Uno scambio decentralizzato o DEX è l'evoluzione tecnologica di uno scambio tradizionale. In uno scambio decentralizzato, tutte le sue operazioni vengono trasferite al blockchain in esecuzione su potenti contratti intelligenti, con i quali tutto viene gestito all'interno della piattaforma.

Tanche se sei nuovo nel mondo di criptovalute y blockchain, o al contrario, ne sei già a conoscenza, è molto probabile che tu abbia sentito parlare di scambi. Queste sono case di scambio digitali dove puoi scambiare criptovalute e token per denaro fiat o per altre criptovalute. E dove il valore delle criptovalute è determinato dalla domanda e dall'offerta del cripto asset nel mercato.

Ma Cosa sono gli scambi decentralizzati (DEX)? Si parla molto oggi di questo tipo di scambio, soprattutto per il livello di sicurezza che offrono all'utente, e anche per l'anonimato.

Scambi decentralizzati, noti anche come DEX, Sono piattaforme digitali che funzionano come gli scambi tradizionali. Ma, a differenza degli scambi tradizionali, al centro del servizio opera un smart contract. Ciò esclude in larga misura gli intermediari, rendendoli più sicuri e trasparenti. In poche parole, uno scambio decentralizzato, o DEX, è uno scambio di criptovalute gestito da smart contract.

Ciò significa che la fiducia e la gestione dei fondi non ricade su una figura centrale. Al contrario, gli utenti di Exchange mantengono sempre il controllo delle proprie risorse. Una caratteristica che aggiunge un alto livello di sicurezza, privacy e persino anonimato, quando si opera in questo tipo di case di scambio.

Ma come si ottiene dagli scambi tradizionali o dagli scambi decentralizzati? Quali altri vantaggi ci offre DEX? Bene, diamo un'occhiata alla storia dietro questi scambi decentralizzati.

Origine degli scambi decentralizzati

Gli scambi di criptovaluta si sono evoluti molto dalla creazione della prima di queste piattaforme. All'inizio, gli scambi come Mt Gox. hanno seguito un modello centralizzato di gestione e interazione. Cioè, lo scambio controllava i fondi che abbiamo in esso. E per eseguire le operazioni era necessario effettuare il login. Questo ovviamente finisce con decentramento di criptovalute e crea seri problemi di sicurezza, come ci ha mostrato l'hacking di Mt Gox.

Gli scambi decentralizzati sono nati per affrontare questo e altri problemi che presentano gli scambi centralizzati. Delle prime piattaforme di questo tipo sono state OmiseGo e BitShares, che hanno iniziato a essere sviluppate nel 2013. Ognuna di esse con operazioni e capacità diverse, ma con lo stesso obiettivo: avviare la rivoluzione degli scambi decentralizzati. Ma arrivare a quel punto ha richiesto un'evoluzione nel tempo che descriveremo di seguito.

Tipi di scambi

Ora, l'evoluzione degli scambi ha creato tre tipi di scambi o generazioni, ben differenziati. Questi sono:

  1. Prima generazione: Nonostante sia un concetto relativamente nuovo, gli scambi decentralizzati hanno già versioni diverse. Da un lato abbiamo gli exchange tradizionali, questi sono centralizzati, devi mandare le tue criptovalute perdendone il controllo assoluto e confidando ciecamente nel buon lavoro della piattaforma. Possiamo chiamare questi scambi centralizzati, ma anche quelli di prima generazione.
  2. Seconda generazione: In compenso troviamo gli exchange decentralizzati più basilari, quelli di seconda generazione. Questi cambiano il pezzo centrale di un contratto intelligente, che è responsabile della realizzazione degli scambi. Essendo un contratto intelligente, tutti possono vedere come funziona. Tuttavia, in questi contratti intelligenti devi inviare le tue criptovalute, perdendone il possesso durante il tempo in cui vuoi effettuare gli scambi.
  3. Terza generazione: Una nuova generazione di scambi decentralizzati migliora su quest'ultimo punto, permettendoti di non dover inviare le tue criptovalute da nessuna parte, nonostante tu possa aprire ordini di scambio con loro. Li chiamiamo scambi di terza generazione. Allo stesso modo, agiscono tramite un contratto Smart nell'epicentro dello strumento, ma ti consente di mantenere le criptovalute nel tuo portafoglio in ogni momento, quindi se quei token ti danno dividendi o opzioni di voto in un DAO, puoi farlo fino all'ultimo millisecondo dello scambio.

