Gli indicatori sono uno degli strumenti più preziosi per i trader di mercato tradizionali e crittografici. Questo perché i mercati azionari sono uno spazio altamente dinamico e in continua evoluzione, che fa sì che i trader affrontino cambiamenti di prezzo e comportamento ogni minuto. Ma grazie agli indicatori, i trader dispongono di uno strumento che consente loro di studiare questi cambiamenti e quindi facilitare l'esecuzione dei compiti e il processo decisionale.

Indicatori, un'introduzione

UUna semplice definizione di cosa sia un indicatore sarebbe:

È uno strumento statistico utilizzato per misurare le attuali condizioni di mercato. Questi vengono utilizzati per mostrare, analizzare e prevedere le tendenze finanziarie o economiche, che servono a prendere decisioni in merito alle informazioni che forniscono.

In questo modo, vediamo che gli indicatori non sono altro che un mezzo che ci aiuta a sapere come si comporta un mercato azionario ora o in futuro. Una situazione molto utile, se il nostro lavoro si basa sull'ottenere profitto dagli investimenti in questi mercati.

Come vengono classificati gli indicatori?

Gli indicatori possono essere essenzialmente classificati in due gruppi, che sono:

  1. Economico: che sono statistiche utilizzate per misurare la crescita o la contrazione dell'economia nel suo insieme o dei settori all'interno dell'economia. Sono ampiamente utilizzati nell'analisi fondamentale, in quanto consentono di quantificare le attuali condizioni economiche e di settore. Sono utilizzati per fornire informazioni sul potenziale di redditività futura delle società pubbliche.
  2. Tecnici: Sono ampiamente utilizzati nell'analisi tecnica per prevedere i cambiamenti nelle tendenze delle azioni o nei modelli di prezzo su qualsiasi attività negoziata.

Avvertimento: Excess Indicators (SCAM)

Questa è una situazione molto delicata che spesso si vede molto nel trading. Di solito, i trader utilizzano da due a tre indicatori per prevedere il mercato e prendere le loro decisioni di investimento. Ma ci sono piattaforme e broker, che vanno molto oltre utilizzando un numero "astronomico" di indicatori. Questa situazione nasconde spesso tentativi di manipolazione delle persone che leggono le previsioni. In breve, questo può indurre le persone a fare investimenti nel momento sbagliato, a causa delle informazioni che trattano, che spesso possono essere contraddittorie.

Se in ogni caso stai effettuando operazioni di trading ricorda; Quelle informazioni in eccesso possono portare a decisioni sbagliate. Informazioni corrette e necessarie e una mente lucida sono le pietre angolari di buone decisioni di lavoro.

Indicatori con Lag

Gli indicatori con lag sono una serie di indicatori che mostrano un fattore economico misurabile, dopo un grande cambiamento economico. Questi tipi di indicatori sono classificati nel tipo di indicatori tecnici, poiché tracciano l'azione dei prezzi di un'attività sottostante. Il nome dell'indicatore con ritardo è derivato da questo mostrano il risultato di azioni passate entro un certo periodo di tempo.

Nonostante ciò, questo tipo di indicatore sono molto utili per studiare i segnali all'interno di un mercato. Questo è perché servono a confermare la forza di un dato trend, prima di prendere una decisione. Questo è possibile perché gli indicatori ritardati attendono che si verifichino movimenti significativi nel mercato, prima di fornire un segnale.

Tuttavia, sebbene siano molto utili per confermare le tendenze, il loro modo di operare presenta due evidenti svantaggi. Il primo, non è in grado di prevedere l'andamento del mercato, lo confermano solo. Il secondo è quello il segnale di entrare nelle posizioni da parte del trader è sempre ritardato e non permette di sfruttare tutto lo slancio del trend.

Alcuni esempi di indicatori ritardati sono i seguenti:

  1. Medie (semplici, esponenziali o EMA). Si tratta di un tipo di indicatore ampiamente utilizzato per riconoscere l'andamento di un titolo nel mercato.
  2. MACD. Questo è un altro tipo di indicatore di tendenza che viene utilizzato per interpretare il trend e mostra la relazione tra due medie mobili dei prezzi di un titolo sul mercato.
  3. Doppio EMA. Questo è un tipo di indicatore che ha un ritardo ridotto, che cerca di fornire informazioni più rapidamente al trader.
  4. Crossover. È un tipo di indicatore che incrocia i dati in modo che il trader possa osservare le caratteristiche del prezzo e prevederne i movimenti.

