Uno stablecoin è una criptovaluta creata affinché il suo valore rimanga stabile. Per mantenere questa piccola variabilità nel loro prezzo di mercato, hanno bisogno di una riserva di backup. La relazione di copertura è stabilita con altre attività finanziarie, valute legali, materie prime e persino altre attività crittografiche.  

Le stablecoin o monete stabili non sono altro che criptovalute create per mantenere un prezzo con poche variazioni di mercato, che generalmente rappresentano una valuta fiat all'interno di una blockchain. In questo modo, le stablecoin cercano di mantenere le caratteristiche e i vantaggi delle criptovalute, pur rappresentando crediti fiat con una certa stabilità provata nella loro valutazione.

Per ottenere stabilità nella loro valutazione, le stablecoin generalmente utilizzano la garanzia con un'altra attività finanziaria. In questo modo, cercano di mantenere stabile il loro valore di fronte a diverse situazioni di mercato.

Perché sono state create le stablecoin?

Le stablecoin nascono dalbisogno di controllare l'estremavolatilità delle criptovalute. Le criptovalute, nonostante siano una rivoluzione economica completa, sono molto instabili nella loro valutazione. Questa volatilità è collegata sotto molti aspetti alla speculazione sui mercati. Una situazione che è evidente nelle continue tendenze rialziste e ribassiste che soffrono i mercati delle criptovalute.

L'obiettivo alla base di questo è consentire l'uso di stablecoin da parte di utenti preoccupati per tale volatilità; ebbene, risolvere questo punto accelererebbe l'adozione di criptovalute da parte di utenti e aziende.

A questo proposito, Rune Christensen, fondatore di MakerDAO, ha osservato:

"La vera chiave per sbloccare il grande potenziale della blockchain arriverà con l'adozione diffusa delle stablecoin".

Quali sono le forme di supporto delle stablecoin?

Per mantenere il loro valore le stablecoin, devono avere un supporto fisico o monetario oppure devono essere vincolate ad un'altra criptomoneta. Queste strategie di backup sono ciò che ti aiuta a raggiungere questo scopo. In questo modo sono riuscite a offrire ai membri della community coerenza nei prezzi delle criptovalute. Le forme di supporto per le stablecoin sono le seguenti:

Supporto valuta fiat

Questo è il metodo di backup più comune per le stablecoin. Generalmente, il cryptoactive è supportato garantendo ogni token della rete nella stessa proporzione (1: 1). Vengono utilizzate valute come il dollaro USA, l'euro o lo yen giapponese; ciò significa che per ciascun token, il suo valore sarà garantito da un'unità in valuta fiat.

Tuttavia, questo sistema ha le sue contraddizioni con il concetto fondamentale di criptovaluta, in quanto le criptovalute sono orientate a non dipendere da un'entità centralizzata come fanno le valute legali.

Un altro punto ca sfavore è che può presentare problemi in termini di trasparenza delle sue riserve. Per evitare questa situazione, è necessario eseguire costantemente processi di auditing; il tutto per garantire un endorsement ideale dei token emessi. Inoltre, le stablecoin sostenute da valuta legale devono raccogliere capitali per proiettare un'ampia adozione della criptovaluta in quanto tale.

Esempi di questo tipo di stablecoin sono: USDC, BUSD, TrueUSD e Tether (USDT) ., ciascuna è garantita dal dollaro USA e gestita da società che agiscono come entità centrale. In caso di Tether (USDT) è uno delle più riuscite: costruita nel XNUMX, la sua partecipazione è attualmente di circa XNUMX miliardi di dollari. In BitXNUMXMe abbiamo dedicato uno spazio per farti conoscere meglio il progetto USDT.

Supporto nelle materie prime

Questa è un'altra forma abbastanza comune di supporto per le stablecoin che funziona grazie al supporto del valore della stablecoin attraverso le commodities (materie prime). Fra queste ci sono: l'oro, l'argento, il diamante o il petrolio. Il rapporto di backup può essere semplice come XNUMX: XNUMX o dipendere da formule economiche.