Tecnologie blockchain per DEX

Sebbene Ethereum È la piattaforma più utilizzata per questo tipo di sviluppo, per l'elevato numero di progetti (token y DApp) essendo costruito su di esso, ci sono anche altre blockchain che lo consentono, tra cui Bitcoin attraverso il progetto Counterparty. Alcuni altri blockchain che consentono di creare piattaforme di trading decentralizzate sono: Stellar, Komodo, Waves, BitShares, NEO o Burning tra gli altri.

Quanto sai, Cryptonuta?

Gli scambi decentralizzati sono più sicuri?

Certo!

A partire dal fatto che gli scambi decentralizzati non ti chiedono informazioni personali per operare e che i fondi non sono mai sotto il tuo controllo assoluto, non c'è dubbio che gli scambi decentralizzati (DEX) sono molto più sicuri delle loro controparti centralizzate.

Vantaggi di DEX

affidabilità

Tutti possono vedere in modo trasparente come funziona il servizio, come agirà in ogni situazione e vedrà in tempo reale cosa succede al suo interno, senza manipolazioni.

Sicurezza e protezione

Ogni anno centinaia di milioni di euro vengono rubati dalle borse centralizzate. Solo nel 2018, più di 1000 miliardo di euro sono stati rubati dalle borse centralizzate.

I contratti intelligenti possono essere implementati nei DEX come protezione da truffe e frodi. Pertanto, quando si stabilisce un contratto con determinate condizioni da soddisfare, le parti coinvolte nello scambio devono obbedire a queste condizioni affinché l'operazione venga eseguita. In caso di mancato rispetto di una o tutte le condizioni, il contratto scade e non viene eseguito. Soprattutto, questi contratti, una volta programmati, vengono eseguiti automaticamente e in modo decentralizzato.

D'altra parte, i DEX funzionano attraverso una rete di computer interconnessi, proprio come una rete blockchain. Quindi hanno un'elevata protezione contro gli hack o gli attacchi informatici che minacciano l'integrità dei fondi degli utenti.

Tuttavia, anche gli exchange decentralizzati (soprattutto quelli di seconda generazione) possono subire furti, poiché tutti i fondi hanno un contratto intelligente che può contenere difetti, come il famoso furto miliardario The DAO.

anonimia

Un alto grado di anonimato è un altro vantaggio che possono offrire. Questo perché uno scambio decentralizzato (DEX) utilizza solo indirizzi per eseguire transazioni e scambi. Senza richiedere agli utenti di fornire dati e informazioni personali.

resistenza

Un altro vantaggio degli scambi decentralizzati è la loro robustezza e solidità. Le possibilità di un crash del sistema DEX sono quasi nulle; così gli utenti non dovranno preoccuparsi di questo problema. Questo perché i DEX non funzionano con un singolo server, come nel caso degli scambi centralizzati.

Svantaggi o svantaggi di DEX

Usabilità

All'inizio, senza saperlo, la piattaforma DEX può sembrare confusa e difficile da utilizzare. Quindi è quasi sempre necessario che la guida o l'istruzione di un utente esperto li capisca e inizi a operare in essi.

Limitato

Uno scambio decentralizzato (DEX) non viene utilizzato per effettuare scambi tra criptovalute di blockchain diverse. dato che Ethereum È la rete con il maggior numero di token, gli scambi decentralizzati più famosi provengono da questa rete. Ma ad esempio non puoi scambiare Bitcoin con Ethereum, solo token Ethereum con altri token Ethereum.

Tipi di ordini

I tipi di ordini che possono essere inseriti in uno scambio decentralizzato sono molto limitati, potendo piazzare solo ordini di tipo Limit e Market.

tempo di funzionamento

Poiché le operazioni di scambio DEX avvengono all'interno della stessa blockchain, il suo processo è molto più lento rispetto a uno scambio centralizzato. Quindi uno scambio decentralizzato non può gestire l'alta frequenza.

Liquidità

La cosa più importante di una piattaforma di scambio è la liquidità, che a sua volta genera spread bassi. Un cambio decentralizzato (DEX), a causa della sua capacità di manipolazione nulla, di solito ha poca liquidità, generando a sua volta poca trazione che si trasforma in poca liquidità e spread elevati. Qualcosa che spaventa qualsiasi utente.