infine, XRP ha proprietà che lo fanno sembrare uno stock di Ripple Labs. Questi tre elementi sono sufficienti perché XRP sia visto più come una sicurezza che come una criptovaluta.

Con questi elementi allora possiamo dire che; XRP è nella categoria delle truffe, proprio come il denaro fiat. È un sistema che, attraverso la manipolazione, cerca di mostrarsi come un'opzione migliore, mentre arricchisce un piccolo gruppo che gestisce l'intero sistema.

Caratteristiche di Ripple (XRP)

  1. Il design originale di Ripple gli consente di funzionare come un sistema di pagamento giornaliero efficiente e sicuro. Quindi le tue transazioni sono molto più veloci ed economiche rispetto a Bitcoin.
  2. È per uso istituzionale e aziendale.
  3. Le negoziazioni XRP possono essere elaborate e convalidate circa ogni 4 secondi.
  4. Possiede miglior scalabilità rispetto ad alcune criptovalute e può elaborare circa 1500 transazioni al secondo; questo grazie alla sua altissima centralizzazione e alla sua tecnologia di consenso che non è basata sulla tecnologia blockchain.
  5. RippleLabs non vuole sostituire il sistema finanziario tradizionale, quindi è accettato e utilizzato dalle banche. Pertanto, questa valuta non è soggetta a tanti controlli e regolamenti, come nel caso di molte altre.
  6. La moneta XRP possiede la capacità di essere scambiato con qualsiasi criptovaluta, valuta fiat o titolo, come l'oro, con una commissione minima unificata. Pertanto, Ripple funziona come un meccanismo che consentirà di unire le diverse valute in uso a livello globale.
  7. Tutte le monete XRP sono state create da zero e già esistono. Quindi il mining di Ripple è qualcosa che non può essere fatto. Se necessario, Ripple Labs può aumentare l'emissione di token a suo piacimento.
  8. Più banche utilizzano il protocollo Ripple, maggiore è il valore di XRP; di conseguenza, se tutte le banche decidessero di utilizzare la piattaforma, le persone che hanno investito nella criptovaluta potrebbero forse fare fortuna. A meno che non venga ristampato RippleLabs, ricorda che controllano l'emissione e le banche sono alla ricerca di una valuta senza volatilità con cui operare.
  9. Il progetto è molto centralizzato. Ricordiamoci che l'idea con cui sono nate le criptovalute è quella di impedire a pochi di avere il controllo e il predominio dell'emissione di denaro. Ma nel caso di XRP, poiché le sue monete sono state create da zero, gli sviluppatori potranno decidere quanto e quando rilasciarle o se generarne di nuove. Pertanto, è fondamentalmente come investire in valute nazionali come l'euro, il dollaro o altre valute.
  10. Oltre alla centralizzazione, RippleLabs possiede più del 60% delle monete attualmente esistenti.
ACQUISTA RIPPLE SU BIT2ME

Link di interesse

Web Ufficiale

Ripple - XRP

White Paper

Ripple - XRP

Libro bianco XRP

Vai al white paper XRP

Twitter ufficiale

Ripple - XRP

GitHub ufficiale

Ripple - XRP

GitHub ufficiale

Vai al GitHub di Ripple

Facebook ufficiale

Ripple - XRP

Discussione Reddit

Ripple - XRP

Block Explorer

Ripple - XRP