Le transazioni di criptovalute sono una parte essenziale che ci consente di utilizzare e godere dei nostri fondi in modo rapido, sicuro e semplice. Scopri come funzionano e le infinite possibilità che ci offrono.

L e transazioni (a volte chiamate anche TX) sono una parte essenziale e indispensabile nel funzionamento delle criptovalute come Bitcoin . Questi rappresentano la spina dorsale di questo sistema di pagamento crittografico e sono quelli che ci consentono di utilizzare e poter godere dei nostri fondi in modo rapido, sicuro e semplice.

Pertanto sapere cos'è una transazione e come funziona è di vitale importanza per capire e sapere come funzionano le criptovalute. Inoltre queste conoscenze ci aiuteranno a capire meglio le infinite possibilità che questo sistema ci offre ogni giorno.

Apri il tuo account utente Bit2Me. Seguendo questo link riceverai 5 € totalmente gratuiti sulla tua prima vendita: https://bit2me.com/?r=EM9-7SU-JUG

In parole povere una transazione è una spedizione o trasferimento di un valore tra due parti . In Bitcoin, queste transazioni possono essere intese come l'invio di bitcoin tra varie persone che utilizzano la rete. Ma, in realtà, tutte queste transazioni non sono altro che tabulati conservati all'interno del file blockchain di Bitcoin. Cioè, un flusso di informazioni.

Le transazioni Bitcoin, quindi, sono semplici messaggi che contengono informazioni. Messaggi che possono essere progammati e firmati digitalmente mediante crittografia e inviati all'intera rete per la convalida. Questo è il motivo per cui dicono che Bitcoin è denaro programmabile. Inoltre, poiché le transazioni sulla rete Bitcoin sono pubbliche, possono essere facilmente ritrovate all'interno della sua blockchain e lì, ogni singola transazione può essere verificata dalla creazione del primo bitcoin.

Ora ti starai chiedendo: come funzionano queste transazioni e quanto lontano possono portarci? Bene, scopri questo e molto altro di seguito.

Come funzionano le transazioni in Bitcoin?

Le transazioni bitcoin sono intese come l'invio di bitcoin da una persona all'altra utilizzando la rete Bitcoin. In questo punto, tutte queste transazioni non sono altro che tabulati conservati nella blockchain. Lo stesso principio si applica anche ad altre criptovalute come Ethereum, Dash o Bitcoin Cash.

Per effettuare queste transazioni abbiamo bisogno di un cliente per la criptovaluta, meglio conosciuto come portafoglio o wallet. Questi non sono altro che software che ci consentono di gestire i nostri fondi. Grazie a loro possiamo inviare e ricevere criptovalute, ovvero effettuare o ricevere transazioni che hanno origine in una determinata blockchain.

Se vuoi sapere che tipi di portafoglio hai per gestire i tuoi fondi, su BitXNUMXMe abbiamo un eccellente articolo preparato per te. Per continuare con il punto precedente, per capire come funzionano le transazioni è importante prima sapere come si formano. Questo è ciò che studieremo in seguito.

Come si creano le transazioni?

Ora ti starai chiedendo quali sono gli elementi che compongono una transazione Bitcoin. Ebbene, gli elementi sono i seguenti:

  1. Entrate (inputs) Le entrate si riferiscono all'uscita di una transazione passata che non è stata utilizzata in nessun'altra transazione. Queste, ci consentono di confermare l'origine degli asset che verranno utilizzati in una transazione e sono quelle che contengono l'indirizzo dove sono stati originariamente ricevuti i bitcoin.
  2. Uscite (output) Queste contengono l'indirizzo a cui viene effettuato il bonifico e l'importo inviato. Contengono anche le indicazioni di cambio o di restituzione dove vengono inviati i resi delle transazioni. Una transazione può contenere più di un output.
  3. Identificatore (TXid) Ogni transazione effettuata avrà il proprio hash. Questo hash viene generato dagli input e dagli output. Questo valore è quello che permette di identificare una transazione in modo unico e irripetibile all'interno di una blockchain.
  4. Tasso di commissione (fee) La commissione è un piccolo pagamento che i miners ricevono per l'elaborazione di una transazione. Pertanto, il miner che genera un nuovo blocco riceverà una commissione per ogni transazione elaborata all'interno di questo blocco. La commissione non si trova esplicitamente nel contenuto di una transazione, cioè non è associata a nessun output poiché il miner che riceverà quella commissione non è noto. Quindi, quello che si fa è lasciare una certa quantità senza associarla a nessuna uscita e questa sarà intesa come una commissione per i miners.

