Uno scambio di criptovaluta è il punto d'incontro in cui vengono scambiate le criptovalute in cambio di denaro fiat o altre criptovalute. In queste case di scambio online dove viene generato il prezzo di mercato che segna il valore delle criptovalute in base all'offerta e alla domanda.

I l nome di exchange di criptovalute o cambio di criptovalute, fa riferimento a uno spazio generalmente virtuale in cui avvengono i movimenti di compravendita delle criptovalute. Molti exchange consentono di realizzare operazioni con azioni o con qualsiasi altro tipo di titolo finanziario accettato dalla comunità che lo conforma. Lo scopo o obiettivo di questi è semplice: consentire all'utente o trader di entrare a far parte di un mercato in cui può trarre profitto grazie alle variazioni di prezzo che si verificano in esso. Tutto ciò per il fatto che questi beni sono gestiti utilizzando il valore del mercato libero associato a ciascuno di essi.

Grazie all'esistenza degli scambi, è stato possibile rendere più dinamica la vita economica e finanziaria delle criptovalute. Ora è possibile cambiare facilmente denaro fiat in criptovalute o viceversa, in qualsiasi parte del mondo. Tutto questo con commissioni relativamente basse rispetto ad altri metodi di cambio tradizionali.

Un po' di storia sugli exchange

Dalla comparsa di Bitcoin Nel gennaio 2009, le criptovalute hanno rivoluzionato rapidamente il mondo. A partire dall'11 ottobre 2009, Martti Malmi effettua il primo scambio di btcoin con fiat. Questa azione ha portato alla creazione del primo scambio Bitcoin, il noto NewLibertyStandard. A poco più di un anno dalla sua comparsa, nel marzo 2010, si è sviluppato Bitcoinmarket che era una proposta presentato nel forum Bitcointalk dall'utente dwdollar.

Presentazione di Bitcoinmarket su Bitcointalk

L'utente dwdollar ha presentato il 15 gennaio 2010 il suo progetto Bitcoinmarket nel seguente modo:

Sto cercando di creare un mercato in cui i bitcoin siano trattati come prodotti base. Le persone saranno in grado di scambiare bitcoin con dollari e di speculare sul valore. In teoria, ciò stabilirà un tasso di cambio in tempo reale e pertanto tutti avremo un'idea di quale sia il valore attuale di un bitcoin rispetto a un dollaro.

Questo ha aperto la strada alla nascita di altri progetti. Nel mese di luglio dello stesso anno è nato Mt.Gox. Questo exchange è diventato in poco tempo il più grande exchange di criptovalute al mondo. Tuttavia, a metà del 2011 è stato hackerato e sono stati rubati 2.000 bitcoin. Successivamente, nell'aprile 2012, Martti Malmi ha creato eurobtc.com, un altro scambio di Bitcoin che ha consentito l'acquisto e la vendita di BTC utilizzando transazioni SEPA.

Tuttavia, nel 2014 Mt.Gox avrebbe subito un altro attacco con una portata più disastrosa, segnando per sempre la storia degli scambi di criptovaluta. A quel tempo sarebbero stati rubati 850.000 BTC, per un totale di $ 460.000.000 USD. Questo fatto avrebbe gradualmente mandato in bancarotta Mt.Gox.

Nonostante questi problemi, gli exchange di criptovalute sono cresciuti di numero e si sono evoluti in termini di qualità, sicurezza e servizi, fino ad arrivare al giorno d'oggi in cui esistono opzioni come Binance, Kraken o la nostra piattaforma BitXNUMXMe DEX. Tutte queste opzioni sono state create con un'idea molto chiara: fornire opzioni di qualità ai trader di criptovalute di tutto il mondo.

Quanto ne sai, Cryptonauta?

È sicuro utilizzare un exchange di criptovalute?

CERTO!

Gli exchange sono piattaforme molto sicure e stabili. Dalla loro comparsa nel XNUMX, sono cambiati molto e sono diventati una potente opzione da considerare per cambiare criptovalute rapidamente e facilmente.

Tipi di exchange di criptovalute

Gli exchange possono essere classificati in cinque grandi gruppi, ciascuno con caratteristiche, competenze e obiettivi differenti. Nonostante questo, hanno tutti qualcosa in comune: sono tutte piattaforme pensate per facilitare la partecipazione dei propri utenti nei vari mercati delle criptovalute. A tal proposito sono dotati di strumenti di analisi tecnica, una grande suite di indicatori e mettono anche a disposizione analisi fondamentale. Tutto questo pensando di offrire i migliori strumenti in modo che il trader possa fare il suo lavoro e prendere le migliori decisioni in ogni momento all'interno del mercato.

A tal riguardo, possiamo citare i seguenti tipi di exchange:

Tradizionali

Questa categoria di exchange include le piattaforme a cui gli utenti accedono per acquistare o vendere token in base al prezzo di mercato. Di solito sono piattaforme altamente regolamentate, che rispettano le normative di KYC (Conosci il tuo cliente) e AML (Anti-Money Laundering) . Ciò significa che si tratta di piattaforme non private, poiché l'utente deve rendere nota la propria identità per parteciparvi. Esempi di queste piattaforme possono essere Binance, Kraken, Coinbase o Bitfinex.

