Hal Finney è un vero pioniere: è stato la prima persona a eseguire il software Bitcoin dopo Satoshi Nakamoto ed è stato uno sviluppatore chiave durante il primo anno di vita della criptovaluta.

Hal Finney è nato il 4 maggio 1956 a Coalinga, in California. Si è laureato in ingegneria informatica presso il California Institute of Technology (CalTech) nel 1979. In seguito ha iniziato a lavorare come sviluppatore di videogiochi, lavorando a titoli noti come Astroblast e Space Attack. Successivamente ha collaborato a PGP (Abbastanza buona privacy) di Phil Zimmerman, che lo ha firmato poco dopo.

Hal Finney: vitale per il successo di Bitcoin

Per quanto riguarda Bitcoin Hal Finney è noto per essere quello che ha supportato maggiormente questa criptovaluta nei suoi primi giorni. Dopo che Satoshi ha pubblicato il file WhitepaperFinney era un convinto sostenitore del progetto, tanto che le prove esistenti indicano chiaramente che dopo Satoshi è stato il primo a scaricare ed eseguire il client Bitcoin.

Il 12 gennaio 2009 ha ricevuto 10 bitcoin da Satoshi in formato la prima transazione bitcoin. Durante il primo anno di vita di Bitcoin ha incrociato molte email con Satoshi per correggere gli errori nel codice.

Fase pre-Bitcoin

Una delle sue pubblicazioni ha finito per essere fondamentale per Bitcoin, in particolare nel 2004 ha pubblicato RPOW, una recensione di HashCash. In precedenza, nel 1993 ha pubblicato uno studio su "Rilevamento della doppia spesa" e un altro su "Contanti digitali e privacy". Fino all'arrivo di Bitcoin ha collaborato a diverse mailing list di criptovalute ed è uno dei fondatori e delle persone più influenti del movimento Cypherpunk.

Hal Finney è sempre stato interessato e dedito alla crittografia e alle questioni di privacy, ma è dalla creazione della mailing list Cypherpunk che inizia ad esprimere le sue riflessioni sulla questione in modo più assiduo ea concentrarsi completamente su questo campo.

Uno dei suoi contributi più importanti all'inizio del movimento cypherpunk è stata la creazione (insieme a Eric Hughes) dal primo remailer anonimo. Questo remailer si chiama Tipo I ed è noto come remailer cypherpunk, e che è stato utilizzato per la mailing list di questo gruppo.

"A volte le persone pagano un prezzo per essere estremamente intelligenti, hanno carenze in alcune qualità emotive (...) Hal non era così" Philip Zimmerman ha raccontato al New York Times di Hal Finney.

Hal Finney: paziente 128

Il 5 ottobre 2009 ha pubblicato una lettera chiamata 'Morire fuori' dove spiega di avere la SLA. Nonostante la malattia, non ha mai smesso di programmare o messo da parte il lavoro su Bitcoin. Le emozioni ei pensieri di Hal Finney sulla sua esperienza con Bitcoin si riflettevano nella storia nella sua nota lettera pubblica: "Bitcoin and Me", questo è stato il suo ultimo incarico e anche il suo addio. 

È morto il 28 agosto 2014 ed è stato crioconservato in Alcor Life Extension Foundation. Hal Finney era il paziente numero 128 ad Alcor, dove Ralph C. Merkle È direttore dal 1998. Parte del finanziamento per il suo letargo criogenico è stato pagato attraverso donazioni in Bitcoin fatte dai suoi fan.