Ad esempio, Digix Gold, è una stablecoin che afferma che: ogni grammo d'oro è uguale a gettone DGX. In questo modo riesce a fornire al criptoattivo un equilibrio nel suo prezzo. In questo caso, l'oro è anche tenuto in lingotti come riserva; ciò consente loro di essere certificati e controllati da una terza parte fidata, che funge da garanzia per la loro approvazione.

Backup in altre criptovalute

Questo è un altro schema di stabilizzazione ampiamente utilizzato e in generale molto complesso; questo perché per poter stabilizzare i prezzi, viene utilizzato un sistema economico intricato. In questo modo cerca di proteggere il prezzo della stablecoin rispetto alla variazione del valore dell'asset crittografico di backup. Senza dubbio, questo sistema ha l'ambizione di rompere con il centralismo di supportare la stablecoin utilizzando valuta fiat.

Il metodo in questa opportunità è supportare un token con le riserve di un'altra criptovaluta ma questo può causare inconvenienti causati dall'instabilità della criptovaluta.

Tuttavia, la soluzione proposta è quella di concedere al token un doppio endorsement da parte dell'altro cryptoactive, cioè un rapporto XNUMX: XNUMX, che anche con le variazioni di prezzo nel mercato che la criptovaluta subisce, permette al token di mantenere la stabilità desiderata. Come nota curiosa, la maggior parte delle stablecoin che utilizzano questo metodo sono token del tipo ERC-XNUMX. Un esempio di questo sistema è DAI, una criptovaluta sostenuta dal valore di Ether e un ampio portafoglio di token su questa blockchain. Infatti, qui alla BitXNUMXMe Academy dedichiamo anche uno spazio in modo che si possa sapere tutto su DAIe i suoi creatori, MakerDAO.

Dai

Token stabili ma senza il sostegno diretto di un'altra risorsa

Gli Stablecoin sotto questa cifra non sono direttamente supportati o garantiti da alcun asset che li aiuti a stabilizzare il loro prezzo. D'altra parte, usano una prospettiva chiamata "Seigniorage shares"o azioni di signoraggio. Questo sistema utilizza contratti intelligenti per svolgere la funzione di banca centrale con il quale, a seconda della domanda e dell'offerta, è consentito aumentare o diminuire il contributo di denaro nella blockchain. Un'azione che stabilizza il valore dei token sul mercato.

Esempi di questo tipo di stablecoin sono NUBITI e USDX. Tuttavia, il funzionamento di queste stablecoin è fortemente criticato per il suo basso decentramento; sono inoltre strettamente legate alle normative sui titoli in vigore in molti paesi. ad esempio, la piattaforma BASE,ha cessato le sue funzioni per le disposizioni del SEC.

Stablecoin pubblici vs stablecoin privati

Le stablecoin possono anche essere classificate in pubbliche e private. Privati ​​sono quelli emessi da società commerciali e pubbliche sono emessi dalle banche centrali. Gli Stablecoin offrono anche la possibilità di sviluppare una valuta internazionale, collegata a un paniere di valute legali o materie prime. Ciò ridurrebbe ulteriormente la volatilità. Ebbene, possono proteggersi dalle fluttuazioni del valore delle valute nazionali. Ha anche il potenziale per aumentare notevolmente l'efficienza del regolamento transfrontaliero.

Ad oggi, le società private sono state le pioniere nello sviluppo di stablecoin. Ciò è dovuto alle barriere affrontate dalle banche centrali che cercano di offrire valute digitali fiat.

Ad esempio, una grande banca commerciale, MUFG (gruppo finanziario Mitsubishi UFJ). Il suo piano è di lanciare uno stablecoin che sarà ancorato 1: 1 allo yen giapponese. Il Stablecoin MUFG, sarà rilasciato in quantità selezionate ai clienti in Giappone. Questo come parte di una suite di test su larga scala. Gli utenti potranno utilizzare un'applicazione per convertire i loro depositi legali in valute MUFG. Possono quindi essere utilizzati per effettuare pagamenti in negozi e ristoranti e possono essere trasferiti agli account di altri utenti.