Nell'immagine seguente possiamo vedere ciascuna di queste sezioni, all'interno di una transazione di Bitcoin vista dal nostro explorer di blocchi di BitXNUMXMe.

Parti o sezioni di una transazione Bitcoin dal block explorer di Bit2Me

Come funziona una transazione

Le transazioni in criptovaluta hanno tutte la struttura di base mostrata sopra. Questa struttura ha un design curioso, con ingressi e uscite ma con un obiettivo ben preciso: mantenere la sicurezza. In ogni momento, questi dati passano attraverso un processo crittografico di hash e crittografia asimmetrica . Questo è ciò che rende le informazioni protette e convalidate correttamente.

In Bitcoin, il processo che rende tutto questo possibile è gestito da Bitcoin scripting . Questo non è altro che un linguaggio di programmazione che consente a Bitcoin di avere un enorme potenziale. Nonostante il suo potenziale sia molto grande, maggioranza delle transazioni in Bitcoin attualmente segue questo schema:

OP_DUP OP_HASH160 b2089ebaad05c87a6d714cc33fbaa8cf181a4e30 OP_EQUALVERIFY OP_CHECKSIG

Questo schema si ripete in certa parte in altre criptovalute ma ovviamente ognuna di esse ha le sue peculiarità che possono migliorare o facilitare la gestione delle transazioni.

Un esempio di come funziona una transazione in Bitcoin

Immagina che Maria possieda un indirizzo con 1 bitcoin. Se volesse solo inviare a Pedro 0,3 bitcoin e non esistesse il concetto di "input", il sistema non potrebbe sapere che parte di quell'1 è il 0,3 inviato che può essere inoltrato. Per questo esiste il concetto di input, a cui vengono associati i bitcoin che arrivano ad un indirizzo.

In questo modo vengono presi sufficienti input per raggiungere la quantità desiderata. Se per arrivare a 0,3 sono stati selezionati 3 input da 0,12 ciascuno, essendo il risultato 0,36, i rimanenti 0,06 vengono inviati al proprio indirizzo, indicandolo come output accanto all'indirizzo a cui si voleva inviare 0,3.

Quindi avremmo questo scenario di input e output:

restituire indirizzi bitcoin

L'indirizzo a cui vengono inviati i restanti XNUMX BTC può essere lo stesso indirizzo associato agli input oppure uno nuovo. Questo viene chiamato indirizzo di cambioindirizzo di ritorno: è qui che vengono inviati i resi.

È importante anche capire che nella stessa transazione possono esserci tanti input, dallo stesso indirizzo o da indirizzi diversi, come si preferisce. Lo stesso vale per gli output. Ciò consente di effettuare più invii a diverse persone in un'unica transazione con un unico pagamento di commissioni ai miners. Questa funzionalità viene sfruttata da alcuni wallet per risparmiare sui costi.

La forma interna che permette di premiare i miners proviene dai fondi che non sono assegnati a nessun indirizzo. Tutti i bitcoin rimanenti in una transazione, che non sono assegnati a nessun indirizzo, li tiene il miner che estrae il blocco con la tua transazione dentro e sono impossibili da recuperare.

Quindi, avendo chiari questi punti , per effettuare una transazione sulla rete Bitcoin l'emittente deve avere accesso sia agli indirizzi pubblici che alle password private associate a quei bitcoin. Queste, non sono altro che un insieme casuale di numeri e lettere senza uno schema definito. La password privata è ciò che ci consente di firmare e inviare una transazione come proprietari di determinati bitcoin, finchè l'indirizzo pubblico funziona come un indirizzo email o un numero di conto bancario in cui faremo o riceveremo la transazione.

