I token sono parte integrante della tecnologia blockchain e la loro capacità è praticamente infinita. Tuttavia, ci sono notevoli differenze tra i loro tipi e per chiarirle, questo articolo esporrà le differenze, i vantaggi e gli svantaggi dei token di utilità e sicurezza.

LI token di utilità e di sicurezza sono due degli strumenti che più spesso vediamo nel mondo delle criptovalute. E non è da meno, poiché entrambi consentono a questi progetti di accedere al finanziamento iniziale o intermedio necessario al loro sviluppo ed evoluzione. Ma per capire un po 'di più su questi strumenti, impariamo un po' di più su cosa sia ciascuno di essi e sulle differenze tra loro.

Cos'è un token di utilità?

In una precedente occasione vi abbiamo parlato gettoni di utilità o gettoni di utilità. Questi gettoni sono in realtà, il risultato della creazione di un buono da parte di un'azienda. Questo coupon o token può essere scambiato in futuro per accedere ai servizi che la suddetta società fornisce o fornirà.

I gettoni di utilità sono normalmente utilizzati come mezzo per ottenere finanziamenti a un progetto in fase di sviluppo o da sviluppare. Per questo motivo, i token di utilità sono spesso pieni di molte speculazioni e aspettative di sviluppo non realistiche. Nonostante ciò, i gettoni di utilità sono solitamente un mezzo di finanziamento molto ricercato, soprattutto nei progetti comunitari come criptovalute o blockchains.

Cos'è un token di sicurezza?

Dall'altro lato abbiamo il file token di sicurezza o token di sicurezza. Questi gettoni sono una sorta di risorsa digitale che ha una grande somiglianza con i titoli ben noti. Ed è che il valore di un token di sicurezza deriva da un asset tangibile che può essere scambiato e che è completamente regolamentato. Poiché questi token rientrano nella regolamentazione degli asset, le società che li emettono devono presentare tutta la documentazione e le garanzie degli stessi. Questo li ha resi oggi a forma sicura di investimento e finanziamento per progetti basati su tecnologia blockchain.

Differenze tra utility e token di sicurezza

Ora si chiederanno sicuramente, Perché due tipi di gettoni?. Ma ancora più importante, Cosa li differenzia?. La verità è che entrambi i token hanno marcate differenze e ognuno di essi presenta caratteristiche uniche, iniziamo ad esaminarli:

Token di utilità

Token di sicurezza

Non sono regolamentati in alcun modo. Sono regolati dalle leggi sui titoli di ogni paese.
Rapida implementazione ed emissione degli stessi. Implementazione e rilascio lenti. Il loro rilascio richiede l'approvazione delle autorità di controllo dei titoli del paese.
Sono un buono scambio per un servizio all'interno dell'azienda che li emette. Sono un bene che rappresenta parte del valore dell'azienda.
Valore altamente speculativo. Valore associato al rapporto tra azionisti e valore finale dell'azienda.
Alta tendenza a praticare truffe a causa della loro scarsa regolamentazione. La regolamentazione nell'emissione di questi token impedisce pratiche dannose come le truffe, fornendo maggiore sicurezza agli investitori.
Non forniscono partecipazione o potere di voto all'interno dell'azienda o servizi forniti al suo interno. Consentono all'acquirente di avere la partecipazione e il voto diretto all'interno dell'azienda e del progetto, a meno che il contratto di acquisto non specifichi altri tipi di diritti.
La sua posizione e il suo rilascio non richiedono la conformità alle normative AML e KYC. La posizione e l'emissione precisa per rispettare le normative di AML, KYC e tutte applicabili al caso.

Queste sono alcune delle differenze più marcate tra utility e security token. È chiaro che i token di sicurezza forniscono una maggiore sicurezza e una serie di importanti vantaggi. Ma la loro difficoltà nell'emissione li ha tenuti un po 'lontani dal mondo delle criptovalute finora. Questo è diverso dai token di utilità, il cui utilizzo negli ICO durante il 2017-2018 è stato altamente esplosivo. Questo nonostante tutti gli shock, le azioni dannose e le truffe che hanno avuto luogo in quel periodo.

Ma ora ti chiedi: Come faccio a sapere di trovarmi di fronte a un'utilità o un token di sicurezza?.

Il test di Howey. Differenziare i token di utilità e di sicurezza

Il modo per riconoscere cosa e cosa non è un titolo è grazie all'utilizzo del Howey test. Questo test è stato creato nel 1946 nel mezzo di un processo legale tra la SEC e la Howey Company. Questo processo giudiziario ha dato origine al test Howey, con il quale la SEC ha da allora condotto uno studio su ciò che è o non è un titolo.

Il test di Howey è suddiviso nei seguenti punti:

  1. C'è un investimento di denaro.
  2. C'è un'aspettativa di profitto.
  3. L'investimento di denaro è in una joint venture.
  4. Qualsiasi profitto proviene dagli sforzi di un promotore o di una terza parte.

Se una transazione soddisfa questi quattro criteri, viene considerata un titolo. Questo è il semplice test che ti permette di riconoscere le differenze tra un'utilità e un token di sicurezza.

Quanto sai, Cryptonuta?

La mancanza di regolamentazione dei token di utilità è stata la ragione principale per migrare all'uso dei token di sicurezza?

Certo!

Il fatto che l'emissione di Utility Token non sia regolamentata o protetta da alcuna legge, unito al fatto che sono stati ampiamente sfruttati in modo dannoso, è stata la ragione principale per i progetti blockchain alla ricerca di nuove vie per ottenere i finanziamenti necessari alla loro evoluzione. . Questo strumento sono i token di sicurezza, che sono completamente regolamentati, hanno determinate garanzie e offrono più vantaggi rispetto alle loro controparti, i token di utilità.

Token di utilità e sicurezza all'interno degli ICO

Sicuramente hai mai sentito parlare di Offerta iniziale di monete (ICO per il suo acronimo in inglese). Ebbene, queste attività erano molto di moda nel mondo delle criptovalute grazie a Ethereum. L'obiettivo di questa attività è stato quello di consentire alle imprese recenti di ottenere finanziamenti per i loro diversi e nascenti progetti.

Per raggiungere questo obiettivo, le società hanno utilizzato i token di utilità per accedere agli investimenti e garantire a tali investitori l'accesso alla piattaforma una volta costruita. In questo modo l'azienda garantiva l'accesso alla risorsa monetaria e teneva sotto il proprio controllo tutti i beni aziendali. In tutta questa attività, l'unica cosa che supportava questo fatto era la fiducia degli investitori che gli sviluppatori avrebbero mantenuto le loro promesse.

Purtroppo, non tutti i casi erano così e c'erano molti casi di truffe. Era chiaro che la cifra dei token di utilità non forniva la sicurezza necessaria per un business spesso multimilionario. Tutto questo ha portato alla necessità di cambiare il modello di business garantendo trasparenza e decentralizzazione a livello blockchain.

Per risolvere questo problema, lo schema è cambiato in gettoni di utilità, creando due nuove forme di finanziamento. Il primo sotto forma di Offerta di token di sicurezza (STO) e della Offerta di gettoni azionari (ETO). Queste due forme di finanziamento devono essere conformi ai requisiti normativi e rappresentano in effetti una forma di investimento più sicura sia per l'azienda che per gli investitori. È la risposta appropriata e necessaria per adattare la crescente crypto economy alle esigenze di un business trasparente e sicuro per tutti.