Un altro esempio di sviluppo di stablecoin nella sfera privata è il lancio di una stablecoin in dollari USA da parte di Cerchio. Questa è una società di pagamento supportata da Goldman Sachs, con il supporto di Coinbase.  Cerchia USDC, funziona sulla blockchain di Ethereum ed è destinato ad essere utilizzato dai clienti per pagamenti e transazioni all'interno dello spazio delle criptovalute.

stablecoin - criptovalute che controllano la volatilità

Casi d'uso di Stablecoin

Valuta globale

Le stablecoin sono progettate per affrontare il problema della volatilità, comportandosi come da ponte tra criptovalute e valute legali.Una valuta digitale stabile e decentralizzata potrebbe diventare un mezzo di scambio globale. Si tratta di un'applicazione particolarmente importante nei mercati emergenti, che registrano livelli debilitanti di inflazione e caos economico, come l'Argentina e il Venezuela.

Servizi finanziari decentralizzati

Attualmente, gli accordi istituzionali limitano l'accesso ai mercati dei capitali. Le transazioni sui mercati finanziari generano attrito e i costi di transazione sono sensibili alla scala; mentre, i costi delle informazioni sono considerati la componente più importante di questi costi.

La logica dell'esistenza di un sistema bancario è che le banche possano funzionare come intermediari finanziari; questo perché le banche hanno un vantaggio competitivo nella raccolta d'informazioni e nella valutazione del rischio di credito. Tuttavia, il rapporto tra finanza ed economia non è neutro. Possono verificarsi errate allocazioni di fondi e possono sorgere lacune in termini di fondi e di capitali.

Di conseguenza, le piccole imprese sono svantaggiate dovuto al fatto che i mercati dei capitali tendono a dare la priorità alle società grandi e consolidate. Di conseguenza, le nuove e le piccole imprese hanno difficoltà a raccogliere capitali di avviamento e d'espansione anticipata.

Le stablecoin cercano di risolvere questo problema consentendo l'accesso ai finanziamenti.Ne sono un esempio i mercati dei prestiti equi e dei derivati. Cercano inoltre di ridurre i costi della catena di approvvigionamento e del commercio internazionale eliminando gli intermediari che addebitano commissioni per garantire transazioni sicure, fornendo capitale stabile e intermediando iniziative transfrontaliere.

Quanto sai, Cryptonuta?

Le stablecoin sono caratterizzate dall'essere criptovalute completamente decentralizzate?

FALSO!

Gli Stablecoin hanno molti elementi di centralizzazione che vengono gestiti dal gruppo o dall'azienda che li hanno creati. La fiducia in loro dipende dalla chiarezza e dal controllo che queste società esercitano.

Vantaggi e svantaggi delle stablecoin

Vantaggi

  1. Le stablecoin sono sostenute finanziariamente da asset reali; ciò è particolarmente vero con le stablecoin fiat e con quelle basate su materie prime. Questo permette che i possessori di monete si rivolgano a un bene tangibile e garantito da un valore reale, consentendo loro di riscattare questi beni al tasso di conversione per prendere possesso dei beni reali.
  2. Offre una grande stabilità nel suo valore di mercato. Sebbene stabilità non significhi invarianza, i prezzi delle stablecoin non sono così suscettibili a grandi oscillazioni di prezzo per le criptovalute. Queste caratteristiche sono qualcosa che gli investitori di questo tipo di criptovaluta apprezzano molto.
  3. Offrono una grande liquidità grazie alla tokenizzazione; ciò è particolarmente vero quando le stablecoin basano la loro stabilità sulle materie prime, poiché apportano maggiore liquidità facilitando una migliore formazione dei prezzi.

Svantaggi

  1. Lo schema della stablecoin è altamente centralizzato. La necessità di terze parti, come fornitori, custodi e il progetto stesso mostrano questa centralizzazione.
  2. I processi di audit sono costosi e richiedono tempo, a causa della complessità del sistema operativo.