Uno dei recenti strumenti finanziari alimentati dalla tecnologia blockchain è l'equity token, noto per "azione del XNUMX ° secolo". Scopri di cosa tratta questo strumento, chi lo utilizza e i suoi vantaggi rispetto ad altri strumenti ben noti.

Un equity token è un tipo di token di sicurezza Funziona più come un asset azionario tradizionale. In altre parole, coloro che detengono gettoni azionari hanno una qualche forma di proprietà nei loro investimenti. Ogni token rappresenta una percentuale della proprietà che effettivamente possiede. Nella maggior parte dei casi, i token azionari rappresentano una risorsa, una proprietà o una società di terze parti.

Questi token possono essere rappresentati in molti modi, ma i più comuni sono:

  1. Azioni
  2. Futures
  3. Contratti di opzione
  4. Proprietà tokenizzata
  5. Aziende tokenizzate

Di solito si riferiscono ai token di equità come "L'azione del XXI secolo". Questo perché grazie agli equity token, i possessori non solo hanno diritti di proprietà, ma anche il diritto a una parte dei profitti dell'azienda e il diritto di votare sul suo futuro. L'unica differenza significativa tra un token di equità e una quota tradizionale è il metodo di registrazione della proprietà. Uno stock tradizionale è registrato in un database e può essere accompagnato da un certificato cartaceo. Un gettone azionario da parte sua è registrato in un file blockchain.

Perché sono stati creati i token azionari?

Con l'emergere della tecnologia blockchain, molte aziende hanno ritenuto di poter portare il modello di Offerta pubblica iniziale (IPO) a un nuovo schema operativo. Per ottenere ciò, sono stati creati gli equity token. Questi gettoni sono una rappresentazione blockchain della proprietà di un asset. Con quello le aziende possono emettere azioni e diritti di voto su una blockchain. Tutto con l'obiettivo di stimolare il mercato. Inoltre, un prestatore potrebbe creare token che rappresentano il debito che la società possiede, creando così un ambiente commerciale favorevole per loro.

Un altro punto a favore dei token di equità è questo possono essere offerti tramite collocamento pubblico o privato. Questa grande flessibilità è anche accompagnata dal capacità di garantire i diritti degli investitori, che non solo partecipano allo sviluppo della rete blockchain, ma ricevono anche pagamenti monetari in base a come si sviluppa il token nel mercato delle criptovalute.

Infine, i token azionari sono intercambiabili e gestiti da un organismo di regolamentazione nel paese di emissione. È tutto questo gruppo di vantaggi che ha portato alla creazione di equity token all'interno del mondo finanziario blockchain.

Come vengono emessi i token azionari?

Per emettere un equity token è necessario eseguire una serie di procedure. Questo perché i token azionari devono rispettare le normative di ciascun paese per effettuare campagne di acquisto e vendita di azioni o titoli. Queste campagne sono chiamate Equity Tokens Offering (ETO). Tra questi passaggi possiamo citare:

  1. prima registrati su una piattaforma di scambio. Questo passaggio consentirà alla società di emettere i propri equity token e registrare tutte le sue informazioni.
  2. Dichiarare disposizioni commerciali. Come tutte le piattaforme di investimento, un ETO non può essere effettuato senza prima definire i termini commerciali. Ciò significa che la società blockchain deve informare i potenziali investitori sui termini e le disposizioni di investimento.
  3. Eseguire un pre-ETO. Queste campagne sono progettate per offrire privatamente una certa quantità di token. Il loro obiettivo è riconoscere l'impatto che ha ETO. Se la vendita privata raggiunge il livello desiderato, questa attività sarà sufficiente, altrimenti la vendita pubblica viene finalmente eseguita.
  4. Offerte pubbliche. Questa offerta è necessaria solo quando l'obiettivo di raccolta non è stato raggiunto nell'offerta privata. A quel punto, il pubblico in generale, come le società e i singoli investitori, può acquistare il resto dei token. Successivamente, viene firmato un accordo vincolante tra le parti, in base al quale gli investitori diventano proprietari legalmente riconosciuti dei token acquisiti.

Alcuni esempi di equity token

Alcuni esempi attuali di società che hanno effettuato ETO e gestiscono equity token sono i seguenti:

  1. Neufund
  2. L'Elephant Private Equity Coin
  3. Taglia
  4. Documento
  5. BFToken
  6. The DAO
  7. Token RRT

Quanto sai, Cryptonuta?

La creazione di equity token è un'opzione complementare ai security token?

Certo!

I token di sicurezza sono senza dubbio un'opzione potente per rappresentare i titoli e, in definitiva, sono uno strumento creato per rappresentare le azioni tradizionali. Ma gli equity token fanno un ulteriore passo avanti, consentendo agli acquirenti di accedere a determinati diritti che i security token non hanno, soprattutto perché l'equity rappresenta la "proprietà" di un titolo, mentre i security token non rispettano detta proprietà.

Vantaggi degli equity token

  1. È un'opzione ampiamente provata. La sua somiglianza con l'emissione tradizionale di azioni e la sua forte regolamentazione attesta che è un'opzione sicura.
  2. Ti permette di controllare, mantenere o dare il controllo. L'emissione di equity token può portare alla vendita di asset che consente agli acquirenti di partecipare o meno alle decisioni della tua azienda o attività.
  3. Mantiene il suo valore. I gettoni azionari mantengono il loro valore fintanto che la tua attività o azienda mantiene la sua operatività.
  4. Consente di allineare gli interessi degli investitori con quelli dell'azienda.