Normalmente gli exchange tradizionali fanno pagare i loro servizi e stabiliscono alcuni limiti di capitale per partecipare alla loro piattaforma. Ad esempio, Coinbase ha commissioni che vanno dallo 0 allo 0,25% per le operazioni maker/taker. Inoltre, il pagamento del deposito o versamento all'interno della piattaforma dipende dal mezzo utilizzato per tali operazioni.

In caso di utilizzo di criptovalute, non viene effettuato alcun addebito . Ma in caso di bonifico bancario o altri metodi di pagamento, l'operazione può arrivare a costare fino a XNUMX dollari. Questi valori possono cambiare da un exchange a un altro, quindi è sempre consigliabile leggere le politiche di commissione di ciascuna piattaforma. Queste commissioni servono per mantenere il funzionamento e la produzione di reddito della piattaforma.

Un altro punto aggiuntivo negli scambi è il importo minimo necessario per operare all'interno della piattaforma. Nel caso di Coinbase, l'importo minimo è 0,001 BTC, 0,01 BCH, 0,01 ETH o 0,1 LTC. Ciò lascerebbe l'importo minimo a circa $ 7 per poter operare all'interno della piattaforma utilizzando come opzione Litecoin.

Questi limiti nelle operazioni esistono per evitare di usare quantità molto piccole.. In questo modo si evita di generare tante piccole operazioni, che non permetterebbero alle parti di trarre alcun reale vantaggio economico.

Broker di criptovalute

I broker di criptovalute sono spazi che consentono agli utenti di scambiare rapidamente le proprie criptovalute con altre a loro piacimento. Si dedicano soprattutto a offire uno scambio che consenta all'utente di accedere a una determinata criptovaluta. Per questo motivo, sono costruiti in modo molto semplice per facilitare il loro utilizzo agli utenti più inesperti. Alcuni esempi di questo tipo di servizio sono Shapeshift, Changelly e Bit2Me.

Piattaforme OTC (Over-The-Counter)

Le piattaforme OTC sono un altro tipo di exchange di criptovalute. Queste piattaforme hanno una forte somiglianza con le piattaforme OTC tradizionali. Vale a dire, offrono scambi punto per punto tra acquirenti e venditori. Ciò garantisce una negoziazione diretta tra le parti. Garantiscono inoltre un alto livello di privacy e la possibilità di negoziare un prezzo per gli asset fuori mercato. Su Bit2Me abbiamo Bit2Me OTC, una piattaforma OTC a cui puoi accedere facilmente.

Bit2Me OTC è un esempio di una piattaforma di scambio OTC, Un esempio delle piattaforme di scambio OTC è Bit2Me OTC, Bit2Me OTC l'esempio perfetto di una piattaforma di scambio OTC

Fondi di criptovalute

I fondi sono iniziative per la gestione degli investimenti in criptovalute, gestiti da professionisti, che consentono di acquistare l'accesso alle criptovalute tramite finanziamento. La cosa positiva di questo tipo di fondi è che un utente può acquistare o vendere criptovalute molto facilmente. Tutto questo senza che l'utente abbia la necessità di immagazzinarli o di acquistarli veramente. In realtà, l'acquisto o la vendita è una semplice trattativa di una parte o share del portafoglio d'investimenti in criptovalute di detto fondo.

Gli aspetti negativi di questo sistema sono la mancanza di privacy da un lato e, dall'altro, la sua gestione. Inoltre i fondi non sono sotto il tuo controllo: quindi in caso di furto o cattiva gestione potresti perderli per sempre. Altresì, chi li gestisce non è sempre un professionista con esperienza.

Exchange di criptovalute di tipo decentralizzato

Gli exchange decentralizzati o DEX sono un'evoluzione diretta degli exchange tradizionali. Funzionano in maniera simile a questi ultimi, ma hanno la capacità di funzionare in modo decentralizzato. Ciò significa che non ci sono intermediari e la piattaforma si "autosostiene" grazie alla sua programmazione. Inoltre, i DEX hanno spesso ottimi livelli di privacy e persino di anonimato.

Gli exchange decentralizzati hanno iniziato ad essere una realtà grazie alla comparsa delle DApp e la capacità di decentralizzare e programmare funzioni computazionali avanzate grazie all'utilizzo degli smart contract . Su BitXNUMXMe, abbiamo BitXNUMXMe DEX una piattaforma di exchange decentralizzata che funziona grazie alla potenza di 0x e Ethereum e che consente di effettuare scambi di tipo swap atomico.

Altri scambi di criptovaluta decentralizzati che stanno guadagnando importanza lo sono Bilanciatore, Curva, AAVE y Uniswap, tutti emersero nel mezzo del conosciuto Boom della DeFi.

Bit2Me DEX una piattaforma di scambio decentralizzata, grafico di mercato all'interno di Bit2Me DEX, esempio BIt2Me DEX di una piattaforma di scambio decentralizzata