Tipi di transazioni esistenti in Bitcoin

Coinbase

Una transazione coinbase è quella che consente ai miners di generare o attivare nuove criptovalutecon cui possono ricevere i premi del mining. Nel caso di Bitcoin, la prima transazione effettuata fu chiamata coinbase e non fu effettuata da una persona all'altra, ma fu realizzata dalla rete stessa come transazione generatrice attraverso la quale nacque l'intero sistema Bitcoin.

I nodi di mining possono aggiungere solo una transazione coinbase per ogni nuovo blocco generato. Pertanto, il sistema garantisce che il miner riceva solo la ricompensa che gli corrisponde e che entrino in circolazione nuove monete che non sono mai state presenti all'interno della blockchain.

Nella coinbase si aggiungono anche le commissioni delle transazioni elaborate dal miner. Quindi, questo tipo di transazione, contiene la somma della ricompensa del block mining più le commissioni delle transazioni elaborate. Viene generalmente posizionato come prima transazione aggiunta all'interno di un nuovo blocco.

Se vuoi approfondire questo interessante argomento, ti invitiamo a dare un'occhiata al nostro articolo Cos'è una transazione coinbase?.

UTXO

Gli UTXO sono monete non spese. Nel protocollo Bitcoin, le entrate delle transazioni (input) sono anche chiamati UTXO di una transazione precedente, ovvero output di una transazione non utilizzati. Questi contengono fondamentalmente il cambio o il resto prodotto da una transazione.

Ad esempio, se hai 1 BTC nel tuo portafoglio è probabile che provengano da diversi UTXO che possono essere 4 di 0.25 BTC ciascuno. Se vuoi spendere un importo totale di 0.30 BTC in un prodotto, vedrai che non avrai nessun UTXO con quell'importo specifico. Nonostante ciò, il tuo portafoglio mostrerà un saldo di 1 BTC come totale per semplificare le cose.

La cosa certa è che gli UXTO non possono essere divisi. Pertanto, quando realizzi l'operazione per XNUMX BTC, ciò che stai effettivamente inviando è XNUMX BTC (XNUMX UTXO in questo caso). Il tuo portafoglio crea due uscite: una per il commerciante da cui annullerai lo XNUMX BTC e un'altra per te con XNUMX BTC come cambio o resto. L'esistenza dell'UTXO è ciò che consente il funzionamento delle transazioni Child Pays for Parents (CPFP) . Questa è una transazione di mining con commissioni più elevate in cui gli UTXO vengono spostati da una transazione non confermata per fare in modo che la transazione padre che li genera, venga confermata più rapidamente.

Qual è il processo per creare transazioni che inviano criptovalute?

Per inviare criptovalute hai bisogno di due cose: un indirizzo e una password privata . Entrambe sono gestite dal portafoglio o wallet di criptovalute.

Prima di tutto, l'indirizzo è in realtà il chiave pubblica della password privata del proprietario delle criptovalute. Puo essere, ad esempio, le password che ti permettono di accedere ad alcuni bitcoin. Ciò che rende queste password così sicure è che sono sia una sequenza di lettere che di numeri generata per mezzo di una matematica molto avanzata e casuale. Pertanto, l'indirizzo (la password pubblica) segue uno schema specifico e irripetibile che inizia con il carattere "1". Il fatto che inizi con uno, indica che si tratta di un indirizzo Bitcoin e non di un altro tipo di criptovaluta. Ovviamente ogni criptovaluta ha un primo carattere che la differenzia dalle altre.

A sua volta, la password privata viene generata da un seme unico e irripetibile che tu o il software che utilizzi ti assegna automaticamente. Il fatto che siano unici e irripetibili garantisce che nessuno abbia password identiche ed è una parte essenziale della sicurezza. In questo modo, non è possibile eseguire attacchi che potrebbero mettere in pericolo i nostri fondi.

Lo schema di questo processo sarebbe più o meno il seguente.

Invio transazioni bitcoin

Ma tornando all'esempio di Maria e Pedro, quando Maria vuole inviare bitcoin a Pedro, usa la sua password o passwords private per firmare ciascuno degli input della transazione (l'origine). Questo viene fatto in modo trasparente dal portafoglio ed è il suo compito.