Indicatori principali

Questo è un altro tipo di indicatore che i trader usano spesso. L'obiettivo degli indicatori anticipatori o indicatori anticipatori è prevedere quale sarà la reazione di un mercato, reazioni in cui sono coniugati diversi fattori noti o sconosciuti.

Per ottenere ciò, questi indicatori tengono conto di varie variabili interne ed esterne al mercato per fare la loro previsione. Inoltre, questi indicatori sono più complessi da determinare rispetto agli indicatori ritardati. Sono predittivi e quindi non forniscono una garanzia di successo. Ciò non solo rende difficile decidere quali indicatori anticipatori utilizzare, ma tende anche a suscitare un acceso dibattito sulla loro validità.

Alcuni dei principali indicatori principali sono:

  1. RSI. Il suo nome è Indice di forza relativa o Indice di forza relativa ed è un indicatore utilizzato per misurare la forza di una tendenza.
  2. Impulso. Si tratta di un indicatore creato per mostrare l'andamento dei prezzi di un asset e le variazioni che ha avuto in un certo tempo.
  3. Stochastic. Questo indicatore è stato creato per determinare le condizioni di ipercomprato e ipervenduto di un asset all'interno di un mercato.

Oscillatori

Gli oscillatori sono un altro tipo di indicatore tecnico ampiamente utilizzato. Gli oscillatori sono modelli matematici applicati al prezzo con grande valore anticipatorio, sulla base di alcune osservazioni specifiche sul comportamento del mercato. In un mercato, questi indicatori di solito sono disegnati sotto il grafico azionario y misurare la forza delle tendenze o dei movimenti di prezzo.

Ci sono un numero enorme di oscillatori, quindi ognuno può persino costruire il proprio oscillatore, in modo da misurare l'aspetto del mercato che ti interessa di più.

Tra gli oscillatori più noti si possono citare:

  1. STK: si configura come indicatore determinante nell'analisi tecnica, e in questo caso particolare cerca di indovinare l'andamento dei valori, in base alla misura della divergenza esistente tra il prezzo di chiusura del mercato di chiusura e il prezzo alto e basso dello stesso in una serie di periodi.

Quanto sai, Cryptonuta?

Gli indicatori sono davvero utili?

Certo!

Gli indicatori sono senza dubbio uno strumento per i trader, poiché facilitano notevolmente la visualizzazione delle informazioni di mercato consentendo di prendere decisioni migliori a seconda dei casi, soprattutto permettendoci di vedere l'andamento passato di un titolo, confrontarlo con quello attuale e quindi prevedere il futuro andamento dello stesso.

Indicatori di volatilità

Una delle cose più importanti per un trader è mantenere la calma e non lasciarsi trasportare da emozioni sfrenate. Tutto questo per non perdere parzialmente o completamente gli investimenti effettuati. Gli indicatori di volatilità sono stati creati per assistere i trader in questo compito.

Gli indicatori di volatilità sono strumenti per analizzare le variazioni dei prezzi di mercato durante un periodo di tempo specifico. Più velocemente cambiano i prezzi, maggiore è la volatilità e, al contrario, più lenta, minore è la volatilità. Questo può essere misurato e calcolato sulla base dei prezzi storici, nonché per identificare le tendenze. Di solito indica anche se un mercato è ipercomprato o ipervenduto., una situazione che fa sì che un prezzo sia irragionevolmente alto o basso.

Le possibilità di questo strumento aiutano i trader a identificare i punti in cui il prezzo si ferma e potenzialmente si inverte. Di solito vengono utilizzati in combinazione con altre condizioni di generazione del segnale per integrare le informazioni che forniscono. Esistono diversi indicatori basati sulla volatilità che utilizzano la volatilità in modo intelligente per identificare le opportunità di trading. Alcuni esempi di tali indicatori sono i Intervallo reale medio (ATR), il molto popolare e facile da usare Bande di Bollinger (BB), The Canali di Donchian e gli Canali Keltner (KC).

Bit2Me DEX, uno scambio con un'intera suite di indicatori a portata di mano

Nel nostro servizio Bit2Me DEX, avrai a tua disposizione un'ampia gamma di indicatori di analisi tecnica. Dai popolari MACD, Bollinger, RSI ed EMA, a quelli più specializzati. Tutti questi indicatori sono a tua disposizione per facilitare il miglior processo decisionale durante la tua sessione di trading. Ed è che con più di 80 indicatori diversi, un grafico in tempo reale e un'interfaccia chiara e semplice, Bit2Me DEX è la tua migliore opzione di trading.