Ad esempio, in Bitcoin, viene utilizzata la crittografia asimmetrica della password pubblica e privata. In questo modo, i nodi possono corroborare rapidamente se la transazione è stata autorizzata dal suo titolare. Per fare ciò, possono confermare la validità dell'indirizzo di origine che è la password pubblica, come abbiamo detto prima. Una volta approvata, questa transazione viene inoltrata e condivisa da tutti i nodi della rete, registrandola nelle rispettive blockchain.

Alcuni nodi sono anche miners. Loro, useranno quella transazione insieme ad altre migliaia per risolvere un problema di matematica. In questo modo possiamo inviare Bitcoin (e altre criptovalute) in modo completamente sicuro e in pochi secondi in qualsiasi parte del mondo.

Quanto sai, Cryptonuta?

Le transazioni di criptovaluta possono essere contraffatte?

FALSO!

La falsificazione di una transazione crittografica è impossibile. Una volta che una transazione è stata emessa, confermata e aggiunta alla rete, non può essere alterata o modificata in nessun modo. Inoltre non è possibile, ad esempio, indicare una transazione che non esiste, perché la blockchain contiene tutte queste operazioni dall'inizio della rete di queste criptovalute. In questo modo possiamo essere sicuri che non c'è modo di falsificare una transazione di criptovaluta.

E se volessi inviare solo una parte di un bitcoin o un'altra criptovaluta?

Una preoccupazione di molti che entrano nel mondo delle criptovalute è come inviare un pagamento a una persona tenendo conto che l'unità di molte criptovalute supera il valore di un dollaro o di un euro. Bene, il trucco è che molte criptovalute possono dividersi e raggiungere 8 cifre decimali, cioè sono in grado di spedire quantità fino a un centomilionesimo del loro valore.

In Bitcoin, unità di conto permetteteci un'ampia varietà di micropagamenti. In effetti, la più piccola unità il "satoshi" (in onore del creatore di Bitcoin, l'ignoto "Satoshi Nakamoto") È il valore minimo che possiamo avere in Bitcoin.

Tuttavia in Bitcoin esiste una limitazione di invio che impedisce di inviare valori inferiori a XNUMX satoshi (XNUMX BTC), noti come transazioni dust . Questo è una misura di protezione per la rete per evitare gli attacchi di dusting nella rete.

Misure simili si applicano ad altre criptovalute, tutte create per evitare la congestione della rete e attacchi che potrebbero impedirne il corretto funzionamento.

Vantaggi delle transazioni con Bitcoin

Praticità

Mentre eseguire una transazione attraverso il sistema finanziario tradizionale richiede ore o addirittura giorni per la sua approvazione o rifiuto, in Bitcoin tutto è molto più veloce, facile ed economico.

Non richiede di intermediari per elaborare ed approvare le operazioni ma il suo sistema si basa su una rete di nodi interconnessi che approvano le informazioni contenute nelle transazioni rendendo il processo molto più veloce, sicuro e affidabile.

Irreversibilità

Una volta che una transazione Bitcoin è stata effettuata ed aggiunta alla blockchain, è praticamente impossibile annullarla o modificarla. Inoltre cancellazioni o rimborsi non sono ammessi in questo sistema dopo che la transazione è stata effettuata. Questo genera un grande vantaggio in vari settori dell'economia e della finanza.

Sicurezza

Le transazioni Bitcoin vengono eseguite utilizzando indirizzi pubblici e password private dove le password private ti consentono di spendere i bitcoin come se si trattasse di un codice pin. Gli indirizzi pubblici ti consentono di inviare o ricevere transazioni bitcoin senza rischio di furto.

Commissioni più economiche

Le commissioni pagate ai miners per elaborare una transazione sono davvero basse rispetto alle percentuali richieste dalle banche o da altri sistemi tradizionali.

Una transazione in criptovalute, indipendentemente dall'importo inviato, può costare solo pochi centesimi poiché le commissioni non vengono calcolate in base all'importo della transazione ma in base alle sue dimensioni.

Apri il tuo account utente Bit2Me. Seguendo questo link riceverai 5 € totalmente gratuiti sulla tua prima vendita: https://bit2me.com/?r=EM9-7SU-JUG